Il raggiro cosmico: che la gente lo sappia

Di Steven M. Greer, MD giugno 2002 Direttore, The Disclosure Project.

Immaginate quanto segue: è l'estate del 2001, e qualcuno vi si presenta col soggetto per un film o un libro che racconta di come si manifesta un diabolico piano terroristico, quanto entrambe le torri di 110 piani del World Trade Center e una porzione del Pentagono vengono distrutte da aeri di linea dirottati e scagliati contro tali strutture.

Naturalmente vi fareste una risata, e se foste un produttore cinematografico lo rifiuterete in quanto ridicolo e non plausibile, persino per un film o un romanzo. Dopotutto come potrebbe un aereo di linea, seguito sul radar dopo che altri due velivoli si erano già schiantati contro le torri del WTC, passare attraverso le maglie della difesa aerea statunitense e, penetrare nello spazio aereo più sensibile del pianeta, in pieno giorno, col cielo terso come un cristallo, impattare contro il Pentagono! E questo, in un paese che spende oltre un miliardo di dollari al giorno per la propria difesa! Assurdo, illogico - non la berrebbe nessuno!

Sfortunatamente, c'è qualcuno di noi che ha visto questi copioni - e quelli di cose a venire ben peggiori - e non ridendo affatto.

Una delle poche cose di queste recenti tragedie che non vengono per nuocere è che forse, dico forse, la gente prederà seriamente, per quanto inverosimile possa inizialmente sembrare, la possibilità che esista un'oscura entità paragovernativa e transnazionale, la quale ha mantenuto il segreto sulla questione UFO - e sta pianificando una tragica montatura che farà impallidire gli eventi dell'11 settembre 2001.

Le testimonianze di centinaia di rilevatori all'interno del governo, tra i militari e nelle corporazioni, hanno permesso di stabilire questo: che gli UFO sono una realtà, che alcuni di essi sono costruiti nell'ambito di oscuri e segreti progetti "neri" del governo, mentre altri provengono da civiltà extraterrestri, e che un certo gruppo ha mantenuto segreto tutto questo in modo da conservare il possesso e il controllo sulla tecnologia che sta dietro agli UFO - sino al momento giusto. Tale tecnologia può eliminare la necessità di petrolio, gas, carbone, energia nucleare ionizzante e altri sistemi energetici centralizzati ed estremamente distruttivi, e alla fine lo farà.

Questa industria da cinque mila miliardi di dollari - energia e trasporti - al momento è altamente centralizzata, misurata e redditizia. E' quella che manda avanti l'intero mondo industrializzato. E' la madre di tutti gli interessi particolari. Non è una questione di denaro come pensiamo, bensì di potere geopolitico -il vero e proprio potere centralizzato sul quale attualmente si basa il mondo. Quest'ultimo viene mantenuto in uno stato di guerra continua, di povertà senza fine e di devastazione globale dell'ambiente.

Per quanto sia immenso questo gioco, ce n'è uno ancora più grande: il controllo attraverso la paura. Come spiegò il Dr. Wernher Von Braun alla Dr.ssa Carol Rosin (suo portavoce nei suoi ultimi quattro anni di vita), una macchina maniacale - il complesso militare-industriale-intelligence-laboratori - passerebbe dalla Guerra Fredda, agli Stati Canaglia, al Terrorismo Globale (lo stadio in cui ci troviamo oggi) sino all'ultimo asso nella manica: una fasulla minaccia dallo spazio.

Per giustificare infine la spesa di migliaia di miliardi di dollari in armamenti spaziali, il mondo verrebbe ingannato con una minaccia proveniente dallo spazio esterno, unendo così il pianeta nella paura, nel militarismo e nelle guerra.

Sin dal 1992 ho visionato questo copione svelatomi da almeno una dozzina di insider ben piazzati. Naturalmente all'inizio risi, pensando che tutto questo fosse semplicemente troppo assurdo e inverosimile.

La Dr.ssa Rosin diede la sua testimonianza al The Discolsure Project prima dell'11 settembre. Eppure anche altri mi dissero esplicitamente che oggetti che sembravano UFO, ma costruiti e sotto il controllo di progetti "neri" profondamente segreti, venivano usati per simulare - mistificare - gli eventi di apparizioni extraterrestri, compresi alcuni rapimenti e mutilazioni di bestiame, per gettare così i primi semi della paura culturale nei confronti della vita dallo spazio esterno. Mi dissero che a un certo punto, dopo il Terrorismo Globale, si sarebbero manifestato degli eventi che avrebbero utilizzato gli adesso rilevati "veicoli di riproduzione aliena" (ARV, o UFO frutto di retroingegneria, costruiti da esseri umani studiando i velivoli effettivamente extraterrestri; vedere il libro Disclosure dello scrivente) per inscenare un attacco alla Terra.

Come il film Independence Day, si verificherebbe un tentativo di unire il mondo tramite il militarismo usando gli extraterrestri come capri espiatori cosmici (immaginate gli ebrei durante il Terzo Reich).

Niente di tutto questo mi giunge nuovo, e neppure ad altri rivelatori. Report from Iron Mountain, scritto negli anni '60, descriveva la necessità di demonizzare la vita nello spazio esterno in modo che si potesse avere un nuovo nemico - un nemico extraplanetario che unisse gli umani (nella paura e nella guerra) e si dimostrasse il sostegno definitivo per quel complesso militare-industriale da migliaia di miliardi di dollari dal quale metteva in guardia il Presidente repubblicano e conservatore, nonché generale a cinque stelle, Eisenhower (anche allora, nessuno lo ascoltò...).

I PIANI DOPO L'11 SETTEMBRE

Dunque, ecco il copione post 11 settembre un copione che verrà messo in scena a meno che un numero sufficiente di persone non venga informato ed il piano sventato in quanto "loro" non riuscirebbero a ingannare un numero sufficiente di cittadini e leader politici.

Dopo un periodo di terrorismo - durante il quale verrà minacciata, e forse attuata, la denotazione di congegni nucleari, giustificando in tal modo l'espansione della militarizzazione allo spazio - vi sarà un tentativo concerto per presentare al pubblico informazioni riguardanti una minaccia dallo spazio esterno; non semplicemente asteroidi che colpiscono la Terra, bensì altre minacce. Una minaccia extraterrestre.

Negli ultimi 40 anni l'ufologia, come viene chiamata - in combinazione con la poderosa macchina dei media - ha sempre più demonizzato gli extraterrestri grazie a spaventosi film come Independence Day e a certa pseudoscienza che presenta come un fatto della vita moderna i rapimenti alieni e relativi abusi. Che certi esseri umani abbiano avuto contatti con extraterrestri, non ho dubbi; che gli autentici contatti ET siano stati inclusi in un oceano di resconti fasulli, sono certo.

In altre parole, gli autentici eventi ET vengono raramente riportati al grande pubblico. La Macchina garantisce che gli unici visti e letti da milioni di persone siano i resoconti fasulli, spaventosi e intrinsecamente xenofobi. Questo condizionamento mentale a temere gli extraterrestri è stato sottilmente rinforzato per decenni, in 
preparazione dei futuri inganni - di portata tale da far apparire banale l'11 settembre.

Scrivo tutto questo adesso perché recentemente sono stato contattato da svariate fonti altolocate dei media e dell'intelligence, le quali mi hanno chiarito come siano imminenti eventi e reportage fasulli, che tenteranno di mettere in moto la macchina della paura nei confronti di UFO ed ET. Dopotutto, per avere un nemico occorre fare in modo che la gente odi e tema una persona, un gruppo di persone o, in questo caso, un'intera categoria di esseri.

Per essere chiari, i maniacali programmi coperti che controllano la segretezza sugli UFO, sugli ARV e relative tecnologie - tra le quali quelle adatte a simulare eventi extraterrestri, rapimenti alieni e cose del genere - pianificano di depredare Disclosure, gettarlo nel fuoco della paura, e mettere in scena eventi che alla fine presenteranno gli extraterrestri come un nuovo nemico. Non fatevi ingannare.

Queste fesserie, già proposte da innumerevoli libri, video, film, documentari e cose simili, tenteranno di agglutinarsi ai fatti, le prove e le testimonianze di prima mano degli insider del Disclosure Project, e tramite la loro forza traente diffondere nel mondo il cosmico inganno che ritrae falsamente gli ET come una minaccia dallo spazio. Non fatevi ingannare.

Mescolando i fatti con la finzione e falsificando eventi UFO apparentemente terrificanti, il piano prevede infine di creare un nuovo e sostenibile nemico extraplanetario. E chi sarà il più furbo? Voi. Perché adesso sapete che dopo 60 anni, trilioni di dollari e le migliori menti scientifiche del mondo all'opera, un oscuro gruppo segreto - un governo dentro il governo e, tavolta, completamente al di fuori dal governo come noi lo conosciamo - ha ottenuto il controllo delle tecnologie, l'arte dell'inganno e la capacità di lanciare un attacco alla Terra e far sembrare che siano gli extraterrestri.

Nel 1997, portai a Washington un uomo perché illustrasse questo piano a membri del congresso e ad altri. All'epoca tutto il nostro gruppo  si incontrò con lui. Era stato presente alle sezioni di pianificazioni, discutendo quando gli ARV - oggetti costruiti da Lockeed, Northrop et al., e custoditi in località segrete in tutto il mondo - sarebbero stati usati per simulare un attacco su determinate proprietà, facendo credere tanto ai leader politici quanto ai cittadini che c'era una minaccia dallo spazio - quando invece non c'era nulla. Prima che potesse testimoniare, i suoi manipolatori lo fecero sparire in una località segreta della Virginia, sino a quando il briefing non fu terminato... Vi suona familiare?

Il Dr. Werner von Braun mise in guardia da queste falsificazioni, usate come pretesto per portare guerra nello spazio. E molti altri hanno messo in guardia dalla stessa cosa.

Gli armamenti basati nello spazio sono già posizionati: fanno parte di un segreto programma spaziale parallelo in corso sin dagli anni '60. Gli ARV sono costruiti e pronti a partire (vedere il libro Disclosure e il capitolo con la testimonianza di Mark McCandlish er al.). Le tecnologie spaziali di inganno olografico sono posizionate, 
collaudate e pronte a sparare. E i Grandi Media sono una pedina, che adesso riceve istruzioni dalla mano destra del Re.

So che tutto questo sembra fantascienza. Assurdo. Impossibile. Proprio come sarebbe sembrato l'11 settembre prima dell'11 settembre. Ma l'impensabile è accaduto e potrebbe accadere di nuovo, a meno che non siamo vigili.

Combinate tutto questo con l'attuale atmosfera di paura e manipolazione, e c'è il rischio reale che il nostro giudizio collettivo venga offuscato e i nostri diritti costituzionali vengano sospesi.

Ma sappiate questo: se ci fosse una minaccia dallo spazio esterno, l'avremmo dovuto sapere non appena gli esseri umani hanno cominciato a far detonare ordigni nucleari e a recarsi nello spazio con missioni pilotate. Il fatto che stiamo ancora liberamente respirando l'aria della Terra - viste le azioni galatticamente stupide e spericolate di un gruppo segreto, illegale e al di fuori di ogni controllo - fornisce un'abbondante testimonianza delle intenzioni pacifiche e riservate di questi visitatori. La minaccia è totalmente umana. E siamo noi a dover fronteggiare questa minaccia, frenarla e trasformare l'attuale situazione di guerra, distruzione e manipolazione segreta, in una di autentica Rilevazione (nell'originale, Disclosure, ntd) e in un'area di pace sostenuta.

La guerra nello spazio, per sostituire la guerra sulla Terra, non è evoluzione bensì follia cosmica. Un mondo così unito nella paura è peggio di uno diviso dall'ignoranza. Ora è il momento adatto per un grande balzo nel futuro - un balzo che ci porti via dalla paura e dall'ignoranza, in un'era ininterrotta di pace universale. Sappiate che questo è il nostro destino. E sarà nostro, non appena lo sceglieremo.

Steven M. Greer, MD, è il direttore di The Disclosure Project, PO Box 
2365, Charlottesville VA 22902, USA sito web:
www.disclosureproject.org