18 SINTOMI DELLA TUA SCHIAVITU' IN MATRIX

Il mondo di oggi è uno strano posto. Fin dai primi anni di vita siamo sommersi di input che ci incoraggiano a percorrere iter preconfezionati. Lungo il percorso ci mettono i paraocchi per ostacolare la nostra ricerca di alternative alle azioni e al pensiero della mandria.

Eppure se ci fermiamo un attimo a riflettere riusciamo a cogliere la complessità della vita. Riusciamo a realizzare che l'esperienza umana possa estrinsecarsi in un numero virtualmente infinito di possibilità e che forse il mondo oggi è in fiamme perché sempre più raramente gli individui si sono fermati a chiedersi come mai le cose non fossero fatte in una maniera più intelligente, etica e sensibile.

Questo articolo non vuole essere una critica di scelte di vita o situazioni personali di chicchessia. La seguente lista di 16 sintomi di schiavitù è stata pensata solo come approccio osservativo per aiutare a identificare il disegno con cui altri hanno pianificato la nostra esistenza.

Continuate a leggere, e vi prego di commentare qui sotto aggiungendo tutto quanto vi sembra opportuno.

1. Paghiamo le tasse a persone che vorremmo vedere in galera. Questo è forse il più netto indicatore che siamo schiavi di un Sistema. L'idea tradizionale di schiavitù evoca immagini di gente in manette costretta a lavorare nelle piantagioni per sostenere ricchi latifondisti in abiti coloniali. La versione attuale di tale sottomissione è incarnata dalla tassazione iniqua con cui i nostri redditi sono automaticamente defalcati a prescindere dal fatto che approviamo o meno come quel denaro venga riutilizzato.

2. L'assistenza sanitaria moderna è purtroppo diventata un business per cui raramente siamo istruiti su una corretta alimentazione e un regime di vita che giovi alla nostra salute mentale e fisica; siamo invece invitati a consumare regolarmente farmaci e a sottoporci a costose procedure che comportano grossi introiti per l'industria sanitaria e farmaceutica.

3. Ci fanno scegliere la squadra democratica o quella repubblicana per poter discutere di 'politica' con gli amici, i familiari ed i colleghi di lavoro. E' una delle incarnazioni della strategia del divide et impera, con cui la nostra società viene controllata. Entrambi i principali partiti sono corrotti fino al midollo, ed i candidati indipendenti e di minoranza non vinceranno mai. Prendendo a cuore le sorti di una delle due fazioni facciamo la nostra parte nell'impedire che il popolo si unisca in maniera compatta contro il sistema corrotto.

4. Lavoriamo sodo svolgendo mansioni che spesso odiamo, per guadagnare soldi fiat. Il lavoro è importante e il denaro fa pagare le bollette, tuttavia perdiamo i migliori anni della nostra vita facendo cose che odiamo, solo per avere dei soldi. La verità riguardo i soldi è che non abbiamo i soldi, ma valuta fiat che è di proprietà privata e manipolata. Dal momento che questa roba è ancora necessaria per campare in questo mondo, è meglio rinunciare ad una fetta di reddito e valorizzare il nostro tempo facendo qualcosa che ci piaccia o lavorando con persone che non disprezziamo. Vivere con pochi soldi è più facile di quanto si immagini; basta andare contro le credenze e dipendenze comuni, per rendersene conto.

5. Ci prestiamo ad accumulare debito personale per finanziare uno stile di vita orientato al consumo. Ogni volta che viene usata una carta di credito, l'operazione crea cifre sui bilanci delle stesse banche che sono artefici del saccheggio finanziario del mondo odierno. Queste cifre vengono poi moltiplicate elettronicamente dal sistema di riserva frazionaria vigente, e ciò fa si che il potere di tali apparati sia incrementato in modo esponenziale. Il fatto che partecipiamo a questo circolo vizioso per conservare un certo stile di vita è un esplicito indicatore che siamo stati ipnotizzati da uno dei principali dogmi sistemici: il consumismo.

6. Conversiamo tra persone reali degli eventi finti mandati in televisione. La televisione è il più potente mezzo di controllo mentale; essa ci somministra una 'programmazione mentale' finalizzata a instillare e consolidare determinati comportamenti tra le masse. Il culto dell'ego, la sessualizzazione di tutto, la glorificazione della violenza, l'induzione alla sottomissione alla falsa autorità sono le caratteristiche principali della televisione contemporanea. Accogliendo nelle nostre vite ciò che accade nello schermo televisivo facciamo la nostra parte nel sostenere l'immagine della realtà finta creata dal Sistema.

