IO SONO LA VIA.. LA VERITA'!

NON ABBIATE PAURA.. APRITE LE PORTE A CRISTO

I cristiani che rimarranno avranno la Parola di Dio. La Bibbia sarà sempre là e lo Spirito Santo parlera ancora. Lo Spirito Santo non ci sarà più come lo è attualmente. Sarà un pò come nel Vecchio Testamento dove lo Spirito Santo agiva di modo molto limitato, puntuale e occasionale. Ma la Parola di Dio mostrerà a questi cristiani che questi sette anni di tribolazioni sono là. Il libro dell'Apocalisse sarà là per guidarli, per mostrare loro che fuggiranno nelle caverne e le colline per evitare la persecuzione dell'Anticristo che dirà loro : "Adesso accetta il marchio della bestia. Se vuoi vendere o comperare, devi avere questo marchio, lo dico per amor tuo." 

L'Anticristo dirà : "Ve lo dico per amore vostro e per il vostro bene. Vedrete, sarà meglio per voi, tutto sarà regolato dal grande governo che si occupera di voi nei minimi dettagli, vi sarà dato del lavoro, vi sarà dato del denaro, avrete tutto in abbondanza e per facilitare le transazioni prendete questo piccolo marchio, è una cosa da nulla . Se rifiutate quello che vi dico, siete degli oppositori e dei nocivi e saremo obbligati a mettervi in disparte. Vedete questi milioni di persone che sono partiti, sono gli extra terrestri che li hanno rapiti perché erano i più nocivi, adesso siamo liberi di mettere in opera il nostro governo di pace e di prosperità." 

Sarà questo genere di argomenti che l'Anticristo darà. E quei milioni di persone rapite, che sono sparite dalla terra in un istante, saranno rapidamente dimenticati, perché sarà dato ogni tipo di spiegazioni, più o meno strampalate, ma questo sarà ben accettato, poiché i cristiani che resteranno saranno quelli che erano tiepidi o che erano sedotti. Ma il risveglio avverrà in quel momento ed il Signore mostrerà loro : " Se vuoi uscirne, se non vuoi andare in perdizione, devi rifiutare questo marchio." L'Apocalisse ci dice che tutti quelli che l'accetteranno sulla mano o sulla fronte saranno perduti. Ci sarà una grande seduzione. Credete che all'inizio del periodo arriveranno dicendo : " Prendi questo marchio o ti uccido" ? No, sarà una seduzione, saranno mostrati tutti i vantaggi del marchio. Quelli che non sono illuminati dalla Parola saranno sedotti e l'accetteranno dicendo : "Che male c'è, ma quale male ? " 

Certe grande famiglie reali hanno già incominciato a far impiantare delle piastrine elettroniche sotto la pelle dei loro figli per ragione di sicurezza. Se i figli vengono rapiti, si possono seguire le loro tracce. È semplice, si prende una siringa, si inietta una piccola piastrina, che è più piccola di un grano di riso, sotto la pelle. Questa piastrina contiene tutte le informazioni elettroniche ed un ricetrasmittente che può essere controllato a distanza. Questo esiste per gli animali. Lo si fa per ricuperare i cani persi o i figli delle corte reali che rischiano di essere rapiti. Tutte le persone che saranno sulla terra rientreranno, per amore o per forza, in questo sistema. 

I cristiani che sono rimasti e che si sono risvegliati, troppo tardi, dovranno rifiutare il marchio e saranno tutti uccisi, tutti senza eccezione. Non bisogna credere che l'Anticristo verrà dicendo : "Ti concedo grazia, rispetto la tua libertà di religione, puoi fare come vuoi." Ma niente affatto! Questo sarà presentato in modo cosi seducente. Quelli che resisteranno fino alla fine e che rifiuteranno il marchio della bestia, il libro dell'Apocalisse dice : "Saranno tutti uccisi." E noi siamo in questi tempi ! Bisogna che i cristiani si sveglino prima della fine e che possano dire : "Signore, se ritorni adesso, che sia in un secondo, questa notte, domani o fra un mese, sono pronto." 

Dobbiamo essere convinti dalla Parola che siamo negli ultimi tempi. Leggerò alcuni versetti nell'Evangelo di Matteo. In Matteo 24, al versetto 1, Gesù guarda il Tempio ed i suoi discepoli gli si accostano per fargli osservare gli edifici. Gesù dice loro al versetto 2 : 

"Non vedete voi tutte queste cose ? In verità vi dico che non resterà qui pietra su pietra che non sarà diroccata. Poi, mentre era seduto sul Monte degli Ulivi, i discepoli gli si accorstarono in disparte, dicendo : dicci, quando avverranno queste cose ? E quale sarà il segno della tua venuta e della fine dell'età presente ?" E' molto chiara questa domanda. "E Gesù rispondendo, disse loro : guardate che nessuno vi seduca !".

