QUANDO LA NATURA E' MATRIGNA

In questi giorni, assistiamo sgomenti allo scenario di morte e di distruzione causato dall’uragano Katrina in Louisiana e in Mississippi. Di fronte ad una catastrofe di tale portata, siamo inclini ad accusare la natura, che con terremoti, cicloni, eruzioni vulcaniche, alluvioni, epidemie… sembra accanirsi contro un’umanità già prostrata da conflitti, criminalità, crisi politiche, economiche, sociali.

Eppure, anche in questo caso, come per lo tsunami del 26 12 2004 che devastò ampie regioni costiere dell’ Estremo Oriente, provocando un numero spaventoso di vittime, sento odore di zolfo.

Mi spiego: alcuni decenni or sono, fu elaborato negli Stati Uniti un progetto, denominato HAARP, basato sulle geniali intuizioni dello scienziato croato Nikola Tesla. Tale progetto, divenuto realtà, è volto sostanzialmente ad una modificazione del clima su scala mondiale, tramite sofisticate e potentissime apparecchiature capaci di ionizzare l’atmosfera, di creare campi magnetici artificiali, di alterare il moto delle correnti atmosferiche. HAARP è un’immensa selva d’impianti situati in Alaska ed alimentati con l’energia ricavata dai giacimenti di petrolio recentemente trivellati. Tale installazione interferisce con i naturali processi climatici, determinando siccità in regioni in precedenza piovose e viceversa, scatenando rovinosi tifoni come quello che ha colpito il sud degli Stati Uniti nonché altre calamità.

Tesla aveva escogitato un efficace sistema per produrre energia pulita e a basso costo, che inoltre poteva essere agevolmente distribuita a tutti gli utenti. Non solo, lo scienziato slavo aveva studiato il modo per deviare i cicloni (quelli naturali) verso zone disabitate del pianeta, come i deserti e gli oceani.(1)

Ebbene, quei filantropi appartenenti ai vertici militari e politici della più potente plutocrazia del pianeta, a mio parere, per far crescere ulteriormente il prezzo del barile di greggio, per distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica dalla sanguinaria guerra in Iraq e per altri scopi che non è il caso di illustrare qui, impadronitisi dei brevetti di Tesla, morto misteriosamente nel 1948, li hanno impiegati e li impiegano per portare la Terra ed i suoi abitanti ad un punto di non-ritorno entro il 2012.

Ovviamente il pio Bush, nuovo imam della Chiesa fondamentalista made in U.S.A., di fronte all’immane diastro, invita a pregare.

Sì, preghiamo tutti che questa banda di scellerati che governa il mondo intero, al più presto sia smascherata e privata di ogni potere. In confronto a questa masnada, la Natura matrigna, di leopardiana memoria, sembra una genitrice amorevole e premurosa.

Nota 

1) Su Nikola Tesla e HAARP, vedi V. Gambino, D. Benvenuti, Scie chimiche Qualcuno ha deciso di usare il cielo per esperimenti segreti, DVD con opuscolo, Cesena, 2004, pp 31-35.