7. Non abbiamo nulla da nascondere alla sorveglianza totale. Se non ci da fastidio che qualcuno da qualche parte ci osservi a piacimento, ascoltando le nostre conversazioni e monitorando i nostri movimenti, senza saperlo stiamo ammettendo di essere degli schiavi ubbidienti. La sorveglianza invisibile è una forma assai insidiosa di controllo del pensiero, e quando utilizziamo la logica del 'non ho nulla da nascondere quindi ben venga la sorveglianza' stiamo implicitamente ammettendo la nostra sottomissione ad un padrone e la nostra rinuncia alla sovranità della nostra mente e del nostro corpo.

8. Ci siamo lasciati persuadere che il mondo sia più sicuro se l'uso delle armi da fuoco diventi prerogativa esclusiva dei governi. Tuttavia sappiamo che questo è un mondo violento e che il crimine esista ad ogni livello sociale, compreso quello istituzionale. Certo, in un mondo perfetto le armi non sarebbero necessarie, ma purtroppo il nostro è un mondo tutt'altro che perfetto, e le armi sono una forma efficace di protezione contro i criminali comuni e quelli che abusivamente prendono possesso delle istituzioni. La volontà di rinunciare al nostro diritto alla auto-difesa è un ulteriore evidente sintomo che abbiamo delegato la nostra tutela e quella dei nostri cari a qualcun altro. L'abdicazione di massa dalla responsabilità personale è uno degli aspetti più importanti sui quali si regge il loro controllo. Benvenuti in Matrix.

9. Beviamo consapevolmente acqua fluorizzata. Di tutti gli argomenti a tema sanitario dibattuti al giorno d'oggi, quello dell'acqua addizionata di fluoro è il più semplice da capire, dal momento che stiamo parlando di un sottoprodotto tossico di un processo industriale (v. correlati). La versione secondo cui l'acqua sarebbe arricchita di fluoro per la nostra salute dentale, già poco credibile di per se, costituisce comunque un abuso in quanto è una somministrazione di farmaci senza il consenso del paziente. Una volta che siamo pienamente coscienti di quanto appena detto, se continuiamo a bere acqua fluorizzata ammettiamo di essere alla mercé del Sistema.

10. Consumiamo consapevolmente prodotti velenosi come MSG ed aspartame (v. post correlati). Tali sostanze sono conosciute per essere tossiche per l'organismo umano. Continuando ad auto-avvelenarci con questi alimenti adulterati confermiamo che il Sistema ci ha programmati affinché sminuissimo l'importanza della nostra salute in cambio della gratificazione immediata.

11. Abbiamo affidato la nostra salute mentale al complesso industriale farmaceutico. L'uso di farmaci psicotropi è in rapido aumento nella nostra società perché le persone sono state persuase che determinati stati mentali siano delle malattie, mentre le verità sulla salute mentale naturale sono state oscurate dai media e dall'establishment medico. Se stai assumendo farmaci psicotropi, sappi che ti trovi sotto una delle forme più potenti di controllo mentale. Parte di questo controllo è quello di convincerti di non avere alcuna autorità sulla tua mente. Si tratta forse della bugia inventata dalla Matrix più dannosa per l'individuo. Assumendo di nostra spontanea volontà questi farmaci psicotropi ci sottomettiamo alla peggiore forma di schiavitù, ed inibiamo le risposte mentali ed emozionali naturali ai fattori di stress. Segnali che servono a farci capire che abbiamo bisogno di cambiare stile di vita e abitudini.

12. Continuiamo a guardare TV locali e nazionali. I media main-stream sono un mezzo di controllo e manipolazione, e continuando a prestare attenzione alle loro idee e visioni del mondo ci prestiamo ad essere manipolati da questa forma - neanche poi così sottile - di programmazione mentale. Anche le notizie locali sono sceneggiate a livello nazionale con il compito di plasmare le nostre opinioni sugli eventi.