 Il segno del prossimo ritorno di Gesù, il segno più grande, più forte, è la seduzione. 

La seduzione che riempirà tutta la terra, che riempe attualmente il mondo intero e la Chiesa del Signore Gesù. Ogni tipo di falsa dottrina si presenterà sotto una luce molto religiosa, molto emotiva, molto emozionale, ben circondata da pomata e merletto religioso affinché si creda alla menzogna. In tutte queste false dottrine, le chiese insistono su documenti o libri che non sono la Parola, o allora con ogni tipo di interpretazioni della Parola di Dio che è completamente fuori strada. Queste false dottrine sono delle seduzioni per ingannare i cristiani e fare in modo che non siano pronti. Ma se interroghiamo il Signore, Lui ci mostrerà quale è la buona interpretazione della Parola.

PPS POWERPOINT:

DOWNLOAD

VEDI ANCHE: RITORNO DEL MESSIA

PAGINA CONSIGLIATA:


IL RITORNO DEL CRISTO

"Allora si vedrà il figlio dell'uomo venire sulle nubi, con grande potenza e gloria" (MARCO 13,26)

"Non vi lascerò orfani, tornerò a voi" (Giovanni 14,18). Con queste semplici parole, Gesù - Cristo, quasi duemila anni fa, preannunciava uno degli eventi più straordinari nella storia dell’umanità: il Suo ritorno.

Ma quanti hanno colto il significato profondo di questo evento e quanti ne hanno dato una collocazione storica?

Teologi e studiosi delle Sacre Scritture tranquillizzano i fedeli spiegando che molto di quanto è riportato nella Bibbia è passibile di interpretazione in quanto considerato una narrazione metaforica atta ad illustrare un insegnamento morale. In realtà la Bibbia, al pari degli altri manoscritti, è una testimonianza storica che descrive fatti e personaggi reali.

E secondo le parole di Gesù - Cristo riportate nei Vangeli e l’Apocalisse di Giovanni, il tempo profetizzato dal figlio dell’uomo per la Sua seconda venuta è proprio quello che stiamo vivendo: "Guerre e rumori di guerre... popolo contro popolo e regno contro regno... pestilenze, carestie e terremoti in vari luoghi... Sorgeranno falsi profeti e sedurranno molti. E, per il moltiplicarsi dell’iniquità, in molti si raffredderà la carità (Matteo 24, 6 -12)", "Il fratello consegnerà a morte il fratello, il padre il figlio, e i figli si leveranno contro i genitori e li uccideranno (Marco, 13, 12)", "Quando cominceranno ad accadere queste cose, guardate in alto e alzate il capo, perché la vostra redenzione è vicina (Luca, 21, 28)".

In queste frasi non si possono non intravedere i gravi problemi che caratterizzano la nostra società ormai quasi completamente svuotata della componente spirituale e quindi insensibile a qualsiasi valore.

Per ricordare al mondo questa antica profezia nel 1917, a Fatima, la Madonna si è presentata più volte a tre pastorelli ripetendo, in altra forma, le parole di Gesù.

E dal giorno della sua ultima apparizione, avvenuta il 13 Ottobre dello stesso anno, stiamo vivendo la manifestazione eterica del Figlio dell’Uomo. Ciò significa che in questo momento Gesù - Cristo, ossia Gesù personificato da Cristo, è spiritualmente presente e operante nel mondo. Solo i veggenti, però, hanno la facoltà di vederlo e la Sua apparizione a questi personaggi è uno dei tanti segni che preannunciano la Sua prossima manifestazione fisica, prima della quale, come è stato predetto, "comparirà nel cielo il segno del Figlio dell’Uomo (Matteo 24, 33)". Tale segno consisterà in una gigantesca croce che sarà visibile da ogni parte del mondo. Gli astronomi spiegheranno che la presenza di tale fenomeno celeste sarà dovuta all’incontro fortuito di un buon numero di comete e rassicureranno l’opinione pubblica mondiale spiegando che, in breve tempo, il segno apparso nel cielo sarebbe scomparso. La croce, invece rimarrà ben visibile per un lungo periodo di tempo perché sarà composta da tante astronavi o forse sarà il frutto di un gioco di luci provocato da esseri solari dotati di una tecnologia straordinariamente evoluta. 

