Paura della Morte

La paura della morte è lo spettro che ossessiona la nostra società e ispira la disperazione del sopravvivere a ogni costo. Il filosofo cinese Chang-Tzu disse a questo proposito:

"La nascità di un uomo è la nascita della sua pena. Più a lungo egli vive, più stupido diventa, perchè la sua ansia di evitare l'inevitabile si fa sempre più acuta. Che amarezza! La sua sete di sopravvivenza nel futuro lo rende incapace di vivere nel presente".

E' la paura dell'oblio, il Giorno del Giudizio o le fiamme dell'Inferno, a seconda della versione di sproloqui alla quale scegliete di credere. Quando Rabbi Furst preparava la sua dispartita per quel grande Cheese Danish nel cielo, potete immaginare il suo terrore riguardo a cosa potrebbe aspettarlo? E' così triste quando la nostra unica punizione è quella che noi infliggiamo a noi stessi.

Noi seguaci del Ballismo non abbiamo paura della morte, nè delle punizioni, perchè non esistono. Soltanto l'Amore esiste - il resto è illusione.

Conoscere questo a un livello profondo vuol dire essere liberi dalla paura che concede controllo alla matrice e senza la quale essa non potrebbe avere la meglio. Sebbene nella nostra condizione all'interno della Matrice, le sostanze chimiche contenute negli alimenti e le frequenze del telefono cellulare abbiano su di noi un'influenza negativa, non è così che deve essere. Anch'esse sono illusioni, più intrecci secondari nel film.

Noi possiamo connetterci ad ambiti della coscienza nei quali le leggi della Matrice non vengono applicate perchè considerate per quello che sono - fantasmi dell'illusione. Quando accediamo a quel livello di consapevolezza siamo in grado di riscrivere il programma del DNA e di smetterla di trovarci alla merce della paura e del dis-agio. La libertà (freedom) è l'assenza del regno della paura (feardom) ed è questa la rivelazione che porterà questo stupido alla sua giusta conclusione.

Tratto da “L’amore Infinito è l’Unica Verità, tutto il resto è illusione“ di David Icke