13. Siamo più interessati allo sport televisivo o altre distrazioni frivole che a quello che stanno facendo al nostro habitat. La Deepwater Horizon, Alberta Tar Sands, l'aumento del fracking, il sacrificio del Rio delle Amazzoni, Fukushima sono eventi che rischiano di cambiare radicalmente il nostro futuro. Il fatto che siamo semi-indifferenti a tutto ciò mentre ci informiamo sulle notizie sportive o le storie di gossip, è un chiaro sintomo che il nostro istinto di auto-conservazione è stato soppresso e sostituito con una tendenza impulsiva alla banalità e all'evasione.

14. Siamo scettici verso ogni aspetto della realtà che non sia stato preventivamente discusso e convalidato dalla scienza moderna. L'essenza della scienza è l'indagine dell'ignoto, il che implica che fino a quando essa non afferri qualcosa, quel qualcosa sia inesistente. Screditando o ridicolizzando i resoconti di chi ha vissuto esperienze che trascendono la comprensione scientifica, come premorte, omeopatia, ecc. stiamo pedissequamente riducendo la nostra comprensione del mondo a una gamma molto ristretta di possibilità. La Matrix è tenuta in piedi da tutti quelli che non sono disposti a pensare fuori della scatola.

15. Non dubitiamo della versione divulgativa della storia antica e delle origini della civiltà. Sussistono molte domande senza risposta circa le origini della specie umana, le quali mettono in luce molti aspetti non trattati nei programmi scolastici (v. correlati). Prendendo come oro colato le versioni ufficiali in merito alla nostra origine avalliamo molti sistemi di credenze e punti di vista ristretti promossi dal Sistema.

16. Non abbiamo ancora realmente realizzato di essere creature spirituali impegnate a vivere un'esperienza umana.

Se ci riconosciamo in uno qualsiasi dei sintomi esposti in questo elenco, vuol dire che la Matrix ci possiede, e che è nostro dovere impegnarci seriamente per conquistare la nostra libertà. Ogni integrazione o obiezione a questa lista sarà utile e gradita. Usate pure la sezione commenti qui sotto, e se potete condividete con i vostri amici.

di Sigmund Fraud

Articolo in lingua inglese, pubblicato sul sito Waking Times

Traduzione a cura di
Anticorpi.info

6 Grandi Illusioni che Imprigionano in Matrix

"In prigionia, le illusioni possono dare conforto."
Nelson Mandela

Affinché un gioco di prestigio riesca a ingannare un pubblico, è necessario che il trucco sia invisibile, e a tal fine il prestigiatore suscita nello spettatore uno stato di sospensione dell'incredulità.

Lo stato di sospensione dell'incredulità nell'illusione è spesso più confortante dello scoprire i segreti del prestigiatore.

Ebbene, noi viviamo in un mondo di illusioni. Molte delle preoccupazioni che ci occupano la mente e delle attività che riempiono le nostre giornate scaturiscono da impulsi che ci richiedono di diventare qualcuno o qualcosa di diverso da ciò che siamo. Non è un caso. Data la programmazione mentale funzionale alla cultura aziendale-consumista che oggi domina la razza umana, siamo indotti ad accettare alcuni aspetti della società come verità intoccabili, e a credere che alcuni modi di essere e agire siano più giusti rispetto a molti altri. 

Gli psicopatici al potere depotenziano gli individui in questo modo. Ci impediscono di vedere il quadro d'insieme erigendo barriere fatte di suggestioni e modelli assoluti che mirano a frantumare l'autostima e la fiducia nel futuro. 

Il venerato e sfuggente artista di strada Bansky, una volta ha commentato:

"Questa gente sta lì per prendervi per il culo. Disprezzano la vostra vita, vi assestano un colpo basso e poi spariscono. Svettano sulle cime dei palazzi per farvi sentire minuscoli. Fanno commenti irriverenti dalle fiancate degli autobus, commenti che implicano che non siete abbastanza sexy e che il vero divertimento sia altrove, lontano da voi sfigati. Usano la televisione per fare sentire inadeguate le vostre donne. Usano le tecnologie più avanzate per prendervi per il culo. Sono i pubblicitari, e ridono di voi."
Banksy


La pubblicità è solo la punta dell'iceberg. Se arretriamo il punto d'osservazione, spunta fuori un quadro da cui si evince che l'intera struttura sociale si basi su una serie di meccanismi che creano illusioni, inducono una meccanica propensione all'obbedienza alle istituzioni e inculcano convinzioni che non sono affatto ciò che sembrano. Siamo schiavi in un senso molto più che metaforico. C'è chi definisce tale sensazione sottile: 'il senso d'oppressione della Matrix', un sistema di controllo che invade la mente, programma gli individui a eseguire routine che si accordino ad una versione della normalità uniforme e condivisa, non importa quanto assurda e ingiusta essa sia.