Florida (U.S.A.), notte del 14.08.2005

Una curiosa formazione di 7 oggetti luminosi – che hanno disegnato nel cielo una croce perfetta – è stata vista da tutti la notte del 14.08.05 nello Stato della Florida (U.S.A.). Visto che di lì a sole due settimane, nella vicina New Orleans, si presentò il catastrofico
Uragano Katrina, viene proprio difficile non pensare che Colui - o Coloro – che hanno deciso questa azione così vistosa nel cielo, non l’avessero fatto con esplicito riferimento, quasi ad ammonimento, a ciò che ben presto sarebbe successo in tale città. La quale ultima, è bene ricordare, notoriamente, per un mega raduno internazionale che vi si ripete ogni anno, viene indicata come capitale internazionale dei gay (città che, insomma, simbolicamente, farebbe pensare propriamente alle città bibliche di Sodoma e Gomorra).

Questi esseri, definiti angeli o esseri di luce insieme ad altri Maestri quali Krishna, Maometto ecc., accompagneranno il ritorno di Gesù - Cristo e l’atteso giudizio. In realtà il giudizio non sarà altro che la risultanza dei gravi danni che l’uomo ha provocato al pianeta e dei quali, già oggi subiamo le conseguenze. Lo smoderato disboscamento, i frequenti esperimenti nucleari, l’inquinamento, ecc. sono alla base dei gravi problemi con i quali ormai, per precisa scelta, siamo costretti a convivere. 

L’effetto serra, i violenti terremoti, gli sconvolgimenti climatici, gli uragani altro non sono che una reazione del nostro pianeta al nostro sconsiderato modo di vivere ed è in questo modo, servendosi degli elementi della natura che Gesù giudicherà questa umanità. Il processo è dunque già in corso, è in atto il dibattimento e il pubblico ministero sta elencando le accuse dell’imputato. La sentenza, che spetta al giudice - Cristo non la conosce nessuno anche se è facile intuirla dagli eventi. Soltanto coloro che si saranno redenti, che ameranno la Madre Terra e che lavoreranno a favore della vita potranno ereditare la Terra la quale, insieme ad altri pianeti del nostro sistema solare, ospiterà anche gli spiriti che dovranno scontare la pena della morte seconda cioè il ritorno nell’anima collettiva animale con la coscienza di essere stato uomo. Chi ancora non ha raggiunto l’evoluzione necessaria alla comprensione della vita spirituale si incarnerà in altri pianeti e imparerà ad adattarsi alle condizioni di vita di quei luoghi. Le basi del nostro futuro le stiamo quindi gettando oggi ed è per questo che oggi dobbiamo impegnarci affinché la presa di coscienza dell’umanità avvenga nel modo meno tragico possibile, affinché l’opera di redenzione abbia buon esito. 

L’umanità, infatti, contrariamente a quanto la teologia afferma, non è stata redenta e ciò è chiaramente dimostrato dalla totale perdita di valori che caratterizza la maggior parte degli uomini. E’ quindi per questo che Gesù - Cristo ritornerà, per portare a termine la Sua opera di redenzione iniziata nel tempo della Sua prima venuta quando, accompagnato da 144.000 esseri evoluti, iniziò a trasmettere gli insegnamenti del Padre. Tali 144.000 sono i cosiddetti eletti i quali avevano il compito di infondere conoscenze universali a tutti coloro che volessero accettare la redenzione. Sarebbe così nata una nuova genetica che avrebbe posseduto, e che di fatto possiede, chi ha scelto di abbandonare la via della materialità per quella dello spirito. Allora il popolo di Israele, eletto da Dio e nel quale Cristo aveva scelto di incarnarsi, aveva le proprietà astrali e fisiche per poter acquisire e trasmettere tale genetica al mondo ma si è rifiutato di accettare questa missione caricandosi così di un karma, che sta scontando nel corso dei secoli. Il karma altro non è che la legge di causa - effetto secondo la quale "Tutto quanto so fare e faccio nella vita presente, non sta a sé isolatamente, come un miracolo, ma si connette come effetto con le antecedenti forme di esistenza della mia anima, e come causa con quelle future".

La parte migliore di questo popolo è però sfuggita alla tentazione della forza maligna, che voleva estinguere questa razza, ha comunque ereditato la genetica universale e la ha trasmessa a tutto il mondo: oggi, i portatori di questa genetica sono circa 7.465.006 e, a questi, si aggiungeranno tutti coloro che lavoreranno a favore della vita.