Alcune delle più grandi illusioni che ci assoggettano alla schiavitù della Matrix, sono riportate qui di seguito per la vostra considerazione.

1. L'Illusione della Legge, dell'Ordine e dell'Autorità.
Per molti fare tutto a norma di legge è diventato un imperativo morale. Molti di noi lo fanno volentieri, ma in realtà la corruzione, gli scandali, la malvagità (le disinvolte deroghe alle Costituzioni - n.d.t.) dimostrano in continuazione che la legge è qualcosa che si piega molto facilmente tutte le volte che disturbi le esigenze del più forte. La brutalità delle forze di polizia dilaga negli Stati Uniti, i giudici favoriscono il potere, e la vita privata va svanendo di fronte alle nuove forme di sorveglianza statale. E per tutto il tempo sullo sfondo infuria uno stato di guerra permanente dai connotati orwelliani, illegale e immorale, impegnato nello sterminio di intere nazioni e culture.

L'ordine sociale non è quel che sembra in quanto è basato su un regime di conformismo, obbedienza e sottomissione perseguito inculcando la paura della violenza. La storia ci ha insegnato più volte che la legge è legittima solo quando non sia usata come strumento di oppressione, controllo sociale e saccheggio, e ci ha anche insegnato che ogni cosiddetta 'autorità' che rappresenti questo tipo di legge sia falsa, ipocrita e ingiusta.

Quando la legge stessa non rispetta la legge, significa che non esiste legge, né ordine, né giustizia. Il teatrino delle istituzioni serve solo ad occultare la realtà dei fatti, cioè che l'attuale ordine mondiale si basa sul controllo, non sul consenso.

2. L'illusione della Prosperità e Felicità.
Sfilze di abiti e ninnoli costosi da accumulare come monarchi del 19° secolo sono diventati la nostra illusione della prosperità. L'illusione della prosperità è fondamentale per la salute della nostra economia basata sul consumismo, la frode, il debito. Il sistema bancario è stato progettato dall'alto verso il basso per creare ricchezza illimitata per qualche tempo, e poi tassare l'umanità per l'eternità.

La vera prosperità è un ambiente vibrante di abbondanza e salute, felicità, amore e relazioni. Mentre sempre più persone identificano la prosperità con il possesso di beni materiali, in realtà scivolano sempre più lontane dalla vera prosperità.

3. L'illusione della Scelta e della Libertà.
Interpretate l'insieme e leggete la parte scritta in piccolo. Non siamo liberi, se si considera la parola nel suo senso più vero. La libertà è avere scelta, ma nel mondo di oggi la scelta non è altro che una selezione all'interno di una serie molto limitata di opzioni non proibite, le quali devono svolgersi sempre nei limiti imposti da un sistema giuridico e fiscale ingiusto e corrotto, e da norme culturalmente accettate e applicate.

Basta prendere atto della finta democrazia moderna per avere un fulgido esempio di false opzioni che vogliono sembrare scelte reali. Due giganteschi, stantii, corrotti partiti politici che vorrebbero sembrare l'orgoglio e la speranza della nazione, e tante piccole terze parti e voci indipendenti ostacolate, ridicolizzate o oscurate nella comunicazione di massa.

L'illusione della scelta è una potente arma di oppressione perché induce a credere che il muoversi in una gabbia anziché essere immobilizzati in catene, equivalga ad essere liberi.

Un ventaglio precompilato di opzioni è molto diverso dalla libertà; è solo schiavitù light.

4. L'Illusione della Verità.
La verità è un tema molto delicato nella nostra cultura, in quanto siamo stati programmati a credere che essa possa essere dispensata da entità semi-divine quali sono i media, i vip e il governo. Se la televisione dice che qualcosa è vero, affermare il contrario significa essere un 'complottista.'

Il sistema imposto dai poteri forti dipende da quanto profondamente noialtri siamo calati nella loro versione della realtà. Mentre pensatori e giornalisti indipendenti smontano ogni giorno le loro versioni ufficiali, l'illusione è così potente che serve un potente trauma personale per disconnettersi dalla visione della realtà indotta dal sistema.

5. L'Illusione del Tempo.
Dicono che il tempo sia denaro, ma è una bugia. Il tempo è la tua vita. La tua vita è una manifestazione in continua evoluzione dell'adesso. Se sbirciamo oltre il mondo dei cinque sensi, in cui siamo stati addestrati a muoverci in accordo con l'orologio e il calendario, forse riusciremo a percepire che lo spirito è eterno, e che l'anima di ogni individuo appartiene a questa eternità.

Il grande inganno supporta l'idea che il momento presente sia di poco o nessun valore, che il passato sia qualcosa che non possiamo superare, e che il futuro sia intrinsecamente più importante sia del passato che del presente. Tutto ciò sposta la nostra attenzione da ciò che sta accadendo adesso verso ciò che potrebbe accadere in futuro. Una volta che siamo completamente concentrati sul futuro piuttosto che sul presente, siamo prede facili per think tank e ingegneri sociali che influenzano la nostra visione del futuro inculcandoci la paura mediante ogni tipo di nefasta prospettiva.

Siamo più felici quando la nostra vita si svolge nel presente; quando spontaneità e casualità ci offrono la possibilità di apprendere qualcosa di nuovo su noi stessi. Procedere con il pilota automatico nel presente per fantasticare sul futuro, è una trappola. Gli immensi momenti di gioia spirituale senza tempo che si sperimentano durante la meditazione sono la prova che il tempo è un costrutto mentale, e non dovrebbe esercitare tanta influenza sull'esperienza umana.

Se il tempo è denaro, allora la vita stessa può essere misurata in dollari. Ma se è così, quando i dollari perdono valore, allora anche la vita vale di meno. E' un'illusione, perché in realtà l'esistenza umana non è valutabile in termini di denaro.

6. L'illusione della Separazione.
A livello politico la tattica del divide et impera è una procedura operativa utilizzata da ogni sistema autoritario, tuttavia l'illusione della separazione è qualcosa che opera ad un livello ancora più profondo.

Siamo stati programmati a credere che essendo singoli individui dovremmo sentirci in competizione con tutto e tutti, compreso il nostro prossimo e la natura. Il tutto si riduce ad una serrata competizione. Questo genere di approccio nega categoricamente la verità che la vita su questo pianeta sia interconnessa. Senza aria pulita, acqua pulita, suolo sano, e un vivace senso della comunità non possiamo sopravvivere qui.

Conclusione.
In questo momento le illusioni appena elencate sono del tutto in attività di fronte a noi per supportare la nostra cieca acquiescenza verso le macchinazioni della Matrix. Con la de-responsabilizzazione perseguono la nostra conformità e obbedienza, ma non dobbiamo dimenticare che tutto questo non è che una elaborata strategia di marketing, e che nulla può essere venduto senza un compratore disposto ad acquistare.

Articolo in lingua inglese, pubblicato sul sito Waking Times

Traduzione a cura di Anticorpi.info

"...i nostri impulsi sono reinstradati. Noi stiamo vivendo in un stato artificialmente indotto di coscienza che assomiglia al sonno.. Il movimento ebbe inizio otto mesi fa da un piccolo gruppo di scienziati. Essi scoprirono incidentalmente che questi segnali possono essere indotti attraverso la televisione. il povero e le classi proletarie stanno crescendo. La giustizia razziale e i diritti umani sono inesistenti. Loro hanno creato una società repressiva e noi siamo i loro complici inconsapevoli. La LORO intenzione è di dominare tramite l'annientamento della coscienza. Noi siamo stati cullati all'interno di una trance. Loro ci hanno reso indifferenti, alla nostra salvezza, agli altri, noi ci siamo concentrati solamente sul nostro proprio guadagno. Per favore mi capisca..loro si sentono sicuri finché non vengono scoperti. Questo è il loro primario metodo di potere e sopravvivenza. Ci tengono addormentati, ci tengono egoisti, ci tengono buoni.. Loro stanno smantellando l'addormentata media borghesia. Sempre più persone stanno diventando povere. Noi siamo il loro bestiame bovino. Noi siamo schiavitù. La rivoluzione? Noi non possiamo interrompere i loro segnali, la nostra trasmittente non è abbastanza potente. Il segnale deve essere spento alla fonte!".

> Tratto dal film "Essi Vivono"