Possedere la genetica e quindi entrare nella schiera degli eletti significa acquisire una realizzazione evolutiva che si avvicina ai valori della quarta dimensione, nella quale prevale la componente spirituale. Tali valori universali possono essere persi solo nel momento in cui si opera contro la legge divina e si fanno prevalere le caratteristiche proprie della terza dimensione, costituita dai regni minerale, vegetale, animale e umano. Ciò che contraddistingue gli esseri di quarta da quelli di terza dimensione è quindi la consapevolezza dello spirito e chi la possiede è costretto, su questa terra, ad affrontare dure lotte. Lo stesso Gesù, infatti, disse "e voi sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Ma chi avrà perseverato fino alla fine sarà salvo (Marco 13, 13)".

E per combattere il nemico che voleva annientarli, gli eletti hanno lavorato nell’occulto ed oggi si sono incarnati nei popoli gentili, ossia nei popoli che abitano le terre "al di là del Giordano". In una profezia riportata nella Bibbia si dice: "io farò prodigi e miracoli al di là del mare, al di là del fiume Giordano, la Galilea dei gentili". Il mare che si trova al di là del fiume Giordano è il Mediterraneo quindi ciò significa che la Galilea dei gentili è la Sicilia nella quale, effettivamente, si sono manifestati prodigi quali le apparizioni della Madonna, di Gesù - Cristo e le stimmate. I gentili, quindi i personificatori dell’anima di Israele, sono comunque tutti coloro che abitano i paesi latini e che attendono il ritorno e il compimento dell’opera di Gesù o, per meglio dire, dell’opera di Gesù - Cristo. 

Nel periodo della personificazione, infatti, Gesù ha acquisito l’evoluzione spirituale dell’Essere Cristico che lo compenetrava ed è quindi salito di un gradino nella scala dell’evoluzione diventando uno spirito solare. E’ per questo che possiamo parlare di Gesù - Cristo, nonostante il Cristo stesso, tramite Gesù, disse: "Io me ne vado e non mi rivedrete più ma rimarrò con voi fino alla fine dei secoli". L’intelligenza cristica che personificò Gesù, in effetti, alla fine della Sua missione lasciò il corpo del Figlio dell’Uomo e ritornò nella Sua dimora: il Sole. Cristo infatti è l’intelligenza divina che compenetra il "nostro" Sole e tutti i soli dell’universo, all’interno dei quali vivono entità evolutissime che noi chiamiamo esseri di luce. E il Sole è con noi tutti i giorni e rimarrà con noi fino alla fine dei secoli, cioè fino a quando potrà espletare la sua funzione dal punto di vista psico - fisico.

Questo spiega l’apparente contraddizione delle due profezie pronunciate da Gesù - Cristo: "Io me ne vado e non mi rivedrete più ma rimarrò con voi fino alla fine dei secoli" e "Non vi lascerò orfani, tornerò a voi" ( Giovanni 14,18 ).

Questa volta, però, Gesù non sarà crocifisso e il mondo non tornerà nelle mani di Satana, il tentatore della carne, e di Lucifero, il tentatore dello spirito. Dopo la crocifissione, infatti, la forza luciferica si è impossessata del mondo e il Figlio dell’Uomo ha dovuto trasmettere la Sua verità servendosi degli iniziati. E per la Sua prossima manifestazione personificherà uno di questi iniziati, dopo averlo preparato e solo quando sarà assolutamente certo che tale strumento non potrà fallire. Non ci sarà quindi una nuova incarnazione, Gesù - Cristo non si preparerà un corpo nel seno di una Donna, non ci sarà una nuova Madonna ma una personificazione, visto che gli involucri astrali e spirituali di coloro che lo servono sono più maturi rispetto a quelli di coloro che lo seguivano duemila anni fa. 

Questo perché, per duemila anni, hanno ricevuto la cristificazione e sono quindi pronti ad ospitare non solo il verbo ma anche l’autorità spirituale e i poteri del Maestro. Questi si manifesterà infatti con potenza e gloria: gloria perché la missione si adempie, potenza perché avrà l’autorità ad intervenire, modificando gli eventi negativi causati dagli uomini. Duemila anni fa ha placato una tempesta, ha resuscitato morti, ha guarito, ha giudicato e, oggi potrebbe ripetere questi prodigi. Noi li chiamiamo poteri ma, di fatto, non sono altro che l’espressione di un’altissima tecnologia, di una potentissima scienza in grado di manipolare la luce, così come noi manipoliamo l’argilla. Ed è grazie a questa autorità che Gesù non sarà più crocifisso ma inginocchierà l’anticristo, la forza negativa che viene personificata da esseri spirituali ed umani i cui valori si antepongono a quelli di Cristo e che può essere identificata in coloro che detengono il potere economico del mondo. 

E nella preparazione del suo secondo avvento un ruolo fondamentale è quello rivestito dai due testimoni la cui opera è ampiamente descritta nell’undicesimo capitolo dell’Apocalisse di Giovanni nel quale è scritto: "E io darò ai miei due testimoni di profetare, ed essi profeteranno... Essi hanno il potere di chiudere il cielo onde non cada pioggia durante i giorni della loro profezia; e hanno potestà sulle acque di convertirle in sangue, potestà di percuotere la terra di qualunque piaga, quante volte vorranno. E quando avranno compiuta la loro testimonianza, la bestia che sale dall’abisso moverà loro guerra e li vincerà e li ucciderà... E gli abitanti della terra si rallegreranno... perché questi due profeti avranno tormentato gli abitanti della terra. E in capo ai tre giorni e mezzo uno spirito di vita procedente da Dio entrò in loro, ed essi si drizzarono in piè e grande spavento cadde su quelli che li videro... Ed essi salirono al cielo nella nuvola, e i loro nemici li videro (Apocalisse 11, 3 - 12)".

I due testimoni, quindi, hanno il compito di preparare la Sua venuta istruendo coloro che portano la genetica e chiunque risvegli la propria coscienza ad una nuova era universale, spirituale e priva di oscurantismo. Essi sacrificheranno la loro vita per l’apertura delle coscienze e il loro sacrificio servirà a scuotere la coscienza degli uomini e inizierà così il decadimento dell’impero materiale, della forza materiale. Sacrificare la propria vita in questo caso non significa morire ma lottare contro gli imperi materialisti e vedere la verità ridicolizzata e buggerata agli occhi del mondo. La loro resurrezione simboleggia, però, il trionfo dei valori, il trionfo del bene sul male il quale avverrà grazie al ritorno di un Essere meraviglioso che ha donato la Sua vita solo per dare al mondo una nuova possibilità. E, come è scritto: "Il regno del mondo è venuto ad essere del Signor nostro e del suo Cristo; ed egli regnerà né secoli dei secoli (Apocalisse 11, 15)".

Nicolosi, 4 gennaio 1977 - ore 12,20

GENETICA G.N.A.

Non vi è stato detto che siete nel mondo e non del mondo? La vostra struttura informativa genetica non è D.N.A. ma G.N.A. : genetica cosmica posseduta dai "titani" coordinatori dell’idea creativa. Osservate bene il seguente grafico e studiatelo seriamente e profondamente.

7.465.006 è il numero di coloro destinati a possedere la genetica G.N.A.; cioè la nostra genetica che non è, certamente, di questo mondo. Non vi stupite e non vi rammaricate se sarete rigettati da coloro che posseggono la genetica D.N.A..

La dinamica evolutiva materiale in fase crescente è la risultante della dinamica spirituale in fase crescente e ascensionale proiettata al di là dei valori primordiali creativi - A.B.C.D. - con lo sviluppo della genetica G.N.A.. La vostra coscienza viene spinta al di fuori della coscienza C.D. (uomo - animale), assumendo caratteristiche sostanzialmente diverse e manifestando qualità spirituali, materiali e morali in contrasto con C.D..

La vostra storia è tessuta da flussi e riflussi non certamente comprensibili dall’infima capacità dell’intelligenza, vincolata dai valori creativi ed organizzativi primordiali e da tutti gli altri valori politici, scientifici, religiosi e morali scaturenti e che sono il corredo evolutivo iniziale.

Per coloro che hanno raggiunto il gradino di questa nuova attività genetica comprendere questo mio discorso non è difficile, anche se non credo il momento giusto per ampliarlo ulteriormente. Su questo argomento ci sentiremo ancora.

Intanto vi invito a studiare seriamente e profondamente il grafico che vi ho espresso. A presto.

Pace.

Adoniesis - tramite Eugenio Siragusa

ALCUNI LINK CONSIGLIATI: - LINK 1 - LINK 2 - LINK 3 - LINK 4 - LINK 5

Inoltre obbligò tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, a farsi mettere un marchio sulla mano destra o sulla fronte. Nessuno poteva comprare o vendere se non portava il marchio, cioè il nome della bestia o il numero che corrisponde al suo nome. Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza, calcoli il numero della bestia, perché è un numero d'uomo; e il suo numero è seicentosessantasei
(Apocalisse 13:16-18)

INDIRIZZO AMICO/A: