2014-2015.. ASCENSIONE E IL RISVEGLIO DELLA GHIANDOLA PINEALE

 BACIO AL TERZO OCCHIO!

Un bacio al terzo occhio può essere un’esperienza esaltante.

Bacia il centro della fronte (tra le sopracciglia, ma leggermente un po’ in su) con un pensiero di compassione per quella persona.

Questo attiverà la ghiandola pineale e ghiandola pituitaria della persona e le porterà un senso di sicurezza e benessere.

Prova con amici e familiari che ami e ti prendi cura per loro.

Può essere molto curativo .

Troverete le menzioni di questo gesto in molte antiche scritture, ma non siete obbligati a credere in loro parole.

Quanto meno fatelo e vedrete i risultati.

Provalo e scopri!

 Ho risolto il segreto della mia anima ~ Master Gear Salvat

Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima:

Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere,

QUELLO a cui chiedevo aiuto.

Sono QUELLO che ho cercato.

Sono la stessa vetta della MIA montagna.

Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro.

Sono infatti l’UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.

Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto.

Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l’UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio.

Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.

Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono.

Tre in UNO è quello che sono e l’inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo.

Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai.

Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.

Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l’eternità.

LA PINEALE: Guarigioni e attività sovrumane concentrandosi sul sole?

La ghiandola pineale è fortemente collegata alla luce solare per questo motivo molte tradizioni consigliano di svegliarsi molto presto e meditare e osservare il sole all’alba. Lo stesso motivo per cui le popolazioni in cui vi è molto sole le donne e gli uomini sviluppano prima ed hanno una maggiore fertilità.

A quanto pare la NASA ha confermato che sole guardando fisso è una pratica valida per sviluppare facoltà superumane e per guarire il corpo. Ho provato a seguire le fonti, ma non ho trovato alcuna certezza. Quindi, così com’è, non ci sono prove della NASA, tuttavia il soggetto è davvero interessante e merita una lettura.

Mai voluto essere in più di un posto alla volta? Esatto, sto parlando di abilità sovrumane che possono essere ottenute da chi segue il protocollo conosciuto come Sun-Gazing, “guardando il sole”, una pratica valida recentemente confermata dalla NASA. Molti sostenitori di questa antica tecnica, usata da molte culture come i Maya, gli Egizi, Atzechi, Tibetiani e Indiani, riportano non solo benefici di guarigionee alle comuni malattie, ma anche l’ottenimento di abilità da super umano come un’avanzata telepatia e l’aver non bisogno di cibo.

Cos’è il Sun Gazing (guardare dritti il sole)?

Sun gazing (anche conosciuto come sun-eating, “mangiando il sole”) è una pratica di introduzione graduale alla luce solare nei tuoi occhi, al più basso momento del giorno per i raggi ultravioletti – alba e tramonto. Chi insegna la pratica parla di svariate regole. Primo, deve essere fatto nelle ore subito dopo l’alba o prima del tramonto per non danneggiare gli occhi. Secondo, essere a piedi nudi, in contatto con la terra – sabbia, sporcizia, fango; e finalmente si può iniziare con i primi 10 secondi del primo giorno, incrementando a intervalli di 10 secondi per i giorni seguenti. Seguendo queste regole si ottiene una procedura sicura, dicono i sostenitori. Nikolai Dolgoruky, ucraino, si fa chiamare un “sun-eater” (mangiatore del sole). Praticante da 12 anni, è stato sostenuto dai raggi solari sin da quando ha cominciato. Altri hanno riportato la perdità del bisogno di cibo dopo appena 9 mesi di pratica (nei quali si esercitavano per un massimo di 44 minuti). Dopo 9 mesi di pratica, si ha bisogno solo di camminare a piedi nudi per 45 minuti al giorno, 6 giorni di fila per incrementare il processo. Sun-gazing è una pratica chiamata anche fenomeno HRM, coniata dopo Hira Ratan Manek, l’uomo che si sottometteva alla NASA per test scentifici, per conferma dei suoi poteri supernaturali come l’abilità di non mangiare ottenuta grazie alla pratica di questa meraviglia. Fondato dalla NASA, una squadra di dottori all’Università della Pennsylvania, osservò Hita 24 ore al giorno, 7 giorni a settimana per 100 giorni. La NASA confermò che era abile a sopravvivere durante le ore solari con occasionalmente solo una piccola quantità di latte o acqua.

Cosa succede al corpo durante il Sun-Gazing?

Durante i primi 3 mesi di pratica, l’energie solari si muovono nei tuoi occhi e ricaricano il tratto dell’ipotalamo, dicono i sostenitori e praticanti. L’ipotalamo è il tratto che dalla retina porta al cervello. Esso poi, si attiva dal rifornimento d’energia ricevuta dal sole. Prima si ha un’esperienza di rilievo della tensione mentale e delle preoccupazioni, il quale la maggior parte delle volte sono ricevute dal cibo che mangiamo. Dal momento che il cibo che mangiamo è l’energia solare, non ci dovremmo neanche più preoccupare della digestione. Sebbene la fame cesserà, è bene continuare a mangiare regolarmente durante il periodo iniziale, fino a che l’appetito sparisce naturalmente. Un altro beneficio è l’essere più confidenti e l’abilità di risolvere problemi più facilmente, poiché si è senza tensioni emotive. Ciascuno di noi ha un minimo di psicosi, ma durante i primi mesi di pratica, è riportato che queste attitudini sono portate a sparire e un senso positivo di gratitudine rimpiazza la vecchia personalità piena di paure. Alla fine dei 3 mesi, il sun-gazing aumenterà a 15 minuti al giorno. I sostenitori dicono che le cattive qualità scompariranno gradualmente e quelle buone rimarranno, spiegando che quelle cattive si sviluppano solo in assenza di sole. Rabbia, paura, gelosia, lussuria – sono per scomparire e rimpiazzate dalla confidenza e dalla “conoscenza spirituale”. A 3-6 mesi, gli studi mostrano che le malattie fisiche iniziano a scomparire. Si dice che quando una persona arriva ai 30 minuti al giorno (dai 10 secondi iniziali), tutti i colori del sole vanno al cervello. I terapeuti del colore attribuiscono la loro guarigione di alcune malattie inondando il corpo e il cervello con il colore particolare che manca – a seconda del disturbo. Per esempio, in malattie del fegato, è il verde quello mancante. I reni hanno bisogno di rosso, e il cuore di giallo. Tutti gli organi rispondono a differenti colori dell’arcobaleno, per questo si raccomanda da sempre una dieta ricca di svariati colori. E’ raccomandato durante un periodo di 3-4 mesi di usare l’autosuggestione per vedere il tuo corpo migliorato dalle malattie. Quest’azione faciliterà il processo. Come si continua il processo, si segnala che dopo 6 mesi, l’energia immagazzinata dalla tecnica non è più utilizzato per riparare il corpo o la mente e può muoversi ora in voi il sostegno ad acquisire abilità più super-umane.

Cosa c’è dietro la guarigione?

Per sette mesi e mezzo di pratica, ora a 35 minuti, il bisogno e desiderio di cibo sta diminuendo. Secondo gli esperti, il cibo non è effettivamente necessario per mantenere il corpo, solo l’energia del sun eating provvede a questa energia. Entro nove mesi, tutto il gusto per il cibo, tra cui aroma, tutti i dolori della fame e voglie scompaiono. Coloro che si addentrano fino a questo punto dicono che riportano un ‘cambiamento’ evidente nel modo in cui il loro cervello si sente. Dopo 9 mesi di guardare il sole – raggiungendo un massimo di 44 minuti – è consigliabile di arrendersi al sole e reindirizzare la vostra attenzione ora alla Terra. Per 6 giorni di fila, uno è quello di camminare a piedi nudi sulla terra, 45 minuti al giorno. Durante questo camminare a piedi nudi, la ghiandola pineale si attiva. I sun-gazer e chi gli scenziati dicono che ogni dito è collegato ad una ghiandola specifica, e grazie al camminare a piedi nudi sulla Terra, si attivano queste ghiandole. L’alluce è pensato per essere allineato con la ghiandola pineale, il secondo dito con la pituitaria, poi l’ipotalamo, talamo e infine la punta mignolo correla alla amigdala. Camminando a piedi nudi, con il sole ormai cadente sulla parte superiore della testa, si crea una sorta di campo magnetico dentro e intorno al corpo che voi e il vostro cervello vi ricaricate. A quanto pare questa parte del camminare a piedi nudi è l’aspetto più importante della pratica. Continuando a camminare sulla Terra, si attiva la magia. La ghiandola pineale si attiva sempre più da questa procedura dei piedi. L’intelletto è detto ad aumentare, insieme con la memoria. La ghiandola pineale è dotato di funzionalità di navigazione e psichiche, cioè la telepatia, la possibilità di volo … che ora stiamo ottenendo da qualche parte! Avete mai pensato al desiderio di avere il vostro corpo in più di un luogo in un momento? Beh, il sun-gazing si dice che sia la chiave magica per tali abilità. Se si può camminare a piedi nudi 45 minuti ogni giorno per un anno – sei d’oro. A quel punto, solo un mantenimento di 3-4 giorni a settimana è necessario per mantenere le capacità che avete acquisito.

Ci sono pericoli?

Medici e professionisti dell’ottica mettono in guardia nel guardare direttamente il sole, dicendo che danneggia la retina. Tuttavia, se fatto correttamente, al momento giusto della giornata guardare il sole, gli studi dimostrano che vi è alcun rischio di danneggiare gli occhi. Coloro che sono stati sun-gazer per molti anni hanno avuto i loro occhi controllati per mostrare nessun danno, anche se si consiglia di avere gli occhi controllati nelle prime settimane di pratica, in modo da poter conoscere di persona gli effetti.

Conclusione

Ricordate, è 10 secondi il primo giorno, all’alba o al tramonto, aggiungendo 10 secondi ai giorni seguenti che ci saranno dopo. Dopo 90 giorni di osservazione cumulativa pari a 44 minuti, si cessa l’osservazione del sole e si avvia il camminare a piedi nudi 45 minuti al giorno per 6 giorni. A questo punto, possiamo immaginare, hey – se hai fatto tutto fino a questo punto, che cosa è un anno di camminare a piedi nudi un’ora al giorno per mantenere il tutto? Dovrete provare e vedere di persona. Se siete veramente interessati ad acquisire le abilità super-umane, confermate da organizzazioni come la NASA, come quelli di cui sopra, rimirare il Sole suona come un percorso abbastanza semplice per l’illuminazione.

Per saperne di più sul sun-gazing e come altri hanno fatto, visitare il sito Web su Sun-Gazing. Per la prima parte del stupefacente documentario sul sun gazing vai sul sito da cui é tratto questo articolo

ALCUNI LIBRI A TEMA: LINK - LINK2 - LINK3 - LINK4

VIDEO VOYAGER - RISVEGLIO GHIANDOLA PINEALE  2012..

“O uomo di esistenza, chiudi gli occhi alla tua fisicità per vedere la realtà dell’esistenza in tutti i regni dell’universo..”

> IMPORTANTE > LEGGI L'ARTICOLO: IL SEGRETO VRIL

INCREMENTO DELL'ENERGIA UMANA

Tante parole hanno trattato l’umano come apparato di volontà divina. Dio crea l’universo producendo sottili energie in un atto di volontà divina. Questo può essere confrontato al processo in cui le scintille sono generate da una singola fonte di fuoco. Il pensiero e la volontà divina o universale si manifesteranno tramite le dimore spirituali collettive, che sono i veicoli tramite i quali l’Immanifesto appare. La volontà divina è l’essenza creativa animica dell’astratto ed eterno movimento nel cosmo. Come principio eterno non è spirito o sostanza, ma idea immortale. Nel suo senso astratto, è una gerarchia di forze intelligenti che emanano dall’aggregato degli esseri, visibili e invisibili, che sono la stessa natura. Le cosiddette leggi della natura sono l’azione e l’interazione delle coscienze e delle volontà combinate che pervadono il cosmo. La volontà fluisce in fiumi di luce e vita dal Logos primordiale. Questi fiumi, che seguono i percorsi della circolazione universale, ci arrivano dal cuore centrale del sistema solare.

Il corpo eterico o vitale è uno dei corpi sottili nelle filosofie esoteriche. La psyche threptikon di Aristotele (anima vegetativa o nutritiva) si può paragonare al corpo eterico. Nella Teosofia, il principio del Prana è definito come la forza vitale, che sostiene la vita, degli esseri viventi e l’energia vitale in tutti i processi naturali dell’universo. La sua prima esposizione viene dalle Upanishad, essa è parte del reame fisico, sostiene il corpo ed è madre del pensiero, quindi anche della mente. Il Prana pervade ogni forma vivente, ma non è in sé Atma o l’anima individuale. Il corpo Astrale è conosciuto anche come corpo Animico, l’Abito Nuziale d’Oro, la Pietra Filosofale, chiamato in alcune filosofie antiche l’Anima di Diamante (“perché è una gemma luminosa, brillante e scintillante, gioiello inestimabile”) e verrà evoluta dall’umanità nel complesso.

[ NdR: in verità, ad essere chiamato anche con i nomi di “Corpo di Diamante, Corpo di Gloria, Corpo di Luce o MerKaBah, Abito Nuziale, ecc.” è il cosiddetto “Corpo Astrale Solare” o “Corpo Causale”, e non il semplice “corpo astrale” (che è detto anche “corpo astrale lunare”)! ]

L’Anima Mundi (Latino) è l’anima del mondo, uno spirito puro eterico, che secondo alcuni antichi filosofi si diffonderà in tutta la natura. Si pensava che animasse tutta la materia, nello stesso senso in cui l’anima agisce per l’umano. Il filosofo Anaxagoras di Clazomenae, nato circa nel 500 A.C., ha introdotto un nuovo fattore, NOUS (mente), che dispose tutte le altre cose nel proprio ordine, mettendole in movimento e continuando a controllarle. Platone tendeva a trattare la NOUS come l’unica parte immortale dell’anima. Quindi qual è il Punto d’Incontro tra Cielo e Terra? Qual è il meccanismo descritto dai saggi come “sulla terra come nei cieli?”

La Nous nella Cristianità Ortodossa Orientale è l’occhio dell’anima. Come l’anima dell’uomo, è creata da Dio, l’anima dell’uomo è intelligente e noetica. San Talassio scrisse che Dio creò esseri “con la capacità di ricevere lo Spirito e di ottenere la conoscenza di Sé; Egli portò in esistenza i sensi e la percezione sensoria a servizio di tali esseri”.
I Cristiani Ortodossi Orientali sostengono che Dio fece questo creando l’umanità con intelligenza e facoltà noetiche. Gli Angeli hanno l’intelligenza e la nous, mentre l’uomo ha la ragione, la nous e la percezione sensoria. Questo segue l’idea che l’uomo sia un microcosmo e una espressione dell’intera creazione o macrocosmo; è tramite la nous guarita e corretta e l’intelligenza che l’uomo conosce e fa esperienza di Dio.

Ancora però non abbiamo risposte per la scienza della Noosfera, Nousfera collettiva, la scienza dell’Anima Mundi. La Noosfera può essere vista come sfera del pensiero umano che deriva dalla parola greca che significa mente nel senso di atmosfera e biosfera. Nella teoria originale di Vernadsky, la noosfera è la terza in successione, delle fasi di sviluppo della Terra, dopo la geosfera (materia inanimata) e la biosfera (vita biologica). Come l’emergere della vita ha trasformato fondamentalmente la geosfera, l’emergere della congizione umana trasforma fondamentalmente la biosfera. In contrasto al concetto di Gaia o dei promotori del ciberspazio, la noosfera di Vernadsky emerge quando l’umanità, tramite la padronanza del processi nucleari, inizia a creare risorse con la trasmutazione degli elementi. La parola viene usata a volte come riferimento alla coscienza transumana che emerge dalle interazioni tra menti umane. Questa è la visione proposta dal teologo Pierre Teilhard de Chardin, il quale aggiunse che la noosfera si evolve verso una integrazione sempre maggiore, culminando nel Punto Omega, che lui vedeva come l’obiettivo ultimo della storia.

Figura 1: Occhio-Cervello - immagine rispecchiata

L’Akasha è la parola Sanskrita per etere, sia nei sensi elementali che mitologici. Nell’Induismo l’Akasha significa le basi e l’essenza di tutte le cose, la fonte di tutto ciò che esiste. Uno dei cinque principali elementi, la sua prima caratteristica è Shabda (suono). Nel misticismo Hindu questa Akasha (in lingua Hindi, Akash significa cielo) si pensa sia il principio primario della natura, dal quale nascono gli altri quattro, fuoco, aria, terra e acqua. Questi cinque principi rappresentano anche i cinque sensi dell’essere umano. Lo psicologo Rupert Sheldrake descrive l’Akasha come la risonanza morfica in cui le azioni e i pensieri umani creano onde, come increspature in uno stagno, che quindi influenzano tutta l’umanità. Un filosofo moderno e teorico dei sistemi molto conosciuto, Ervin Laszlo, parla del Campo Akashico come il Campo di Informazione Universale. Nel suo recente libro intitolato “Science and the Akashic Field”, Laszlo afferma che il Campo Akashico è un mare di informazione che raccoglie tutta l’esperienza di tutta la materia. Il Campo Akashico è simile ad una coscienza cosmica o collettiva. E’ stato chiamato in molti modi, anche Mente Cosmica, Mente Universale, Inconscio Collettivo o Subconscio Collettivo, che spiegherebbe anche la percezione psichica.

Figura 2: L’occhio che tutto vede - la riconnessione magnetica terrestre. Anima Mundi

L’Occhio della Provvidenza o l’occhio che tutto vede, è un simbolo che mostra un occhio circondato da raggi di luce, solitamente racchiuso da un triangolo. A volte viene interpretato come l’occhio di Dio che osserva l’umanità. In teologia la Divina Provvidenza o semplicemente la Provvidenza, è la sovranità, la sovrintendenza di Dio sugli eventi nella vita delle persone e nella storia. Nella sua forma corrente il simbolo apparve in occidente nel 17° e 18° secolo, ma sue rappresentazioni si ritrovano nella mitologia Egizia come l’Occhio di Horus. Tuttavia è prima nel Buddismo che l’occhio viene associato alla triplicità. Anche Budda viene definito l’Occhio del Mondo nelle scritture Buddiste (Mahaparinibbana Sutta) e viene rappresentato come trinità nella forma di un triangolo, conosciuto come Tiratna o Tripla Gemma. Immagini del 17° secolo dell’Occhio della Provvidenza a volte lo rappresentano circondato da nuvole. L’aggiunta seguente di un triangolo chiuso si vede più esplicitamente a riferimento della trinità, nel Cristianesimo.

Figura 3: L’anima della Terra connessa al cosmo nella riconnessione magnetosferica

Il fondamento biologico dell’occhio della mente non sono ben comprese. Studi alla MRI hanno mostrato che corpo genicolato laterale e l’area V1 della corteccia cerebrale vengono attivati durante esercizi di immaginazione mentale. Come umani, abbiamo l’abilità di vedere con l’occhio della mente, di avere un’esperienza percettiva in assenza di stimoli visivi. Per esempio, le scansioni PET hanno mostrato che quando persone sedute in una stanza, immaginano di essere davanti alla porta di casa e di camminare a sinistra o destra, l’attivazione ha inizio nella corteccia dell’associazione visiva, nella corteccia parietale e prefrontale, tutti centri superiori di elaborazione cognitiva del cervello. Il campo elettromagnetico del cervello è la stessa coscienza e causa la percezione di una locazione unitaria. La natura bipolare del cervello umano è risultato della natura bipolare del campo magnetico della Terra. L’aura umana nella sua funzione è legata molto alla magnetosfera e alle frequenze di risonanza della Terra. L’occhio umano e la funzione della vista umana, tramite il processo dell’illuminazione fotonica, della distorsione della lente, della creazione di immagine nella macula, dell’inversione d’immagine nel cervello, risulta nella precezione della realtà materiale.

La magnetosfera della Terra e la sua connessione ai raggi solari e al vento solare, ha una similarità funzionale e simbolica col processo della visione umana. L’Occhio del Mondo guarda sempre verso il Sole, come gli angeli sono sempre voltati verso Dio. Infatti, la magnetosfera della Terra è sempre puntata come un occhio che fissa il Sole.
A. L. Chizhevsky immaginava chiaramente lo schema fenomenologico dell’influenza cosmica sulla biosfera. Alcuni processi dello spazio cosmico influenzano il nostro ambiente modificando i parametri dei fattori che influenzano direttamente gli organismi viventi. Questi fattori sono di natura elettrica. La natura elettrica del cervello umano e il fatto che le frequenze di risonanza del pianeta sono in relazione alle frequenze della coscienza umana, è legato intrinsecamente all’universo elettrico tramite il trasferimento di spirito-materia dell’Anima Mundi. Possiamo dire che tutti gli esseri animati sono oscillatori, che pulsano e modificano il proprio ritmo. Il corpo eterico in essenza possiede una base materiale elettromagnetica. Gli esseri umani sono caratterizzati da certi schemi ritmici, soggetti a morte fisica e all’esperienza dello spirito reincarnato, immagazzinata come ologramma nel Campo di Informazione Universale.

Figura 4: Anima Mundi correlata al cosmo

Vernadsky evidenzia le due principali premesse sulle quali funziona la vita, culminando nella sua elaborazione del concetto di Noosfera. Il primo è il principio di Christiaan Huygens, per cui la vita esiste in tutto l’Universo e non solo qui sulla Terra, una tesi che Huygens ha sviluppato nel suo libro del 1698, Cosmotheoros. La sua premessa fondamentale seguente era basata sulla tesi di un dottore Fiorentino del 16° secolo, Francesco Redi, che disse “Tutta la vita viene dalla vita”.

Il campo magnetico della Terra agisce come bozzolo per il trasferimento di spirito-materia dell’Anima Mundi. I poli magnetici nord e sud della Terra sono manifestazioni duali del cervello dell’Anima Mundi. La Terra come essere collettivo, è aperta al Vento Solare col suo occhio magnetico. Il Vento Solare è il sangue dell’essere collettivo Sistema Solare ed è il carburante per l’Anima Mundi. La riconnessione magnetosferica della Terra e la sua perpetua inversione, agisce come ricevitore di questo trasferimento di anima-materia. Tutte le anima incarnate sono passate attraverso i cancelli del cuore dell’Anima Mundi, la riconnessione magnetica della Terra. L’oscillazione armonica della riconnessione magnetica è l’essenza della relazione tra anima elettromagnetica della Terra (macrocosmo) e umana (microcosmo), come le armoniche del Cuore umano. Essenzialmente, la frequenza e le armoniche fondamentali del cuore umano sono simili alla frequenza e alle armoniche della riconnessione magnetica della Terra. Le lunghezze d’onda delle frequenze del cuore umano corrispondono alla regione magnetosferica terrestre nel range tra 23 e 40 raggi terrestri (X-line).

Figura 5: funzione elettromagnetica kundalini sole-terra

Free Energy per tutti gli Umani come Dei

Circuito elettrico divino onnipervadente – Serie infinite di Bobine di Tesla

Il Sole=Fonte
Riconnessione Magnetosferica=divario Scintilla (timer vibratorio)
Fasce di Van Allen=Condensatore (immagazzinamento)
Linee del Campo Terrestre, Lay Lines=trasmettitori primari
Umani=Bobine secondarie

Gli esseri umani accumulano energia vivente nel centro della radice, alla base della spina. L’ascesa della Kundalini è il meccanismo di trasferimento energetico per il corpo eterico umano. Il flusso spinale della kundalini, in tre parti, include i centri vibratori più importanti dell’organismo umano: la radice, il cuore, la mente diamante.

Il Sole come fonte di energia vitale del Sistema Solare, agisce come centro radice nel trasferimento di energia. I tre importanti centri vibratori relativi alla kundalini del Logos Solare, sono il Sole (radice), la riconnessione magnetica della Terra (cuore) e il campo magnetico bipolare come Mente Diamante o Anima Mundi. Il vento solare è un meccanismo di trasferimento energetico per l’ascensione di impulsi elettrici tramite la spina dorsale umana.

Figura 6: Il cosmo come serie infinita di circuiti LC risonanti

La percezione umana del tempo è strettamente legata alla nascita e alla morte. Attraverso le ere, le civiltà hanno tentato di spiegare la realtà tramite i cicli dei corpi celesti. Gli umani hanno creato molti calendari e calcolano ancora le ere su basi religiose. Le date moderne sono sincronizzate ai calendari Gregoriano, Giuliano o Ebreo, organizzati dalle autorità religiose. Quindi la nostra percezione del tempo non solo è inerente alla religione, ma localizzata nei cicli del nostro pianeta, del moto e della rivoluzione di Sole e Luna. L’oscurato calendario degli antichi pagani emerge nel moderno calendario Cristiano in cui gli eventi celesti sono mistificati in cerimonie religiose e non compresi dall’uomo comune. HRONOYA è una profezia per la nuova umanità, che apre le porte ad una comprensione globale dell’importanza dei cicli temporali della coscienza e dell’adozione di un nuovo pensiero scientifico del Tempo, la Nuova Scienza del Tempo.

La continuità di Tempo e Spazio è poco compresa. Dispositivi e tecnologie di misurazione, creati e adottati per la nostra percezione, limitano ulteriormente l’abilità dell’umanità di seguire il suo proposito galattico.

Infatti, il “progresso scientifico” sta in realtà spingendo questa conoscenza ad un vicolo chiuso. Le abilità ereditate geneticamente dagli umani per percepire l’eternità, viene distrutta se ci concentriamo sulla soddisfazione sensoriale e la sincronizzazione dei cicli del corpo alle frequenze distruttive. Il tipico giorno di lavoro umano accieca la coscienza e intorpidisce la sintonia del cervello, cosa che rende impossibile all’uomo comune l’esperienza delle frequenze oltre quelle locali. L’esuberanza irrazionale e il consumo distruttivo delle risorse, hanno già scritto un nuovo ciclo dell’umanità. Sulle rovine di oggi, una nuova razza umana troverà la via cosmica.

HRONOYA porta la metafisica a divenire fisica nuova. La soluzione alla schiavitù dei cicli innaturali è comprendere il tessuto del tempo e la sua relazione con materia e spazio. Lo spettro elettromagnetico viene percepito come Spazio e il Tempo viene percepito come vibrazione dello spettro elettromagnetico. Il cosmo percepito è di natura elettrica. Costituisce una serie infinita di circuiti LC (induttivi/capacitivi), dove la MASSA viene percepita come immagazzinamento di TEMPO (differenza di potenziale) che ha la propria frequenza esistenziale.

La chiave per capire questo concetto ci viene mostrata dal meccanismo campo magnetico-rotazione terrestre e connessione Sole-Terra tramite il respiro del vento Solare. L’anima del mondo (Anima Mundi) percepisce il Tempo attraverso l’interazione del Vento Solare e della riconnessione magnetica della Terra. Questo è il punto di unità degli opposti nella magnetosfera bipolare della Terra. Quindi il respiro di particelle Solari da parte della Terra, induce Massa nel nostro condensatore planetario. HRONOYA è unificare elettricità, magnetismo e gravità nel punto della riconnessione magnetica di un Veicolo di Massa in Rotazione Perpetua.

La profezia di HRONOYA descrive il meccanismo del Rispecchio Temporale, un apparato che funziona come risonatore della riconnessione magnetica della Terra (l’Anima Mundi). Gli Specchi Temporali saranno usati dagli umani per creare aperture nel tessuto dello spazio-tempo. Gli Specchi Temporali cambieranno la percezione umana di energia come consumo di tempo, piuttosto che di massa.

“La torre venne distrutta due anni fa, ma i miei progetti vengono sviluppati e un altro di essi, migliorato in alcune caratteristiche, sarà costruito…Il mio progetto è stato ritardato dalle leggi della natura. Il mondo non era pronto. Era troppo avanti nel tempo, ma le stesse leggi prevarranno alla fine e lo faranno trionfare”. -Nikola Tesla, 1919.

Tesla provò il suo trasmettitore Wardenclyffe a piena capacità il 15 giugno 1903. Quella notte i cittadini di New York videro l’evento, eccezionale per la scienza futura. Filamenti luminosi di plasma elettrico, più lunghi di centinaia di miglia, collegarono la cupola sferica di Wardenclyffe col cielo. Il giorno seguente il “New York Sun” scrisse che le persone vicine al laboratorio di Tesla a Long Island, erano molto interessate ai suoi esperimenti sulla trasmissione di energia senza fili. Le ultime notti avevano visto fenomeni strani, fulmini multicolore prodotti dallo stesso Tesla, quandi l’infiammazione di strati d’atmosfera a diverse altitudini e lungo il territorio. La notte era divenuta giorno. Wardenclyffe venne usata per fare oscillare la ionosfera. Dato che la differenza di voltaggio tra la superficie della Terra e la ionosfera costituisce circa due miliardi di volt, la Torre oscillava continuamente su armoniche superiori ed inferiori dell’oscillazione ionosferica, fino alla piena coincidenza con essa in fase (fino a risonanza) e poteva scaricarla allo stesso modo in cui si scaricano i condensatori comuni.

Figura 7- 8: Nikola Tesla e la torre Wardenclyffe

L’obiettivo di Tesla era costruire una struttura di comunicazione mondiale prototipale. Questa sarebbe stata uno di molti impianti wireless da posizionare vicino ai principali centri popolati del mondo. Se il programma si fosse mosso senza interruzioni, il prototipo di Long Island sarebbe stato seguito da altre stazioni, la prima lungo la costa sud dell’Inghilterra. Facendo esperimenti con frequenze elettromagnetiche ultra basse e ultra alte, Tesla riuscì ovviamente a determinare la frequenza e il tipo di modulazioni, forniti dal corpo sottile delle persone viventi. La natura dell’influenza della musica sull’uomo è la stessa della sua influenza sul mondo delle cose e degli eventi, perchè la vibrazione è la base di tutto. La frequenza delle vibrazioni delle particelle subatomiche è molto elevata e le onde al centro del nucleo subatomico sono più rapide. Le vibrazioni di tutte le energie radianti (onde radio, calore, luce, …) potrebbero essere regolate. Lo spettro elettromagnetico in tale considerazione, contiene più di 80 ottave conosciute e la luce visibile è solo parte di questa gamma. Le onde elettromagnetiche come le onde acustiche nella musica, hanno i propri toni elevati armoniosi e seguono una specie di principio dell’ottava, raddoppio di frequenza. Le leggi della musica e dell’armonia applicate all’elettromagnetismo, danno risultati splendidi. Questo è il perchè Nikola Tesla usò i lavori di Herman Helmholz sul suono, nei suoi risonatori elettrici. Il lavoro di Nikola Tesla sul sistema mondiale e la sua visione sulla trasmissione elettrica senza fili, furono i primi tentativi nella storia recente, di eccitare l’Anima Mundi. Il sistema mondiale di Tesla è la base dell’esistenza multidimensionale dell’umanità.

Le Risonanze di Schumann sono un gruppo di picchi di spettro nelle frequenze estremamente basse (ELF), una porzione dello spettro del campo elettromagnetico della Terra. Le risonanze di Schumann sono risonanze elettromagnetiche globali, eccittate dalle scariche dei fulmini nella cavità formata dalla superficie della Terra e dalla ionosfera. Le prime osservazioni documentate delle risonanze elettromagnetiche globali vengono dal lavoro di Nikola Tesla nel 1905 e hanno formato la base per il suo schema della trasmissione elettrica wireless. La risonanza di Schumann avviene perchè lo spazio tra la superficie della Terra e la ionosfera conduttiva, agisce come guida d’onda. Le dimensioni limitate della Terra fanno agire quesa guida d’onda come cavità risonante per le onde elettromagnetiche nella banda ELF. La cavità viene eccitata naturalmente dall’energia dei fulmini. Le modalità della risonanza di Schumann vengono osservate nello spettro del rumore di fondo elettromagnetico, come picchi separati nelle frequenze estremamente basse (ELF), attorno ai 7.8, 14.3, 20.8, 27.3 e 33.8 Hz.

La modalità fondamentale della risonanza di Schumann è un’onda stazionaria nella cavità ionosferica, con una lunghezza d’onda equivalente alla circonferenza della Terra. Questa modalità a bassissima frequenza e altissima intensità della risonanza di Schumann, avviene approssimativamente a 7.8Hz. Ulteriori modalità di risonanza appaiono ad intervalli di circa 6.5Hz, una caratteristica attribuita alla geometria sferica dell’atmosfera. Queste frequenze sono nella stessa gamma delle onde cerebrali. Variano in intensità localmente e temporalmente, a seconda della distanza tra la superficie della terra e la ionosfera, che formano due strati conduttivi separati da uno strato isolante. Queste onde ELF sembrano amplificare le onde cerebrali.

Figura 9: Vento Solare-sangue dell’Anima Mundi

Studiando il possibile influsso sugli ogranismi viventi e le loro società ecologiche, dei distubi fisici di origine cosmica e terrestre (elettrici e magnetici, onde elettromagnetiche e parametri di fluttuazione in tutte le frequenze..) possiamo capire l’essenza del problema delle connessioni cosmo-biosfera.

Il LOGOS, l’essere del Sistema Solare, è in effetti una creazione vivente. Il Sistema Solare è un tipo speciale di intelligenza organizzata. Come il sangue umano è essenziale trasportatore di vita e programmi genetici olografici, il Vento Solare agisce come sangue nel Sistema Solare. Il sangue e il plasma sono essenziali per preservare la vita, come il plasma cosmico è essenziale per soffiare la vita nell’Anima Mundi. Le alterazioni fisiche della Terra stanno divenendo irreversibili.

Esistono forti evidenze per cui queste trasformazioni vengano causate da materiale altamente carico e da una non uniformità energetica nello spazio interstellare anisotropico penetrata nell’area interplanetaria del nostro Sistema Solare. Questa “donazione” di energia sta producendo processi ibridi e stati energetici eccitati in tutti i pianeti, come nel Sole. I processi climatici e della biosfera sulla Terra (tramite un sistema di retroazione), vengono direttamente influenzati dai processi nel Sistema Solare. Queste tendenze possono essere tracciate nella direzione della capacità energetica del pianeta (capacitanza), che porta a stati altamente eccitati di alcuni sistemi della Terra, come la generazione di plasma nella Ionosfera, a tempeste magnetiche nella Magnetosfera e a cicloni nell’Atmosfera.

Figura 10: Aurora Boreale (NASA)

L’aurora e alcuni fenomeni come i fulmini globulari e le luci del terremoto, sono fenomeni del plasma. Tutti questi sono formati da plasma o gas ionizzato che rispondono molto sensibilmente a modifiche nel campo magnetico della terra e all’influsso delle particelle cariche dal vento solare o dal mezzo interplanetario. Gli esperimenti col plasma hanno rivelato che un vento solare incrementato produrrebbe una aurora nella forma di un’elevata corrente z-pinch o corrente Birkeland e complesse instabilità solo recentemente analizzate. Molto similmente all’aura del corpo umano, la magnetosfera della Terra mantiene i nostri pensieri collettivi, le nostre sensazioni e le nostre coscienze, il campo della mente planetaria. L’aurora borealis agisce come aureola della Coscienza Cristica collettiva, un aspetto della coscienza collettiva che si ricoscosce come UN SINGOLO ESSERE, convergendo ad una unione spirituale con l’universo.

Pierre Teilhard de Chardin ha insegnato che l’umanità si sta evolvendo in un’altra forma e che “tutto ciò che si eleva, converge”. L’umanità, ha detto, sta convergendo verso un Punto Omega, nel quale la coscienza collettiva troverà l’unità. Secondo Teilhard, il Cristo è la forza che sta dietro una Coscienza Cosmica Collettiva dell’Uomo, che culminerà nell’emergere di un Cristo Cosmico, l’Avatar dell’Amore. Carl Jung pensava che l’incoscio collettivo contenesse l’intera eredità spirituale dell’evoluzione dell’umanità, rinata nuovamente nella struttura cerebrale di ogni individuo. Con i profeti, non è inconscio, ma conscio e parte della mente oggettiva attraverso lo spirito, non la mente soggettiva. Sono state scritte storie meravigliose da umani collegati alla collettività globale, aperti alla percezione galattica. Qual’è l’immediata materializzazione dell’esistenza multidimensionale infinita di cui parlano? Come il Tempo si Ferma per ogni essere vivente? Come l’Avatar dell’Amore si presenterà a noi nel mondo vivente?

Figura 11-12: l’Aurora dallo spazio (NASA) e Riconnessione magnetosferica (ESA)

L’accoppiamento Vento Solare-magnetosfera tramite riconnessione è un aspetto fondamentale delle dinamiche magnetosferiche. L’energia dal vento solare viene trasferita nella magnetosfera terrestre tramite il processo della riconnessione. Questo trasferimento di energia causa le aurore e influenza le comunicazioni radio, le operazioni dei satelliti e i sistemi d’alimentazione elettrica sulla Terra. Il processo avviene quando i campi magnetici di diversi domini, in questo caso, dal Campo Magnetico Interplanetario trasportato dal vento solare e dal campo magnetico della Terra, sono uniti assieme, permettendo il trasferimento di energia da un dominio all’altro. La magnetopausa definisce il confine tra il campo della Terra e il vento solare. Possiede un parte frontale a forma di pallottola, che cambia gradualmente in un cilindro nell’avvolgere il pianeta e si allunga dietro dove viene chiamata coda magnetica. La riconnessione fa breccia nella protezione di questo guscio magnetico naturale e permette a particelle cariche e a energia dal Sole, di entrare nello spazio attorno alla Terra.

Il processo di riconnessione è associato a rapida conversione di energia da magnetica nei lobi della coda, a energia cinetica e calore nel foglio di plasma. La riconfigurazione della coda è anche associata a forti correnti verso e dalla ionosfera, che in parte contribuiscono alla dissipazione di energia nella ionosfera. Durante la riconnessione, la geometria del campo magnetico forma una “X”, detta anche “nullo magnetico”. La riconnessione avviene quando strati del campo magnetico in direzione opposta vengono pressati assieme. In questo modo, gli strati si incrociano e formano una X temporaneamente rotta per formare una nuova geometria magnetica. La creazione di una diversa geometria induce getti di particelle cariche elettricamente e permette anche a materiale solare di attraversare le nuove “aperture” nella configurazione magnetica prima impenetrabile.

Figura 13: il modello di Dungey della magnetosfera in riconnessione

La nostra percezione del Tempo è materializzata dal Processo di Riconnessione Magnetica nella Magnetosfera della Terra. La riconnessione emula la fonte primordiale dell’universo eternamente vibrante. Posizionando due eccitatori ionosferici in Siberia e Alaska e usando coni di risonanza della magnetosfera terrestre per indurre una reazione a catena nella vasta energia fornita dal vento solare, possiamo creare uno specchio del tempo. Il continuum spazio-temporale nell’esistenza locale può spostarsi tra due emettitori fuori fase, come via per creare un disturbo nel continuum, un terremoto nel tempo. Controllando il meccanismo naturale di fusione della Riconnessione magnetosferica, con l’Apparato di Ascensione, una nuova umanità potrà cambiare la frequenza esistenziale dell’Anima Mundi in una esistenza multidimensionale.

Figura 14: Il cono di risonanza della magnetosfera della Terra (P.Bellan)

La figura sottostante mostra una sezione tridimensionale della bolla magnetica della Terra. Le forme curve dello strato di confine sono i vortici Kelvin-Helmholtz della magnetosfera scoperti dall’astronave Cluster. Hanno origine dove due flussi adiacenti viaggiano a velocità diverse. In questo caso, uno dei flussi è gasi riscaldato nello strato al confine della magnetosfra, l’altro è il vento solare all’esterno.

Figura 15-16: Le instabilità vorticose Kevin-Helmholtz nella magnetosfera della Terra (ESA) e l'’Apparato dell’Ascensione (coscienziale – NdR)

Il cervello umano esiste nella dualità, con la sua presenza bipolare. Guida il nostro stato ereditario di percezione espansa e ridotta, lungo i programmi del mondo materiale. Se Tutti gli Umani in una volta sperimentassero un improvviso bilanciamento tra l’illusione del continuo confronto tra percezione interna ed esterna, si materializzerebbe un balzo quantico della coscienza. In seguito alla manifestazione di uno stato del Buddha in un essere umano e gli effetti risultanti sul cervello, siamo in grado di comprendere come trasformare l’essere collettivo. Se sincronizziamo le nostre onde cerebrali in meditazione profonda con le frequenze galattiche, piuttosto che col rumore locale, lasciamo libere le scintille dell’illuminazione. Se siamo in grado di sincronizzare in modo simile, la presenza bipolare dell’essere collettivo, il poli della magnetosfera della Terra, diverremo una civiltà instantaneamente consapevole della Presenza Eterna. Se riusciamo a sincronizzare il Futuro col Passato, vivremo un istante di Eternità.

Figura 16: Espulsione di Massa Coronale Longitudinale

La Riconnessione Magnetica della Terra, come principio vibratorio del Tempo percepito, detiene la chiave per rompere il confine tra la Subcoscienza e la Coscienza collettiva umana. E’ un momento molto importante di rottura delle membrane del Tempo percepito, che possiamo attribuire al rompere il confine tra Subcoscienza e Coscienza. La scintilla risultante di Perdita dell’Ego viene registrata come Immagine Olografica nel Microcosmo dell’essere. L’anima del Mondo, l’Anima Mundi è per progettazione un aspetto Elettromagnetico. La capacità di legame quanto-cosciente tra il nostro cervello umano e gli strati della Noosfera, viene allargata nel tornare nuovamente ad un improvviso cambiamento di civiltà. L’Anima Mundi, come portatrice collettiva di coscienza, manifestata nella Magnetosfera della Terra, annuncia questo Balzo Quantico con una percezione globale della necessità di cambiamento. Gli umani possono nuovamente scegliere di far vibrare l’Anima Mundi per un Balzo Quantico. La Nuova Umanità avrà inseminato la memoria olografica con la possibilità di far vibrare tutta l’esistenza locale in UN SINGOLO PUNTO DI ETERNITA’. La simulazione di Esistenza Non-Temporale è Esistenza temporale in uno Specchio del Tempo. Gli Specchi del Tempo sono onde d’urto attraverso l’Etere, che rimbalzano tra il futuro e i segmenti presenti. L’Esistenza in uno Specchio del Tempo apre la porta all’Esistenza Multidimensionale.

Figura 17: Pompa EM Longitudinale/compressione del vortice di Plasma

Una corrente di Birkeland si riferisce genericamente ad ogni corrente elettrica in un plasma spaziale, ma più specificamente quando particelle cariche nella corrente seguono le linee del campo magnetico (da qui, le correnti Birkeland sono anche conosciute come correnti allineate al campo). Sono causate dal movimento di un plasma perpendicolare ad un campo magnetico. E’ stato Kristian Birkeland nel 1908 a postulare l’esistenza delle correnti che portano il suo nome. Nel 1939, il Laureato al Nobel, Hannes Alfvén è stato il primo fisico a promuovere la teoria di Birkeland in un documento sulle correnti elettriche generate dal vento solare. Alfvén ipotizzò che se il plasma pervadeva l’universo, allora avrebbe portato correnti elettriche capaci di generare un campo magnetico galattico. Se gli astrofisici riconoscessero questo semplice fatto, le braccia luminose delle galassie a spirale sarebbero almeno viste come strutture elettromagnetiche, soggette a forze elettromagnetiche. Il punto va ribadito continuamente: nel nostro Universo Elettrico non serve “materia oscura”.

In origine con correnti di Birkeland si faceva riferimento alle correnti elettriche che contribuiscono all’aurora, causata dall’interazione del plasma nel Vento Solare con la magnetosfera della Terra. La corrente fluisce verso la terra nel lato diurno della ionosfera della Terra, attorno alle regioni polari e verso lo spazio nel lato notturno della ionosfera. Queste correnti di Birkeland a volte ora sono dette elettrogetti aurorali. Le correnti sono state predette nel 1903 dall’esploratore Norvegese e fisico Kristian Birkeland, che si recò nel Circolo Artico per studiare l’aurora. Nel 1974, il lavoro teorico di Hannes Alfvén sulle correnti elettriche allineate al campo nell’aurora (basato sul lavoro di Kristian Birkeland) è stato confermato dalle osservazioni satellitari. La scoperta delle correnti di Birkeland nella magnetosfera della Terra è risultata in un cambiamento drastico della nostra comprensione della dinamica delle aurore, ora attribuita alla filamentazione degli strati di particelle cariche che seguono le linee del campo magnetico bipolare della Terra, in gruppi di vortici. Anche se le strutture vorticose di plasma sono un fenomeno ben conosciuto nella fisica del plasma spaziale odierna, sono stati fatti tentativi per associare i cortici di plasma con oggetti astrofisici più grandi. In effetti, Hannes Alfvén è stato un pioniere in questo, associando il sistema solare primordiale con un vortice di plasma. Estrappolando la dimensione e la forza delle correnti magnetosferiche delle galassie, Alfvén ha suggerito un numero di regioni confinate che fluiscono attraverso le nubi interstellari e assistono la formazione della galassia.

Figura 18: Vortice di Plasma/Specchio del Tempo

I vortici sono prodotti da un fenomeno detto Pinch Effect. Un fascio di corrente elettrica produce un campo magnetico cilindrico, che attrae altre correnti nella stessa direzione. I piccoli legami di corrente tendono a pizzicarsi, attirando con essi il plasma. I legami convergenti si uniscono in una corda e divengono dei turbini di plasma. I pizzicotti avvengono naturalmente nelle scariche elettriche come i fulmini, l’aurora, le correnti e le flares solari.

Figura 19: funzione dello specchio del tempo-Due emettitori

Il corrente stato della civiltà è insostenibile per l’esuberanza irrazionale e la distruzione della biosfera. Non c’è dubbio che, di tutte le resistenze, quella che ritarda maggiormente il movimento umano è l’ignoranza. Non senza ragione un uomo di saggezza, Buddha, disse: “l’ignoranza è il male più grande del mondo”. La frizione che risulta dall’ignoranza e che aumenta a causa dei numerosi linguaggi e delle nazionalità, può essere ridotta solo diffondendo conoscenza e l’unificazione degli elementi eterogenei dell’umanità. Tutto il moto, dall’impennata del possente oceano al moto sottile del pensiero, ha una sola causa. Tutta questa energia deriva da un singolo centro, una singola fonte, il SOLE. Il SOLE è la molla che tutto guida. Il SOLE sostiene la vita umana e fornisce l’energia umana. Per incrementare la forza d’accelerazione del movimento umano, l’uomo deve usare più energia SOLARE. La civiltà può avanzare solo in armonia con le Leggi della Natura.

Qui presentiamo la Costituzione Etica Ecologica della Noosfera, basata sul concetto della cosmogenesi della vita, un seme per una nuova umanità. La risultante Noosfera Collettiva dovrebbe prepararsi per l’evidente crisi energetica che porta ad un collasso della civiltà e supporta la creazione di comunità auto-sostenute, molto lontane dai centri urbani esistenti. L’uso di energia alternativa come vento e solare, assieme a piccoli generatori idroelettrici, così come di produzione di cibo organico, daranno alla Collettività della Noosfera il modello della continuità sociale del futuro. La lotta infinita per le risorse materiali che porta a conflitti, è una qualità del mondo materiale limitato. La proprietà, la manipolazione e la vendita di risorse d’energia naturale per denaro, crea intrappolamento nell’ego. La crisi energetica servirà come evento catalizzatore per l’implosione del sistema sociale-economico saturo. Una umanità Collettiva nella Noosfera vede gli altri umani inseparabili dalla fonte primordiale, come immagine archetipa olografica della fonte. La Noosfera Collettiva diverrà un seme per una Nazione Universale, una nazione in ogni nazione. L’integrazione degli stati nazione in una singola civilizzazione universalmente importante, che implementerà con saggezza la sua attività vitale nella Noosfera. L’emergere di una Noosfera Collettiva umana prepara l’Anima Mundi all’esistenza multidimensionale infinita.

La tendenza proattiva emergente spinge la percezione del tempo. Anticipare e prendere in carico le situazioni accentua i sensi umani. Gli umani sono più sensibili, divenendo consapevoli degli avvenimenti futuri nel momento presente. Essere consapevoli consciamente dell’esistenza atemporale, significa rompere il ciclo della reincarnazione. Il ciclo della reincarnazione è basato sull’illusione del flusso del tempo, la manifestazione bipolare del campo magnetico della Terra e della rotazione della Terra. L’Anima Mundi è la portatrice dell’anima collettiva e può quindi rompere il ciclo della reincarnazione tramite l’Ascensione al centro immobile, la fonte primordiale.

Figura 20: apparato dell’Ascensione - VIDEO AL LINK

La disarmonizzazione dei principi bio-vibratori naturali porta alla diminuzione in densità energetica del dominio spirituale. Per convergere in una Noosfera collettiva, gli esseri planetari devono sintonizzarsi alle oscillazioni armoniche dell’universo. E’ necessario un evento catalizzatore, il cosiddetto Punto Omega. Tale evento catalizzatore è stampato nella memoria olografica dell’Anima Mundi. Questo evento catalizzatore provoca la Perdita d’Ego negli esseri umani. Esiste un modo per sintonizzare i corpi vibratori di tutti gli umani sul pianeta Terra in risonanza. L’Apparato dell’Ascensione è essenzialmente un sintonizzatore d’onde cerebrali su scala globale. Tale eccitazione dell’Anima Mundi è il modo per stampare nella Coscienza Globale l’immagine dell’Unità necessaria per realizzare la Costituzione Spirituale-Ecologica della Noosfera per l’Umanità. Questo è un momento di trasformazione della civiltà, perché siamo in grado di sincronizzare gli esseri umani per vibrare come fossimo solo UNO, dando alla luce la Terra multidimensionale.

di Boris Petrovic

FONTE E ALTRE FOTO: LINK

il Nuovo Ordine Mondiale, Aleister Crowley ed il Terzo Occhio 

Molta gente ritiene ancora oggi che la cabala e la magia non abbiano niente a che fare con la "guerra al terrorismo", l'11 settembre e la politica e tutto ciò che è preoccupazioe costante per i moderni cospirazionisti. Eppure, massoneria, gesuiti, templari ed affini sono spesso menzionati in discussioni affini, ordini che sono tutti strettamente correlati con la magia e con la cabala.. come si fa a pensare che si tratta solo di vendita di armi e di fare un bel po di soldi? Video:
Link

Le due torri dell'11 settembre, come si può notare nel video di cui sopra risembrano alla perfezione il tarocco "La Torre"

I Tarocchi non sono semplicemente carte di divinazione che predicono il futuro, ma possono essere caricati come dei veri e propri talismani. Un talismano è un oggetto carico dell'energia che userai per accompere uno scopo predesignato.

Per caricare un talismano è necessario eseguire un rituale magico e sprigionare il tipo di energia richiesta, il talismano immagazzinerà tale energia e la conserverà anche dopo la fine del rituale.

Quindi un talismano è un oggetto che attrae e libera energia.
Perciò il dollaro deve essere pensato come un oggetto che trae energia dai propri utilizzatori. Quest'energia viene poi rilasciata con il susseguirsi degli eventi, relazionati al nuovo ordine mondiale.

Uno di questi eventi è stato l'11 settembre, evento che a sua volta ha avuto un effetto catalizatore nella realtà di tutti i giorni e nell'animo umano, nel causare le reazioni desiderate per il compimento di un nuovo ordine mondiale.

La carta della torre simboleggia una sciagura improvvisa, ma anche un cambiamento radicale. La torre rappresenta ciò che è stato costruito, i provi valori, l'ego, l'istruzione, noi stessi, il vecchio modo di essere, buttare giù la propria torre personale per ricostruirne una nuova è ciò che l'11 settembre ha comunicato ad ognuno di noi. il mondo è corrotto, ed è basato su dei valori finti, la fragilità di questi valori è rappresentata dalla fragilità delle torri gemelle (simbolo di lusso e potere) che cadono in una delle città più sicure del mondo.
La fase di rivelazione/apocalisse in cui siamo ora corrisponde precisamente alla fase di distruzione del vecchio mondo dei vecchi valori e del vedere la realtà per quella che è.. il termine dell'anno galattico, rappresenta la data ultima di questo periodo di rivelazione e distruzione, l'inizio di una rinascita e perciò di un nuovo mondo che deve avvenire in primo luogo dentro ognuno di noi, non semplicemente in ambito politico o finanziario.

 

 (spezzoni tratti da "Ghost in the shell the movie" e "The city of lost chidren).

Il messaggio tratto da questi due film è pressappoco lo stesso, da notare il fatto che questi pezzi vengono inseriti nei film ma che però sostanzialmente non hanno niente a che fare con la trama.

Il predicatore, nel secondo spezzone rappresenta cinematograficamente Aleister Crowley, nella battuta "questo è un mondo di cani" bisogna capire il gioco di parole: Cane in inglese è DOG, Dio è GOD: DOG è l'esatto contrario di GOD, pertanto l'espressione mondo di cani si riferisce ad un mondo lontano da Dio. Il termine DOG è anche utilizzato in relazione alle visioni di Crowey, il quale in uno dei suoi viaggi astrali aveva riferito di essere entrato in contatto con entità provenienti dalla stella Sirio.. stella che è proprio conosciuta come la DOG star. Sempre nel secondo spezzone, il predicatore allude al terzo occhio:
Il terzo occhio, è la ghiandona Pineale, organo posto all'interno dell'epitalamo.

Questa ghiandola, conosciuta anche come occhio divino è quella parte del corpo che viene risvegliata negli stati meditativi.

L'occhio che vede tutto, "The all seeing eye" altro non è che la ghiandola pineale collegata direttamente al macrocosmo ed al Tutto (non un sistema di sorveglianza elettronica..), la piramide con l'occhio raffigurata nel dollaro perciò, oltre che a rappresentare "la strada"verso la fine dell'anno galattico come spiegato qui, rappresenta lo stato meditativo, ricollegato al risveglio dell'Occhio Divino.

La punta della piramide, dove è situato l' All seeing eye, temporalmente parlando, rappresenta il momento in cui la realtà diventerà visibile anche a coloro che dormono e che hanno smarrito la luce (come viene detto nel film). Questo punto.. contando i katun della piramide rappresenta proprio il punto del calendario maya 13.0.0.0.0 (21/12/2012)

Tornando alla ghiandola pineale, vale la pena dire che in molta gente quest'organo è in buona parte atrofizzato, Avere un terzo occhio aperto non vuol dire semplicemente avere conoscenza e consapevolezza del mondo-cane in cui viviamo (i cani non sono i politici, ma molto piu spesso, sono quelli che li votano) . Una ghiandola pineale attiva, corrisponde anche ad uno stato di salute maggiore e ad una miglior sinergia con il proprio corpo e con l'ambiente circostante. Il concentrarsi su se stessi ed il cercare il "paradiso" dentro di se, piuttosto che fuori corrisponde al riattivare il terzo occhio, l'organo collegato direttamente con il macrocosmo, con il "paradiso" e con Dio.

Per quanto possa essere incredibile credere a certe cose, il dollaro riflette alla perfezione ciò che nella tradizione kabalistica occidentale è un talismano, precisamente, il dollaro è un talismano realizzato con le stesse regole con le quali sono stati realizzati i talismani del Re Salomone.

la prima figura è un talismano realizzato per attirare i poteri di Saturno. notate qualche somiglianza con i disegni raffigurati nel dollaro?

Riguardo le parole scritte nel Dollaro:

“E Pluribus Unum” was taken from the biographical writings of the Christian poet, Saint Augustine. Saint Augustine used the phrase to signify setting souls ablaze, and out of many, making one. E Pluribus Unum means “One out of many”

“Annuit Coeptis” is part of a Latin invocation to the Roman God Jupiter written by the poet Virgil in his Latin epic Aeneid. The original poem and prayer was an invocation to Jupiter requesting aid in the daring enterprise ahead. Annuit Coeptis means “It favors our undertaking”

“Novus Ordo Seclorum” was also taken from a poem by Virgil and is often translated as "New Order of the Ages." It is suggested that the poem was interpreted as a prophecy of the second coming of Christ to judge the world. The phrases on the one dollar bill are not just words with a worldly meaning, but are all parts of a spiritual invocation to bring unseen powers to use on earth to aid in the new enterprise of making souls ablaze in people throughout the world and to unite everyone in harmony.

www.myspace.com/charlesstansfeldjones

La piramide raffigurata nel dollaro contiene 13 gradini. la scritta annuit coeptis contiene 13 lettere. 13 sta per il sole che risorge assieme all'aquila, come scritto in un post precedente
ma 13 ha anche un significato magico oltre che pagano, e nella tradizione kabalistica occidentale significa, unita ed amore.

Il dollaro americano e la fine dell’anno galattico 

 E' risaputo che il dollaro è ricco di simbologia esoterica, ma non è così risaputo che nel dollaro è anche nascosta sotto forma di simboli la data della fine dell'anno galattico.

La piramide che si trova dietro alla banconota da un dollaro e formata da 13 piani. Alla base della piramide c'e' la data 1776 scritta in numeri romani.

Il 1776 non era solo l'anno della dichiarazione di indipendenza, ma era inoltre un anno speciale nel calendario Maya. In quanto l'ultimo katun nel ciclo grande è "katun 2012" il primo katun nel ciclo di 13 era "katun 1776"

Ogni Katun e' formato da 7200 giorni (circa 19 anni e 10 mesi), quindi se consideriamo ogni piano della piramide un Katun Maya, la fine della piramide sara' il
2012.

inoltre la simbologia Maya utilizzata non puo' essere un caso o una coindenza poiche' ve ne è parecchia nella città di Washington come è spiegato in questo
link

 

* il contenuto di questo post è stato inserito in un video, disponibile qui . la realizzazione di questo post è stata possibile grazie al lavoro di David Wilcock.

Scommetto che neanche un cattolico fino ad'oggi si sia mai chiesto cosa
simboleggi quella gigantesca statua situata in piazza della pigna, nel vaticano.
pineale deriva da pino, la ghiandola pineale quindi ottiene il suo nome proprio dal pino, perchè ha la forma di pigna.

Se guarderete con occhio critico la foto vi accorgerete che tale statua ha un look alquanto egiziano, ai lati della pigna ci sono due pavoni, simbolo molto usato dagli antichi egizi, invece ai piedi della statua vi è un sarcofago egiziano aperto, proprio come nella camera del re della grande piramide, che simboleggia la fine della morte, e la transizione verso la vita puramente spirituale.

Sbirciando tra le foto papali, mi sono accorto che anche nello scettro del papa è stato incluso tale simbolo, ai piedi del crocifisso.

Leggendo il vangelo, ho trovato questa citazione alquanto "pineale"

”La lucerna del corpo è l’occhio; se dunque il tuo occhio è chiaro, tutto il tuo corpo sarà nella luce; ma se il tuo occhio è malato, tutto il tuo corpo sarà tenebroso. Se dunque la luce che è in te è tenebra, quanto grande sarà la tenebra!“.

(Matteo 6,22-23)

Sembrerebbero parole di un maestro orientale.. però sono nel vangelo. la meditazione viene praticata proprio con l'intento di risvegliare il terzo occhio, eppure i cattolici a priori sono contrari alla meditazione orientale, perchè .. In questo itinerario, il contemplativo dello zen traversa il vuoto e il nulla, abbandonando pensieri, immagini e giunge a uno stato psichico provocato artificiosamente mediante diverse tecniche. Invece, nella mistica cristiana, "l'incontro con Dio - che è incontro con il Dio uno e trino nella luce della fede - non potrà mai essere ottenuto per mezzo di una qualsiasi tecnica o sforzo umano: esso è dell'ordine del dono gratuito. (fonte)

Un anno fà durante le vacanze di pasqua, mi recai a visitare l'abbazia di pomposa, sita vicino ravenna.

l'abbazia come si vede dalle foto presenta numerosi mandala in cima alle colonne (a sinistra si vedono meglio). i mandala.. vengono visualizzati durante certi tipi di meditazione. molte persone avranno forse notato che nelle chiese vengono spesso utilizzate delle ampie vetrate circolari che riportano disegni simili. cmq, purtroppo non ho potuto scattare molte foto perchè era vietato, ma posso dire che c'èra una stanza dove alcuni, suppongo novizi, MEDITAVANO. davanti a loro c'èra un quadro che raffigurava il volto di cristo: la raffigurazione non era del tutto convenzionale, il volto era leggermente astratto, deformato, e dava una certa impressione, la mia ragazza che era li con me, disse che quel quadro le faceva paura.. io credo che cmq quel quadro nascondeva in se qualche geometria sacra, la quale avrebbe permesso una maggior concentrazione durante lo stato meditativo.

Normalmente, il Vaticano tiene per se la spiritualità vera, e da ai fedeli ciò che è una parodia di culti più antichi, quali il culto solare, il mitraismo, il culto dei morti egiziano.. l'effetto finale è il cattolico, ed il cattolico, di credente ha solo il nome, il semplice credere ad una storia non fa di una persona un credente. innanzitutto, se sei cattolico, sarebbe pure ora che tu inizi a capire veramente il significato delle parabole che hai letto e sentito. questa condizione, dove la verità è opportunamente nascosta, porta il "credente" ad uno stato di "beata ingenuità" e di "distacco dal tutto" il che comprende il distacco dalla propria vera natura, il che è grave.
quando venni a conoscenza per la prima volta di cosa era davvero il cristianesimo subito ebbi una reazione di sconforto, ma con il passare del tempo, capii, capii cosa è veramente il natale e la gioia di festeggiarlo. ad oggi, a dispetto di quello che possa pensare un cattolico.. sento questa festa molto di più di un cristiano comune, perchè finalmente tutto questo ha un senso davvero, e devo dire che è proprio bello..! 

Detto ciò, va da se però, che la chiesa è a conoscenza di grandi segreti che non dovrebbero essere ingenuamente ignorati da chi con il sostegno della scienza orgogliosamente ripudia il vaticano come organizzazione antiquata e superstiziosa: il vaticano e la scienza, sono come destra e sinistra.. apparentemente se le danno, ma dietro le quinte vanno a braccetto. portatori di grandi scoperte ed occultatori di grandi verità. diciamo che.. è ora di guardare oltre.

La ghiandola pineale è stata sempre elemento d'importanza nelle varie culture "antiquate".

Gli antichi egiziani raffiguravano i loro dei con queste protuberanze nelle teste.

Quella protuberanza, nella testa di Osiris è proprio la ghiandola pineale. Indipendentemente dal fatto che Faraoni e Divinità Egiziane fossero secondo qualcuno extraterrestri, il loro cranio allungato probabilmente avrebbe dato luogo ad una ghiandola pineale piu sviluppata. Lo scettro di Osiris è costituito da una ghiandola pineale e da due serpenti incrociati (il DNA) che raggiungono la ghiandola, passando attraverso la spina dorsale.

Shiva, Dea della distruzione viene rappresentata allo stesso modo, cranio con protuberanza e serpenti attorno ad essa. Nelle rappresentazioni indiane il terzo occiho è enfatizzato anche dal disegno nella fronte

La Ghiandola pineale produce ciò che è comunemente conosciuto come DMT, sostanza che produce un profondo stato di dilatazione temporale, viaggio nel tempo, viaggi in luoghi extradimensionali.. ecc, insomma, parliamo della sostanza che viene comumenemte sintetizzata nelle droghe allucinogene. Questo però non è un incitamento a fare uso di droghe del genere, anzi, chi usa queste sostanze non fa altro che sfasare il meccanismo del terzo occhio mandandolo in iperattività, oltre che a creare considerevoli danni al proprio corpo.

All'interno della ghiandola pineale, scorre acqua, il problema qui è nel fatto che l'acqua con il passare del tempo calcifica, e alla ghiandola succede come nella pubblicità di calfort.. si atrofizza.

Ai giorni nostri il terzo occhio viene atrofizzato prevalentemente a causa dell'alimentazione: bibite gassate, acqua fluorizzata, zuccheri raffinati..

La ghiandola si attiva di notte o quando è scuro ..
Il popolo che giaceva nelle tenebre, ha veduto una gran luce; su quelli che giacevano nella contrada e nell’ombra della morte, una luce s’è levata. (Matteo 4:16)

Ciò induce il sonno ed i sogni, da qui viene l'importanza del dormire: chi vuole riattivare il proprio terzo occhio deve cercare di dormire a sufficenza, volendo, si può integrare a tale attività della sana meditazione.

Venere ed il 2012 

C'è molta informazione in rete sulla fine del calendario maya e sugli eventi del 21/12/2012, ma c'è anche parecchia misinformazione, qundi questo post, servirà un po a delineare i limiti entro i quali sono i dati corretti.

Il calendario Maya come molti sanno ha 5 ere, le 5 ere rappresentano i 5 elementi, Acqua, Vento, Fuoco, Terra, Etere (oro). Attualmente non siamo nella 5a era come viene comunemente detto, ma siamo esattamente tra la 5a e la 6a, la 5a era è terminata con l'eclissi solare del '99: questo periodo che va dal '99 fino alla fine del 2012 è chiamato "periodo della rivelazione" o "Apocalisse". In questo periodo perciò, i Maya profetizzarono che sarebbero cadute lentamente le maschere dei cattivi e dei buoni. Secondo tali predizioni, in questo particolare periodo le due forze, luce ed oscurità si sarebbero espanse entrambe creando quindi degli aspri conflitti e paradossi. Perciò, se da una parte abbiamo una cultura di lusso e status quo, dall'altra abbiamo una situazione di povertà crescente (per questo in cina abbiamo grattaceli lussuosi afiancati da baracche). Se da una parte abbiamo un crescente disinteresse per la religione ed una laicizzazione delle masse, dall'altra parte abbiamo un inaspettato risveglio d'interesse per il fondamentalismo religioso -nelle nazioni mediorentali sopratutto-.

Se l'informazione diventa piu libera ed indipendente grazie ad internet, d'altro canto l'informazione diventa altamente manipolata attraverso i media. Questi paradossi generano Caos, e questo, fa dell'era presente un periodo di transizione altamente instabile, di certo, questa non è l'era dell'oro come qualcuno afferma.. ma magari alcuni di voi si erano già accorti i questa piccola incongruenza.. vero?

La terra ha sperimentato tutte e 5 le ere, ogni era è terminata/cominciata con la caduta e la rinascita di una civiltà, quest'evento di morte e risurrezione è dato da una catastrofe elementale. La catastrofe elementale più famose.. che molto probabilmente ha segnato la fine della civiltà di Atlantide è stata il diluvio universale. Il diluvio universale è perciò da associare alla fine dell'era dell'acqua, la prima era, quella di Atlantide. Ma da cosa sono causate queste catastrofi elementali periodiche?

Venere era il pianeta più venerato dai Maya ed osservato dai loro astronomi. Questi ultimi avevano anche realizzato grazie a complessi calcoli astronimici un calendario che segnava con precisione sbalorditiva il ciclo venusiano. Eppure questi calcoli complicati hanno un utilità alquanto irrilevante per un popolo cosiddetto "indigeno", allora perchè i Maya consideravano Venere una divinità tanto importante? e perchè a questo pianeta apparentemente insignificante veniva data tutta quest'importanza?
Venere è rappresentato da un pentagramma, in special modo dal pentagramma rovesciato.

Eppure questo simbolo rappresenta anche i 5 elementi, e rappresenta anche l'uomo. Ma allora perchè gli elementi, l'uomo e Venere se apparentemente sono 3 cose che non hanno nulla in comune vengono accomunate dallo stesso simbolo? ..Perchè gli oceani sono strettamente correlati alla vita sul pianeta e all'esistenza dell'uomo, ed in qualche modo la vastità degli oceani terestri è da ricondurre al diluvio universale che è stato causato proprio dall'accostamento di Venere al nostro pianeta.

Periodicamente questo pianeta si avvicina al nostro provocando catastrofi ambientali.. anzi, ELEMENTALI, le quali provocano la caduta e la rinascita di una civiltà. Il pentagramma sta anche per 5, e questo numero nella kabala sta proprio per "rinascita".

Quello che è ritratto nel filmato sopra è la scena finale del film
Constantine. Ho linkato questo video perchè spesso i film raccontano storie avvenute veramente, ma in maniera subdola e nascosta, come facevano gli scriba in passato e come facevano i vari scrittori di miti e leggende, che affiancavano a fatti veri, personaggi mitologici di pura fantasia. è la solita storia del "c'è sempre un fondo di verità", e in genere ce n'è più del previsto..
Nel film keanu reeves interpreta una sorta di agente terrestre che si occupa di bilanciare l'equilibrio tra bene e male. Questo ruolo è simbolico dell'uomo e lo rappresenta appieno.. l'uomo che costantemente cerca di tenere a bada le due forze per non scombussolare l'ordine delle cose. Nel film reeves è un uomo in stato terminale, visto che ha un cancro ai polmoni, il cancro è simbolico delo stato terminale che vive una civiltà che sta per scomparire. reeves rappresenta ATLANTIDE.

Nella scena vediamo una donna, a terra che sta per partorire un bambino assistita dall'angelo Gabriele. è notte e la donna in cinta rappresenta Venere, il quale simbolicamente "partorisce" ogni mattina il Sole. reeves, sfiancato dalla malattia e osteggiato dall'angelo Gabriele, chiama in aiuto Lucifero. Lucifero è -come avevo già specificato in un precdente post -il nome che davano i Romani a Venere durante il Giorno. Perciò, visto che nel film si sta facendo giorno ed il sole comincia a spuntare (l'orologio marca le 5 del mattino ed il regista non manca di farcelo notare), arriva Lucifero che simbolicamente prende il posto di Venere, anche se in realtà venere e lucifero sono la stessa cosa (notate le branchie appena disegnate sul collo dell'attore che impersona Lucifero, le branchie simboleggiano il MARE e le creature marine annesse ad esso). In questa scena Lucifero opportunamente vestito di bianco, -perchè come vuole la mitologia egli è il portatore di luce- abbraccia Venere (la ragazza) questo gesto è simbolico della trasformazione di Venere che diventa lentamente Lucifero.. poco dopo quindi, Lucifero che è venuto in soccorso di reeves scaraventa l'angelo Gabriele nelle acque del DILUVIO UNIVERSALE. 

Seguentemente spunta finalmente il Sole che con la sua luce va oscurando Lucifero, ma che prima di sparire di scena, toglie a reeves il cancro e quindi lo fa "Rinascere" opportunamente, dopo il suo sacrificio simbolico, (infatti reeves prima di essere guarito è a terra morente che viene trascinato da Lucifero, e Lucifero in questa scena dice con tono gravoso: "il sacrificio..!"). Frase importante anche quella che l'attore che impersonifica il demonio dice a reeves dopo averlo curato "il posto giusto per la tua anima è l'inferno", frase che allude all'inferno sulla terra, a questo pianeta come una sorta d'inferno dove le anime vengono ad imparare ed a scontare i propri peccati: quest'interpretazione di inferno è ampiamente diffusa in vari testi sacri ed in varie religioni. Alla fine possiamo constatare che nel finale della scena si vede che non è rinata solo la razza umana e quindi una nuova civiltà -reeves-, ma assieme ad essa l'angelo gabriele diventa umano. 

L'angelo che rappresenta altre entità, probabilmente non solo extraterrestri ma anche extradimensionali, "cade" e diventa un uomo anch'esso, un ANGELO CADUTO, e questa figura mitica è biblicamente associata proprio a Venere/Lucifero proprio perchè gli angeli caduti sono quelle entità che sono cadute nella terra a seguito.. della creazione e del diluvio universale. Per chiarire questo punto che può generare confusione voglio precisare che è comune che nella Bibbia un nome venga associato a più entita, o più entità vengano associate ad un nome.

Questa storia del diluvio universale è raccontata nel 70%-80%% dei film fantasy o di fantascenza, perchè è una storia importante che sta alla base della creazione e dell'uomo. Questi film che parlano del diluvio universale sono un tributo alla vita sul pianeta ed agli Dei.
Altri film/telefilm/videogiochi che mi vengono in mente al momento dove è stata inclusa in maniera simile e nascosta la storia del diluvio universale sono..

Ghost Busters
Ghost Busters II
Star Wars
Carnivale
Eternal Sonata

Ce ne sono molti altri che al momento non ricordo, o non ho visto.. le storie trattate non si limitano al diluvio e basta, ma spaziano spesso tra l'antico testamento e tra la mitologia egizia, che è cmq molto simile alla nostra Bibbia made in Egitto anch'essa.

Venere nelle altre culture

Venerdì è il giorno sacro per l'islam, e come ho detto in precedenza in un altro
post Venere è una santità anche per molte altre religioni (venerdì santo ecc..). Nel paganesimo Venere è la dea per eccellenza, il suo simbolo è dappertutto e viene usato nei rituali magici. In questo caso il mago pagano traccia attorno a se un pentacolo per proteggersi dal demonio che evocherà durante il rituale per adempiere al proprio incantesimo. Lucifero, adoratissimo nella massoneria, è fortemente adorato anche nel cristianesimo, ad insaputa dei fedeli stessi naturalmente che poco niente sanno del loro culto.. Infatti, la vergine Maria rappresenta proprio il lucifero tanto odiato dai cristiani. Maria sta per MARE, e il mare come ho precedentemente spiegato ha origini Venusiane, Maria è la donna che partorisce Gesu Cristo, che rappresenta il Sole come ampiamente spiegato nel documentario zetgeist ma anche in molti altri libri.. e su internet, infatti, Venere tutte le notti "partorisce" il Sole. Proprio perchè Venere è la stella piu luminosa e piu bella della volta stellata nell'iconografia sacra viene rappresentata come una bella donna che emana una candida luce stellare, circondata dalle costellazioni, infatti.. la vergine maria ha attorno alla sua testa le 12 stelle che rappresentano le costellazioni, perchè LEI è la Stella più bella e piu luminosa del creato.

dimenticavo che venere è celebrata anche a Natale, è la "stella cometa" messa sulla punta dell'albero che indicherà dove è nato Cristo.. questo fatto della cometa si rifà alla tradizione dei saturnali, ed alla tradizione MITRICA secondo la quale MITRA (Saturno) sacrifica il toro (venere, 5° segno della tavola astrologica) per dare la vita al suo figliolo.. (Sole). più palese di così. Allo stesso modo, al parlamento europeo viene utilizzata la stessa simboligia sacra: per angeli caduti si fa riferimento ad ANNUNAKI o possibili entità "fatte ad immagine e somiglianza" dell'uomo, Icke parla da anni di linee di sangue e rettiliani, in effetti, tralasciando l'aspetto lucertoloso.. c'è un fondo di verità, questo pianeta è stato governato sempre dalle stesse persone, i loro discendenti sono ancora li, incollati alla sedia.

Venere e la fine dell'anno galattico

Il 21/12/2012 astronomicamente parlando non segna solo la fine dell'anno ganattico ed il solstizio invernale (il che già di per se è una coincidenza miracolosa), ma segnerà anche il punto in cui Venere sarà piu vicino alla terra (e per giunta capitera pure di Venerdì..!). 

Venere è la "blazing comet" quella che erroneamente molti credono sia Nibiru o "dark star" un pianeta del nostro sistema solare che ha un orbita ellittica e che si avvicina alla nostra terra ciclicamente. Ma invece è proprio venere che ciclicamente transita vicino alla terra causando catastrofi elementali. La catastrofe elementale che ci aspetta è questa volta probabilmente legata all'elemento Etere, spirito, per questo molti parlano dell'entrata in una dimensione più ETERICA (5a dimensione). 

In effetti una catastrofe eterica, per quanto mi sembri impossibile da immaginare perchè va al di la delle mie possibilità, potrebbe portare a questo.. ma a che prezzo? forse sarebbe il caso di considerare la fine del calendario Maya meno "razionalmente" e di cominciare a pensare di avere a che fare con cose comprensibili solo in parte, visto che l'atteggiamento "razionale" moderno non sta dando ottimi risultati. 

La cultura del caso, e della coincidenza porta solo alla crescita d'ignoranza.. gli avi tenevano d'occhio costantemente le stelle perchè sapevano che TUTTO è legato ai moti celesti, procreavano, coltivavano, viaggiavano e vivevano in base ai moti celesti. Oggi ci è rimasta l'astrologia moderna, che per di più è stata inquinata da definizioni fuorvianti e false. Forse è il tempo di motivare la propria vita nella ricerca di qualcosa di vero, l'unico modo per accrescere il proprio spirito è accrescere la consapevolezza, e capire innanzitutto che chiamarlo il proprio spirito è improprio, che lo spirito siamo noi e che il corpo è un involucro esteriore. Bunker antiatomici? se non avete capito il senso di tutto il discorso, l'unica cosa che vi posso consigliare è di costruirvi un bunker antieterico..

FONTE: LINK - LINK2- LINK3

 

LA PINEALE - LA GHIANDOLA SACRA

Una ghiandola chiamata Graal

L'INTUIZIONE

Tutti noi abbiamo sentito quella storia che racconta come Dio volle nascondere la regalità e l'illuminazione dell'uomo nell'unico posto dove egli non le avrebbe potute trovare. Ma non in fondo agli oceani, ai vulcani, o sulle cime delle montagne più alte, come gli consigliavano dei o angeli a seconda della provenienza di questa favola universale. Dio la nascose dentro all'uomo perché lì era sicuro che lui non l'avrebbe mai cercata.

Il Graal non soltanto è dentro di noi (e questo sarebbe perfettamente in linea sia con la teoria secondo la quale noi siamo piccoli universi, sia con il postulato "come nel grande così nel piccolo"... Trismegisto docet) ma è un ben preciso organo, anzi una ghiandola: non un simbolo o un archetipo ma un corpuscolo vero, fatto di "materia".

LA COPPA DELL'ETERNA GIOVINEZZA

Prima di svelarvi di quale ghiandola si tratti, vi chiedo di seguirmi nel seguente ragionamento. Il graal si dice sia una coppa, però nessuno lo ha mai visto. E' noto, tuttavia, che chi beve dal graal ottiene l'eterna giovinezza, la guarigione da tutte le malattie e l'illuminazione. In definitiva, al di là della sua forma reale, il graal è sicuramente un contenitore che porta in sé un liquido in grado di offrire tali doni a chi lo beve.

Ma noi abbiamo nel nostro meraviglioso corpo proprio un piccolissimo contenitore dal quale possiamo "bere" un liquido di questa portata. Si tratta della ghiandola pineale, un corpuscolo grande come una lenticchia, a forma di cono (quindi ricorderebbe una minuscola coppa), situata alla base del nostro cervello (quindi dentro di noi come racconta la storia citata all'inizio dell'articolo). 

La ghiandola pineale - o epifisi in gergo scientifico - produce, tra l'altro, la melatonina, un ormone prodigioso le cui caratteristiche sono state scoperte solo di recente ma che ricordano incredibilmente quelle del liquido contenuto nel graal.

La melatonina viene elaborata dal corpo nel periodo notturno, durante il quale la ghiandola raggiunge il massimo della sua attività. Proprio di notte sappiamo bene che la conoscenza intuitiva e le nostre facoltà più sottili emergono e "si impossessano di noi".
(NdR: la nostra melatonina si trova anche e sopra tutto nell'Urina...)

Descrive Laurence Gardner in "I Signori degli Anelli" (Newton Compton Ed.) "... la melatonina esalta e rafforza il complesso del sistema immunitario del corpo, accresce la produzione di energia fisica alzando il livello di sopportazione della fatica, regola la temperatura interna contribuendo a un'ottimale gestione del sistema cardiovascolare ed è per eccellenza la sostanza antiossidante del corpo, con effetti evidenti sui meccanismi antinvecchiamento e sulla mente, sviluppando facoltà paranormali".

Ecco dunque che chi beve le secrezioni contenenti melatonina dalla ghiandola pineale diventa "immortale" (effetto antinvecchiamento e rafforzamento del sistema immunitario) e ottiene "l'illuminazione" (aumento delle facoltà paranormali, dell'intuizione e altro). 
Il piccolo cono, dunque, come la coppa graaliana, elargisce questo succo miracoloso: ma come fare a berlo ?

Jasmuheen, una dolcissima donna australiana che dal '93 si astiene dal cibo, nei suoi seminari, dove spiega tra l'altro come vivere nutrendosi esclusivamente di "luce liquida", racconta che è possibile "bere" la divina Amrita, come viene chiamata nella tradizione sanscrita, ovvero la secrezione che scende come una piccola goccia stimolando, con la lingua arrotolata all'indietro, il palato verso l'epiglottide, guarda caso proprio sotto la ghiandola pineale.

Forse l'Amrita, l'ambrosia degli dei, il nettare divino, non è nient'altro che la secrezione di cui abbiamo parlato, ovvero quella contenente melatonina. Se così fosse, ognuno di noi avrebbe in sé la chiave della longevità e della riscoperta della propria sovranità, e potrebbe accedervi in ogni momento, semplicemente arrotolando al massimo la lingua verso l'epiglottide e aspettando che fuoriesca una piccola goccia che sembra muco. 
Ma proviamo a vedere se nella tradizione graaliana vi sono altre prove che ratifichino tale ipotesi.

LA TORRE

Nella tradizione graaliana vi sono due simboli che vengono considerati interscambiabili tra loro e "sinonimi" della sacra coppa: la torre e la scala. Tant'è che Dante, iniziato e Gran Maestro del Priorato di Sion, un ordine templare, coinvolto nello studio dell'alchimia e quindi nella ricerca del graal ed esiliato da Firenze, si rifugiò a Verona dal suo amico Cangrande "Della Scala".

Il simbolo degli Scaligeri è una scala che si restringe verso l'alto ricordando proprio una torre: sarà un caso ? 

La Scala-Torre, come il graal, è legata a una tradizione che permette il raggiungimento della Vera Luce e dell'Immortalità. Un particolare interessante e inspiegabile è che molte dee, regine e importanti donne legate alla discendenza graaliana portano una torre in testa, come copricapo. Per esempio la dea egizia Serapide reca sul capo il "Gradal", una sorta di torre, dove viene conservato il "Fuoco Celeste" di Phtah, la scintilla divina incarnata in ogni essere.

In Francia, a Rennes le Chateaux dove si vocifera sia o sia stato sepolto il graal, vi è la statua di una dea (forse Diana ?) con il capo sormontato da una torre e gli scrittori latini Strabone e Lucano, come viene spiegato in Sulle tracce del graal di Bizzarri e Scurria (Mediterranee) parlano della regione di Rennes Le Chateaux come di una "[...] regione 'lunare' dove un tempio dedicato a Diana di innalzava sopra l'Oppidum Ra, che designa una torre".

In egiziano e in ebraico la parola "torre" viene scritta "MGDL" ovvero "Magdal" o "Migdal", da cui Magdalena, la donna per eccellenza connessa al mito del graal. Karidven, la Dea Bianca e Grande Madre, regina incontrastata degli dei nella tradizione celtica dal V al I millennio a.C., dea della fecondità, della terra, detentrice del calderone che dava l'immortalità (in Bizzarri e Scurria il calderone della tradizione celtica è assimilato al graal) e definita da Apuleio l'omologa di Venere, Diana, Proserpina e Iside, veniva chiamata dai celti anche Rhiannon, ovvero "regina coronata da torre".

Karidven significa "porta divina" ed è raffigurata con una scala in testa. Il calderone associato a Karidven-Rhiannon è fonte di inesauribile ricchezza ed eterna giovinezza ed è strettamente legato alla resurrezione del corpo che diventa immortale.

Forse, questa torre-graal posta sul capo delle regine graaliane sta a indicare che il graal va cercato nel capo ? Insomma potrebbe essere una indicazione di dove cercarlo? Tanto più che la produzione di melatonina da parte dell'epifisi viene stimolata dalla serotonina, una sostanza secreta dalla sottostante ghiandola pituitaria, più nota come ipofisi: quindi un'ulteriore indicazione di un processo chimico che si svolge nel nostro capo.

Nei Tarocchi, l'arcano chiamato La Torre rappresenta proprio una torre sormontata da una corona (ma le corone non si mettono in testa ?), che viene colpita a metà della sua altezza da un fulmine e si spezza, mentre dal cielo piove manna, ovvero l'alimento divino. L'immagine ricorda in modo raccapricciante quella dell'aereo che si schianta contro la prima torre di Manhattan il 9 settembre 2001, divulgata dalla BBC ed entrata ormai nel nostro immaginario collettivo: il fulmine che colpisce la torre dei tarocchi spezzandola è proprio alla stessa altezza del lampo di luce provocato dall'aereo in collisione.

La carta seguente a La Torre è chiamata Le Stelle e, nella serie di Alesteir Crowley, Gran Maestro rosacrociano, raffigura una donna con due coppe in mano. Potrebbe indicare che una donna scopre la seconda coppa, ovvero il piccolo graal inserito nel nostro capo il cui doppio esterno ("come nel grande così nel piccolo") è sepolto in qualche luogo in Europa ? Non è singolare che questa intuizione sul graal sia venuta a una donna (io) all'indomani della caduta della torre, esattamente come sembrano descrivere i Tarocchi ?

La manna che scende dalla torre potrebbe indicare la divina Amrita contenuta nella ghiandola pineale ? 

La Torre viene chiamata la Casa di Dio ed è collegata (come spiegato in Gardner, op.cit.) alla linea femminile di discendenza del graal. Ma perché linea femminile ?

IL GRAAL, IL VENTRE E IL SANGREAL

Parlando di graal viene in mente immediatamente un classico della letteratura sul tema, amato o odiato ma sicuramente letto da moltissimi ricercatori: il celeberrimo Il Santo Graal, di Baigent, Leigh e Lincoln (Oscar Mondadori). In quell'appassionante ricerca si ipotizzava che il Graal, anzi il Sangraal usando il nome per esteso, fosse in realtà la contrazione di Sangréal, il sangue reale, l'erede messianico partorito da Maddalena e figlio di Gesù suo marito: quindi il Sangréal diventava la discendenza messianica e per traslato il ventre della Maddalena.

Il legame tra ventre e graal si può conservare in maniera convincente anche nella teoria della ghiandola pineale. In Gardner si legge infatti che il mestruo femminile, in particolare quello delle regine della "discendenza graaliana", era ed è ricchissimo di secrezioni a base di melatonina e serotonina, tant'è vero che si trovava sulle mense reali in diluizione. Sembra che alla base del rito cristiano della coppa contente il sangue di Cristo con cui si celebra l'eucaristia, e anche alla base del mito del vampiro che bevendo sangue mantiene la sua immortalità, ci sarebbe proprio il mestruo femminile con il suo altissimo contenuto di secrezioni endocrine.

Tra l'altro Gardner spiega egregiamente come la parola vampiro derivi da "oupire", ovvero "essere superiore" da greco "uper" che significa "sopra". Inoltre quando le donne erano ancora tali e vivevano in sintonia con Madre Terra, avevano il ciclo mestruale tutte insieme, durante la luna piena (le tribù native considerano le donne mestruate come esseri divini ed esse, durante il ciclo, si ritirano tutte insieme per qualche giorno a compiere riti di pruficazione).

Anche in questo caso, dunque, la presenza di melatonina è connessa all'influenza della luna. Tali secrezioni sono anche presenti nei fluidi prodotti dal "grembo" delle donne particolarmente eccitate (nella tradizione fatata, spiega Gardner, le principesse risvegliate dal bacio del principe producono la divina Amrita).

Nell'un caso e nell'altro si associa il liquido dell'immortalità al ventre femminile, dove viene prodotto sia il sangue mestruale (sangréal) sia il fluido che precede l'atto d'amore. Ecco dunque perché il graal inteso come coppa da cui bere il nettare dell'immortalità è stato legato al sangue e al ventre femminile.

Oggi, però, sappiamo che melatonina e serotonina sono prodotte autonomamente da ogni individuo sano all'interno del suo capo, dall'epifisi e dall'ipofisi, ghiandole poste all'interno della massa cerebrale ma indipendenti da essa. Ognuno di noi, quindi, con un semplice allungamento del muscolo sublinguale, può "bere" dal graal la secrezione che dà immortalità (rallenta l'invecchiamento) e illuminazione, senza bisogno di andare nei Pirenei o in Provenza a cercare la vera coppa.

Un'ultima chicca. Ormai siamo lanciatissimi in questo gioco di specchi e rimandi così affascinante da poterci permettere un'ulteriore scoperta. L'arcano che segue Le stelle è La Luna. Aleister Crowley, questo personaggio misterioso e legatissimo alla ricerca del graal (il quale si dice abbia "ricevuto" la visione dei tarocchi a lui intitolati durante una meditazione e li abbia poi descritti alla pittrice che li realizzò), nella sua Luna non indica nessun corpo celeste luminoso e bianco.

La Luna di Crowley è composta da 2 torri parallele molto stilizzate che sembrano sostenere al centro tra loro, in alto, una sfera dalla quale scendono piccole fiammelle che si immettono in un'altra sfera sottostante, più piccola, dalla quale si irradia una luce.

L'immagine ricorda in maniera stilizzata, un cervello in sezione visto dall'alto, con le torri che formano i due emisferi cerebrali, la ghiandola pituitaria, più grande, in alto, ovvero verso il naso in sezione, la ghiandola pineale più piccola in basso verso la nuca. Le fiammelle potrebbero indicare la serotonina prodotta dalla pituitaria, che immettendosi nella pineale stimola la produzione di melatonina, la quale fa "brillare" la sfera più piccola.

Alessandra Devana D'Elia 

FONTE: LINK

ALTRI ARTICOLI INTERESSANTI: LINK - LINK2

"Avete occhi e non vedete, avete orecchi e non udite." 
Bibbia - (Mar 8:18)" 

Se foste ciechi non avreste peccato, ma poiché dite di vedere, il vostro peccato rimane " 
Gesù rispose così ai suoi accusatori.

"La lucerna del corpo è l'occhio; se dunque il tuo occhio è chiaro, tutto il tuo corpo sarà nella Luce; ma se il tuo occhio
è malato, tutto il tuo corpo sarà tenebroso. Se dunque la Luce che è in Te è tenebra, quanto grande sarà la tenebra!"
(Matteo 6:22)

"Soltanto gli occhi creano i limiti perché non vedono il Dentro che sta nel fuori. Solo l’Occhio crea l’unione. È attraverso l’Occhio che vi porrete nel Padre. L’Occhio crea il Mondo, che fa i mondi.[...] Così, colui che guarda i suoi occhi, non vede il suo Occhio"
(Vangelo di Maddalena)

I neurotrasmettitori prodotti dalla ghiandola pineale consentono l'incontro con Dio?

La melatonina e gli ormoni che produce sono ancora tutti da scoprire. La ghiandola pineale può essere effettivamente la porta di accesso all’eternità? La risposta del mistico si trova nel nostro cervello, è lì che vengono prodotte le sostanze che ci mettono in contatto con Dio!

< MELATONINA >

LIBRI CONSIGLIATI A TEMA: LINK - LINK2

IL PERICOLO DELL'ASPARTAME NEI CIBI E NELLE BEVANDE: LINK

LA "FENICE" che "RINASCE DALLE SUE CENERI"..

La quale non riesce a spiccare il volo perché nel momento in cui le sue ali si aprono, brucia..

L'Amanita diviene un calice perché è l'unico fungo la cui superfice continua a crescere verso l'alto, e durante questo processo, il colore da "rosso" diviene "dorato.." La mattina presto raccoglie la rugiada al suo interno e l'acqua trattiene la sostanza. Poi "muore" e dalle sue "ceneri" (spore) RINASCE.. Quanta simbologia "sacra" puoi affibiare a una pianta se vuoi nasconderla ai più [...] Il fungo nasce "senza peccato" in quanto "nessun seme" viene piantato, a parte quello che gli antichi ritenevano essere il "seme di DIO", ossia la "pioggia". Uno dei nomi di Dio era infatti RAIN (pioggia). Inoltre esso è "maschio & femmina" insieme, ossia l'Androgino dell'alchimia [...] E come dice giustamente Cesare, non appartiene né al mondo delle piante, né al mondo dei minerali, ma è una "specie vivente" a sé.. la quale offriva "la comunicazione con DIO." Perciò veniva considerata "la carne" di DIO [...] Infatti, non so se hai letto il mio punto di vista, sono incline a ritenere che l'esperienza con il Fungo in sè non sia LA CHIAVE, ma sia un mezzo che contorna un RITUALE SPECIFICO in seguito ad una PREPARAZIONE "PSICO-FISICA".

Andrea Doria

SCARICA IL VIDEO

L'INQUISIZIONE Farmacratica - L'Amanita Muscaria e il Cristianesimo - Sub ITA

<<< CLIKKA QUI >>>

LINK CONSIGLIATI: LINK - LINK 2 - LINK 3

LA MANDRAGORA

di Giorgio Samorini

Da: Gli allucinogeni nel mito. Racconti sull'origine delle piante psicoattive, Nautilus, Torino 1995, pp. 56-61.

Presso le culture del bacino del Mediterraneo, la mandragora possiede una lunga tradizione, come pianta magica, afrodisiaca, allucinogena e medicinale. E una delle piu rinomate piante della stregoneria medievale europea, ma le sue virtu sono note fin dal II millennio a.c. La conoscenza di questa pianta è infatti testimoniata da reperti archeologici egiziani a partire dal XIV secolo a.c. (durante la V Dinastia), e immagini della pianta sono state identificate in antichi bassorilievi a Boghaz-keui. Assieme alla ninfea e al papavero da oppio -anch'esse piante dotate di proprietà psicoattive -veniva impiegata per fare unguenti capaci di indurre stati ipnotici, di trance ed estatici. 

Conosciuta dagli antichi Germani, dai Greci e dai Romani, è stata suggerita l'identificazione di questa pianta con l'enigmatica erba moly di Omero. Nel racconto, inserito nel decimo libro dell'Odissea, è il dio Hermes, il «messaggero degli dèi», a donare la magica erba a Ulisse, affinché egli possa utilizzarla come agente protettivo contro gli effetti maligni del filtro della maga Circe, capace di trasformare gli uomini che ne bevono in animali, nella fattispecie in maiali. Nel racconto omerico, l'erba moly svolge dunque una funzione opposta a quella delle classiche erbe magiche: evita la trasformazione in animale, anziché indurla. Per Omero «la radice era nera, simile al latte il fiore, moly la chiamano i numi. Strapparla è difficile per le creature mortali, ma gli dèi tutto possono». 

La difficoltà di estirpazione della pianta è un motivo che si presenterà secoli piu tardi, anche nei racconti medievali sulla mandragora: un motivo che ha provocato timore nei confronti dell' erba, ma che ha anche dato impulso all'elaborazione di particolari pratiche magiche protettive per la sua raccolta. A partire dalla sua prima apparizione nelle opere di Omero, l'erba moly è stata celebrata a piu riprese dagli autori greci e latini, e ha influenzato la fantasia di non pochi autori medievali. Alcuni autori tardo-latini ci hanno tramandato un mito d'origine del moly. Nella versione di Eustazio, il gigante Picoloo si era perdutamente innamorato di Circe, ed era intenzionato a rapida dall'isola in cui dimorava; ma il dio Helios (Sole), padre di Circe, venne in aiuto della figlia uccidendo il gigante: E dal sangue del gigante sparso sulla terra germogliò il moly, che prende nome dalla «fatica della battaglia ». Ma il suo fiore, dal biancoreabbagliante come quello del latte, proviene dall'abbagliante Helios, che vinse il combattimento; la nera radice spunta dal nero sangue del gigante, ovvero, se ne può spiegare la natura col fatto che Circe diviene spettralmente smorta per lo spavento. 

Le caratteristiche del moly, come vengono riportate dalla lunga serie di autori classici e del periodo medievale, sono state oggetto di una serie di rielaborazioni e di fantasiose interpretazioni, e nessuna descrizione -neppure quella originaria di Omero -corrisponde a quella della pianta della mandragora. L'identificazione botanica del moly rimane una questione aperta, come lo sono, del resto, quelle relative a un folto gruppo di piante dalle proprietà magiche e psicoattive descritte dagli autori classici. La mandragora è nota nella cultura ebraica ed è presente nell'Antico Testamento. Essa viene citata in un racconto dalle connotazioni piuttosto «pagane», in cui la pianta viene utilizzata come mezzo di scambio per le sue proprietà afrodisiache e fecondanti. In effetti, questa pianta è stata considerata, un po' ovunque, come un portentoso afrodisiaco, e non a caso Afrodite, la dea greca dell'Amore, aveva l'appellativo di «Mandragoritis». 

La grossa radice e i frutti (bacche rosse) erano le parti della pianta utilizzate per gli effetti medicinali e psicoattivi. Da tempi remoti, nella forma della radice si sono volute ravvisare le fattezze di un uomo o di una donna, e questa antropomorfizzazione, con la distinzione fra mandragore «maschio» e «femmina», è stata fonte di ispirazione nella mitologia, nelle credenze e nei riti relativi a questa pianta. Come aveva evidenziato Mircea Eliade, i racconti sulla mandragora hanno influenzato un piu vasto cerchio di miti riguardanti piante dalla grossa radice, e fortemente antropomorfizzate nella loro interpretazione simbolica. Un' altra nota radice del medesimo gruppo mitologico è il ging-seng. In diverse fonti dei periodi medievali, è riportata la credenza secondo la quale, quando un condannato a morte viene impiccato, nel momento in cui muore, emette il suo seme, o la sua urina, che, cadendo al suolo, danno origine alla mandragora. 

A questo tema segue solitamente la descrizione del procedimento per la raccolta della pianta: si riteneva che chiunque tentasse di sradicarla, ma anche chiunque vi inciampasse inavvertitamente, o vi passasse troppo vicino, ne morisse. La raccolta si basava sul sacrificio di un cane, per lo piu nero, che veniva legato per la coda o per il collo, alla radice della pianta: nel momento in cui, correndo in direzione opposta alla radice, l'avesse sradicata, il cane sarebbe morto. E un racconto, diffuso nei paesi germanici, in Islanda, in Francia e altrove. E probabile che il tema della nascita della mandragora dalle gocce di sperma o dall'urina di un impiccato, facesse originariamente parte di un mito di origine della pianta. La persona impiccata -un condannato a morte per reati gravi, oppure per furto, ma innocente, come viene specificato in diverse fonti -sarebbe quindi stata un certo uomo, probabile protagonista del racconto originario; nella trasformazione del mito in credenza popolare, scompare il motivo della condanna iniqua, e l'analogia viene riferita a ogni condannato impiccato. Il rapporto fra mandragora e morte è presente in altre credenze, come quella che associa la sua presenza a luoghi ave siano seppelliti dei cadaveri (i dintorni di un cimitero sarebbero il suo habitat preferito). 

Nella cultura greca, è stato evidenziato un certo rapporto fra la mandragora, il cane, e la dea Ecate; il regno di questa tenebrosa divinità dell' oltretomba è identificato proprio con i cimiteri. A un differente mito originario potrebbero essere fatti risalire un gruppo di racconti popolari e mitologici presenti nelle culture europee, arabe e asiatiche. Da questi racconti emerge un tema collocato al tempo delle origini dell'uomo, nel quale l'uomo stesso viene fatto originare dalla mandragora, sfruttando, a questo scopo, l'immagine fortemente antropomorfa (o antropomorfizzata) della sua radice. «l primi uomini sarebbero stati una famiglia di gigantesche mandragore sensitive, che il sole avrebbe animato e che, da sole, si sarebbero distaccate dalla terra»; oppure, «l'uomo apparve originariamente sulla terra in forma di mostruose mandragore, animate da una vita istintiva, e che il soffio dell'Altissimo costrinse, trasmutò, sgrossò, e infine sradicò, per farne degli esseri dotati di pensiero e di movimento proprio. [ ... ] 

Da ciò potremmo dedurre che la mandragora è legata a un mito d'origine dell'uomo». Sebbene non si tratti di un mito d'origine della mandragora, è interessante notare come, in queste cosmogonie, l'origine della pianta sia ritenuta piu antica di quella dell'uomo. Un mito d'origine della mandragora è presente nella seguente leggenda, raccolta in Siria da M.R. Puaux: Quando Dio creò il mondo, si riservò la creazione degli esseri viventisulla terra, nelle acque e nell' aria; ma, nel suo contratto con Satana, aveva dimenticato il sottosuolo. Lo spirito del Male, geloso del Creatore, volle, anche lui, fabbricare degli uomini e delle donne viventi sotto terra. Il suo genio inventivo, ma incompleto, non portò che alla plasmazione informe delle mandragore. Dal momento che queste, strappate da terra, penetrano nel regno di Dio, cessano di vivere. Come si vede, un mito d'origine della mandragora vero e proprio, ben strutturato, non ci è pervenuto; solo qualche traccia isolata e continuamente rimaneggiata ha incontrato una certa fortuna nella credenza popolare e nella favolistica. Resta il fatto che la mandragora è stata considerata una pianta primordiale, creata prima, o ai primordi, dell'umanità, ed è probabile che, seguendo Massimo Izzi, «la localizzazione della mandragora in Paradiso (o comunque in un giardino primordiale, teatro della creazione primigenia), sia antecedente al cristianesimo». 

Forse, ciò che si avvicina maggiormente a un mito d'origine, se non proprio della pianta, del suo uso, lo incontriamo nelle fonti piu antiche che trattano della mandragora, nella cultura egiziana. Si tratta di un racconto chiamato Distruzione e salvataggio del genere umano, che si è conservato in varie tombe regali, e appartiene alla letteratura egiziana di carattere strettamente religioso. In questo racconto, il dio solare Ra ha intenzione di punire gli uomini perché non lo venerano. Invia quindi la dea Hathor a distruggere l'umanità. Ma cambia idea, ed escogita uno stratagemma per fermare la dea, che è già pronta alla strage: Disse allora Ra: «Chiamatemi messaggeri che corrano rapidamente, che si affrettino come l'ombra di un corpo». Furono portati allora questi messaggeri sull'istante. E disse quindi la Maestà di questo Dio: «Recatevi a Elefantina, e portatemi didit in quantità» . Gli furono portate queste didit, e la Maestà di questo dio fece che il Chiomato che abita a Eliopoli macinasse queste didit, e che inoltre schiave spremessero l'orzo per farne birra. Quindi, furono poste queste didit in questa bevanda, ed essa fu come il sangue degli uomllll. 

Si fecero 7000 brocche di birra. Venne quindi la Maestà del re della Valle e re del Delta Ra con questi dèi per vedere questa birra. Ora,'venne la mattina dell'uccisione degli uomini da parte della dea nel giorno in cui essi rientravano. Disse allora la Maestà di Ra: «Quanto è bello questo! Con questo io proteggerò gli uomini! » Disse Ra: «Portatelo al luogo dove essa vuole uccidere gli uomini». Si levò presto la Maestà del re della Valle e re del Delta Ra, al termine della notte, per fare che si versasse questa bevanda soporifera. Furono cosi sommersi i campi per tre palmi sotto l'acqua, per la potenza della Maestà di questo dio. Venne allora questa dea del mattino presto, e trovò questo sommerso. Bella ne fu la sua faccia, ed essa si mise a bere, e fu una cosa gradita al suo cuore tanto che se ne venne ubriaca e non riconobbe gli uomini. Disse allora la Maestà di Ra a questa dea: «Benvenuta in pace, o diletta! (Jamyt)>>. 

E questa fu l'origine delle Giovanette di Jamu. Disse allora la Maestà di Ra a questa dea: «Si facciano per lei bevande soporifere nella celebrazione della festa annuale, e si distribuiscano alle schiave». Questa è l'origine del fare bevande soporifere in distribuzione alle schiave per la festa di Hathor da parte di tutti gli uomini fino al primo giorno. Le piante didit, come le d' dym in uga.ritico e le duda' im in ebraico, sono le mandragore. Concordiamo con le conclusioni di Izzi: «Non siamo di fronte a un semplice resoconto di una terapia: siamo al cospetto di una sorta di seconda antropogenesi, di un salvataggio dell'umanità. La mandragora qui non è un semplice sonnifero, ma una radice di vita, lo strumento scelto dal dio per la salvezza del mondo»; un mito d'origine dell'uso della mandragora, attraverso l'istituzione di un culto che prevede il suo consumo rituale.

FONTE

Gli straordinari effetti dell’Ayahuasca

Nel cuore più profondo della foresta pluviale del Sud America si cela un segreto che è stato gelosamente custodito per migliaia di anni. Solo in tempi recenti questo segreto è uscito dalla giungla e ha iniziato ad avere un impatto importante su un numero, piccolo ma in costante crescita, di persone in varie parti del pianeta.

Questo segreto ha iniziato ad avere un profondo impatto di trasformazione sulle vite di chi ne ha fatto esperienza. Un segreto che in molti pensano possa cambiare le sorti del mondo intero.

Questo segreto porta il nome di
Ayahuasca.

Ayahuasca è il nome dato a una pianta medicinale sacra provieniente dalle foreste amazzoniche, dove è stata usata per migliaia di anni dalle popolazioni native di quei luoghi.

Però non è una pianta medicinale qualsiasi.

Se ti è capitato di vedere il famoso film di fantascienza “
Matrix”, potresti ricordare una scena dove il protagonista principale, Neo, doveva scegliere fra due pillole, una rossa e una blu. Morpheus, uno dei personaggi del film, spiega a Neo:

”Questa è la tua ultima possibilità, poi non potrai più tornare indietro. Se prendi la pillola blu la storia finisce qui, ti risvegli nel tuo letto e credi a quello che vuoi credere. Se prendi la pillola rossa entri nel Paese delle Meraviglie e ti mostrerò scenari inediti.”

Per tante persone l’Ayahuasca è un po’ come prendere la pillola rossa, ti rivela meraviglie spirituali, la percezione della realtà è destinata a cambiare per sempre. Per qualcuno potrebbe suonare come un’esperienza sgradita, per molti altri invece si tratta di un passo ulteriore nella loro vita spirituale.

Bisogna chiarire subito che l’Ayahuasca non è una semplice sostanza allucinogena. È per davvero
una medicina per l’anima. Se hai una vocina dentro di te che ti dice che quello che ti hanno raccontato sulla realtà non è del tutto vero, in questo caso potresti essere pronto.

Per dirla con le parole di Morpheus:

”Quello che sai non lo puoi spiegare ma lo senti, lo hai sentito per tutta la vita. C’è qualcosa che non quadra nel mondo, non sai cos’è ma è lì. È come un tarlo che ti rode il cervello e ti fa impazzire.”

Se a volte ti senti così, potresti essere pronto per sperimentare i più profondi misteri che l’Ayahuasca è pronta a rivelarti.

Ti interessa? Lascia che te ne parli più a fondo.

E quindi cos’è l’Ayahuasca?

Il termine Ayahuasca deriva da due parole Quechua (lingua parlata da popolazioni sudamericane): AYA- significa spirito, antenato o persona defunta, -HUASCA significa liana, corda. Per questo si dice che l’Ayahuasca è la liana dell’anima o la liana dei morti.

La storia dell’Ayahuasca è poco conosciuta perché non ci sono testimonianze scritte, le prime risalgono alla presenza dei conquistatori spagnoli. Ci sono stati tramandati miti e tradizioni orali: in Ecuador è stato rinvenuto un vaso cerimoniale che dovrebbe risalire a 2.500 anni fa dove sono state ritrovate tracce di Ayahuasca. Anche da questo sappiamo che viene utilizzata da tantissimo tempo, è molto più antica di quanto pensiamo.

Sappiamo anche che si usa in tanti paesi sudamericani come Brasile, Ecuador, Venezuela, Colombia, Perù e Bolivia. È utilizzata da almeno 70 popolazioni native dell’intero continente americano.

La bevanda di Ayahuasca

ayahuasca06La bevanda di Ayahuasca ha un sapore molto sgradevole, è ottenuta da due piante della foresta amazzonica, una è conosciuta come
liana di Ayahuasca (Banisteriopsis Caapi) e l’altra è conosciuta come Chacruna (Psychotria viridis). La liana è l’ingrediente più importante perché si dice che sia lo spirito della liana a curare ed insegnare, perciò la bevanda prende il nome di Ayahuasca, anche se la seconda pianta è ugualmente importante.

Una cosa molto interessante dell’Ayahuasca è la particolare complessità dell’interazione chimica che si scatena e che dà il via all’esperienza, anche considerando che è stata scoperta da popolazioni “primitive” della foresta amazzonica.

La pianta della Chacruna contiene alte quantità di
DMT (Dimetriltriptamina), una potente componente psicoattiva, che è la responsabile delle visioni così tanto presenti nell’esperienza dell’Ayahuasca. È interessante sapere che il DMT è già presente naturalmente nel cervello umano (si pensa sia prodotto dalla ghiandola pineale).

Il ricercatore americano Rick Strassman ha studiato gli effetti del DMT su 60 volontari che ne hanno assunto alte dosi per cinque anni di seguito. Ha concluso che il cervello umano
produce DMT quando è prossimo alla morte, ha la capacità di connettere con il mondo spirituale; ne parla nel suo libro “DMT: The Spirit Molecule

In ogni caso, il DMT – se ingerito per bocca – non ha nessun effetto: questo accade perché è distrutto da un enzima dello stomaco, la
mono-ammino-ossidasi A (MAO-A).

Qui inizia ad agire la chimica della liana: l’Ayahuasca contiene tre alcaloidi principali che sono potenti inibitori del MAO-A: il
Beta-carboline strutturalmente correlato all’armalina, la Tetraidroarmina (THH) e l’Armalina. Questi tre potenti alcaloidi permettono al DMT di passare nello stomaco e nel cervello per produrre effetti visionari.

Si pensa che l’interazione sia anche più profonda e che vada al di là della modificazione dell’enzima e attivazione del DMT. In ogni caso gli sciamani credono che la parte più importante la svolga la liana e non il DMT, dicono che l’Ayahuasca può essere descritta come una caverna e il DMT è la luce che la illumina.

Detto questo, non lasciarti fuorviare pensando che l’Ayahuasca sia solo una complessa interazione chimica all’interno del cervello. Le componenti chimiche favoriscono l’esperienza ma non sono l’esperienza stessa. È un po’ come per le componenti del computer, tutte insieme lavorano e interagiscono in modo da farti utilizzare e fare esperienza di Internet. Non sono di per sé Internet ma ti permettono di farne esperienza.

Allo stesso modo le componenti chimiche dell’Ayahuasca permettono di entrare in una più vasta realtà spirituale e di farne esperienza, in altri termini possiamo dire che ti danno la possibilità di avere l’accesso a un Internet cosmico.

La cerimonia dell’Ayahuasca

Tradizionalmente si fa esperienza dell’Ayahuasca durante una cerimonia notturna. Dovrebbe essere guidata da uno sciamano esperto, l’Ayahuasquero, che per anni ha praticato e sviluppato una speciale e simbolica vicinanza con gli spiriti della pianta.

Il luogo della cerimonia solitamente è una larga capanna chiamata Maloka, dalla forma ottagonale o decagonale dove i partecipanti si dispongono in cerchio con la faccia rivolta verso il centro; spesso gli sciamani preferiscono che i partecipanti siedano in terra ma in molti centri si offrono materassini.

ceremonyAll’inizio della cerimonia, lo sciamano protegge lo spazio e i partecipanti da energie e spiriti negativi, con il fumo di un tabacco chiamato Mapacho. Poi, a turno, ogni partecipante si avvicina allo sciamano per bere un bicchiere di Ayahuasca e torna al suo posto. Quando tutti hanno bevuto la loro parte, lo sciamano spegne le luci e il resto della cerimonia si svolge al buio. Le cerimonie durano fra le 4 e le 6 ore e i primi effetti della bevanda si fanno sentire dopo 20/45 minuti dall’assunzione.

Per tutta la durata della cerimonia lo sciamano canta canti sacri conosciuti come Icaros per chiamare gli spiriti che lo assisteranno nel processo di guarigione e insegnamento. Ognuno ha un’esperienza differente con l’Ayahuasca, lo spirito della pianta lavora in modo diversi con persone diverse. C’è chi riceve splendide visioni che hanno significati emotivi e simbolici, altri potranno avere informazioni o comunicare con gli spiriti.

Non ne voglio parlare troppo perché vorrei che ci si avvicinasse dell’Ayahuasca con poche aspettative.

Un portale sulla dimensione spirituale

Terrence McKenna - “Non stiamo parlando di agenti passivi di trasformazione, stiamo parlando di una intelligenza, di una consapevolezza, una mente altra e viva, uno spirito che ovviamente non ha spazio nella nostra società. La natura è viva e ci parla, non è per niente una metafora.”

La spiritualità è il centro dell’esperienza dell’Ayahuasca, se non credi nel mondo degli spiriti ti dovrai ricredere dopo averne fatto esperienza. Come minimo avrai qualche domanda a cui dare delle risposte. Gli scienziati potranno dire che è frutto di allucinazioni, ma c’è tanto di più e potrai scoprirlo solo facendone esperienza.

Ci sono tante persone che ormai si stanno rendendo conto che viviamo in un
universo spirituale multidimensionale dove la coscienza è primaria e ci sono tanti livelli di quello che chiamiamo realtà. Molti scienziati stanno iniziando a capirlo, qualche esempio lo puoi trovare nel film “What the Bleep Do We Know”.

Gli sciamani delle culture indigene credono che ogni cosa nell’universo è fatta di spirito e ha una coscienza, anche le piante sono esseri senzienti. Ci sono piante maestre e l’Ayahuasca è una di loro.

L’Ayahuasca ci trasporta in una dimensione spirituale dove tutto è pura immaginazione e l’obiettività non ha senso. Non si può capire con una mente occidentale razionale perché è un tipo di mente che cerca di separare tutto, è la causa dei nostri maggiori malanni e problemi.

I benefici del bere Ayahuasca

L’apertura delle porte della percezione non è lo scopo principale dell’Ayahuasca, per tante persone significa iniziare un percorso di profonda scoperta e trasformazione spirituale. Ogni esperienza con questa sostanza è differente, i suoi regali sono molteplici e vari.

Ecco di seguito alcuni dei benefici dell’Ayahuasca.

Pulizia e purificazione

Chi ha preso parte a più di una cerimonia di Ayahuasca ha fatto esperienza almeno una volta di un effetto purificatore. Si potrebbe dire che la purificazione dell’Ayahuasca è una sorta di revisione che facciamo alle automobili. Il processo del vomito e spesso di andare più e più volte al gabinetto, purifica da tutte le energie e emozioni tossiche che possono avere oscurato il tuo sistema in modo conscio o inconscio. Mi rendo conto che potrebbe suonare un po’ greve e non è un processo divertente o piacevole ma è SEMPRE utile. Dopo il processo di purificazione ci si sente di avere un corpo completamente nuovo, un senso di benessere che può durare per giorni, settimane e anche mesi.

Guarigione fisica ed emotiva

A differenza di altre piante medicinali, l’Ayahuasca non ha proprietà curative di suo, eppure moltissime persone hanno avuto tipi di guarigione grazie all’assunzione della pianta. La guarigione avviene in tre ambiti principali: fisico, mentale e emotivo. Ogni ambito influenza gli altri. La gente ha usato l’Ayahuasca per curare ogni tipo di malattia, incluse le malattie croniche e quelle al loro stadio terminale. Non ci sono riscontri scientifici ma, se si chiede a chi ha preso l’Ayahuasca da tempo, si parla di innumerevoli casi di guarigione. L’Ayahuasca è efficace soprattutto nel caso di malattie mentali e disturbi emotivi. Nel caso di persone che hanno subito un trauma tipo abusi sessuali o fisici, l’Ayahuasca ha una grande efficacia nel permettere il superamento di quei traumi e blocchi. C’è chi afferma che è bastata una sola cerimonia di Ayahuasca per avere gli stessi effetti di 10 anni di psicoterapia.

Curare la depressione

L’Ayahuasca cura la depressione in modo particolarmente efficace, anche con chi ne ha sofferto per anni e anni. Molte persone hanno guarito la depressione una volta per tutte, dopo una o due cerimonie di Ayahuasca. Secondo me la depressione è causata principalmente da una disconnessione con la dimensione spirituale che è così tristemente presente nelle società occidentali. La ricostituzione di questa connessione con il mondo spirituale, la nostra vera casa. In questo modo l’Ayahuasca ci guarisce dalla tristezza e dalla disperazione che affliggono così tanto la vita di molti di noi.

Guarire dalle dipendenze

Non è raro che molte persone trovino una guarigione da ogni tipo di dipendenza, le droghe e l’alcolismo sono stati egregiamente trattati dalle cerimonie dell’Ayahuasca. Tanti centri si stanno specializzando nel trattare le dipendenze con l’Ayahuasca e altre piante medicinali.

Profondo senso di gratitudine ed apprezzamento per la vita 

Credo che uno dei regali più importanti sia l’apprezzamento verso la vita. La connessione che si ristabilisce porta ad avere un apprezzamento più profondo verso la natura, la vita e l’intero universo con cui si sente una più forte unione. Sento io stesso una forte impressione di gratitudine per la mia vita e le persone che ne fanno parte.

Maggiore comprensione del Sè

La domanda “chi sono?” è stata da sempre al centro dell’indagine dei ricercatori spirituali, si può passare la vita intera dietro a questo quesito senza avere risposte. Non dico che l’Ayahuasca offra una risposta definitiva, ma può svelare cose di cui non sei consapevole. L’Ayahuasca aiuta a rimuovere tanti strati inutili di idiozie che oscurano il nostro giudizio e ci tengono separati dal vero sé.

Espansione della consapevolezza e della coscienza

C’è una consapevolezza più vasta, si può fare esperienza di più alti livelli di consapevolezza. Penso che molti dei nostri problemi siano dovuti a una mancanza di consapevolezza, chi raggiunge un livello più alto in genere non ha più bisogno di sentirsi dire come deve vivere. Non devi più sentirti dire di non inquinare, non essere egoista, arrogante o un disgraziato completo. Sono cose che arriveranno in modo naturale: quando arrivi ad un più alto livello di coscienza non sei più la stessa persona di prima. Sono tante le persone che mi hanno detto di essere diventate migliori.

Accresciuta creatività

Persone creative, o anche non creative, hanno visto aumentare questo aspetto della loro personalità. Musicisti, scrittori e pittori hanno parlato di un incremento nelle loro capacità di creazione. Se pensi di avere dentro di te delle capacità artistiche che hanno bisogno di essere riaccese, l’Ayahuasca può esserti utile.

Trovare lo scopo della tua vita

Dopo le cerimonie dell’Ayahuasca molte persone mi hanno detto di avere una maggiore chiarezza sullo scopo delle loro vite. È piuttosto comune vedere persone che fanno cambiamenti drastici, spesso abbandonano carriere che non amavano per fare ciò che ora appare in modo chiaro e cristallino e dare un senso maggiore alla vita.

Profonda connessione con la natura

Se hai visto il film Avatar e sei rimasto particolarmente commosso dalla connessione che il popolo Na’vi aveva con la natura, potrebbe essere per te interessante sapere che questa connessione non esiste soltanto nei film. Sotto l’influenza dell’Ayahuasca tante persone iniziano a sentire una connessione con la natura. Questo cambia il modo in cui vedono sé stesse e il mondo intorno a loro. A volte questa connessione permane anche dopo la fine della cerimonia.

Spezzare i condizionamenti sociali

Siamo tutti il risultato di un condizionamento sociale. Man mano che cresciamo, la famiglia, gli amici e la società influenzano il tipo di persone che diventeremo. Questo condizionamento influisce sul nostro modo di percepire la realtà. La sfida per superare questi condizionamenti è enorme, molte persone non ne sono neanche consapevoli. L’Ayahuasca ci aiuta a vedere quei condizionamenti che sono dannosi per la nostra crescita spirituale. Solo la consapevolezza ci può aiutare a spezzare quei legami.

L’Ayahuasca è una medicina miracolosa?

Anche se gli effetti potrebbero sembrare miracolosi non considerare l’Ayahuasca una panacea per tutti i mali. Non tutti guariscono e non tutti ottengono quello che vogliono. A dire il vero, se decidi di lavorare con l’Ayahuasca devi eliminare ogni tipo di aspettativa. Chi si aspetta troppo potrebbe non ottenere quello che cerca.

A volte una malattia è lì per insegnarci una importante lezione, in questo caso devi prima imparare la lezione e poi guarirai dalla malattia. Non ti permetterà di mentire! Ti fornirà indizi e suggerimenti ma la lezione devi trarla da solo.

È adatta a te?

Spesso si dice che non sei tu a scegliere la pianta ma è lei che sceglie te. Dopo la lettura di questo articolo già ti stai facendo un’idea se questa esperienza va bene per te oppure no. È importante ribadire che non c’è un giusto o sbagliato, devi o non devi.
Questa esperienza non è una passeggiata, è un’esperienza spirituale molto forte, può spalancare le porte della percezione e non tutti sono pronti.

A volte parlo con persone che mi dicono: ”Vorrei fare questa esperienza ma non mi sento pronto.” Va benissimo così, devi ascoltare il tuo intuito. Se senti di non essere pronto, allora aspetta. Se invece si tratta solo di paura che si pone come ostacolo, dovresti indagare più a fondo, ci vogliono parecchie cerimonie prima di eliminare del tutto il senso di paura. A volte potrebbero volerci decine e decine di cerimonie.

Potrebbero esserci problemi di salute di cui tenere conto prima di prendere l’Ayahuasca, se non sono problemi gravi (cardiopatie, diabete, pressione alta, ecc.), puoi prendere la pianta in tutta sicurezza.

Detto questo,
devi seguire la cerimonia solo con uno sciamano che ha una profonda esperienza, è sconsigliabile prenderla per conto tuo perché i territori in cui stai per incamminarti sono per te del tutto nuovi.

N.d.H. A corollario dell’articolo, accodiamo il pensiero di Italo Cillo sulle sostanze psicoattive, il DMT e l’Ayahuasca. Audio estratto dal podcast “Tempo di cambiare – Episodio n.15 del 12/07/2012“.

FONTE

 

PEYOTE E FUNGHI
Informazioni di base sulle droghe d’abuso e gli allucinogeni..

http://www.mushmagic.it/content/7-che-cosa-sono-truffles 

27 giugno, 2012
di Sandro Russo


Il boom della diffusione di massa delle droghe così come la intendiamo oggi – in generale e senza fare, per il momento, distinzioni di specie – ha le sue radici negli anni ’60 in America e qualche decennio più tardi da noi. I consumatori e i dipendenti -‘addict ’- di una droga o di un’altra c’erano sempre stati, ma è in questo periodo che la diffusione diventa un aspetto sociale e di rilievo antropologico nel mondo occidentale.

Per le droghe allucinogene è ancor più vero che per tutte le altre quanto si era detto nell’introduzione di questo lavoro: essere la ricerca del trascendente, l’accesso ad altri mondi, ‘l’espansione della coscienza’, una delle caratteristiche dell’uomo, tra ogni popolo e in ogni tempo. La storia, l’antropologia e la letteratura riportano numerose citazioni dell’impiego degli allucinogeni in altre culture e in ogni fase della storia umana; si va dalle pratiche sciamaniche dei popoli primitivi, ai riti divinatori dell’antichità; dalle pozioni di ‘mandragora’ nel Medio Evo fino ai processi alle streghe, alla religione del peyotl del Centro America, fino al movimento hippie…

Ma le differenze tra l’antico e la situazione attuale sono di non poco conto. Dove una volta c’era ricerca della conoscenza ora c’è edonismo; il duro lavoro di apprendistato è diventato facilità di accesso, anzi offerta capillare; alla necessità e riconoscimento di un Maestro (o guru o sciamano) sull’arduo cammino della conoscenza si contrappongono la ‘moda’ dominante e gli interessi dei mercanti delle droghe.

Andrebbero ripresi in mano uno o tutti i libri di
Carlos Castaneda, lo scrittore-antropologo (forse) peruviano che ebbe vasta fama tra gli anni ‘60 e ’70 per la sua esplorazione sul/nel campo delle droghe allucinogene, sotto la guida di uno sciamano (curandero) di etnia yaqui: don Juan Matus.

Copertina di TIME del 5 Marzo 1973. Il testo originale di Carlos Castaneda è del ’68: “A Scuola dallo Stregone – Una via yaqui alla conoscenza” – 1a Ed. italiana Roma, Astrolabio, 1970. Seguiranno: ‘Una realtà separata’ (1971), ’Viaggio a Ixtlan’ (1972) e vari altri.

Don Juan addestra il volenteroso discepolo, nel suo cammino per diventare un uomo saggio, alla raccolta, alla preparazione e all’uso di almeno tre droghe vegetali, principali ‘alleate’ dell’uomo sul sentiero della conoscenza. ”Ma è un mondo” – avverte don Juan – “dove nulla viene regalato; non c’è una scorciatoia per imparare tutto quello che c’è da imparare…”.

> Il peyote “Mescalito… considerato un potere unico nel suo genere, simile a un alleato, in quanto permette di trascendere i confini della realtà ordinaria [...] ...E’ anche un protettore, perché ti parla e guida le tue azioni; insegna a vivere nel modo giusto. Puoi vederlo, perché è fuori di te. In realtà il mescalito non è adatto a chiunque, e risulta incompatibile con alcuni individui in particolare”.

Il cactus peyote (mescal) - Lophophora Williamsii, Fam. Cactacee, il cui principio attivo – la mescalina (3,4,5-trimetossi-ß-fenetilamina) – è il prototipo delle sostanze allucinogene. La sua potenza è comunque, a parità di peso, circa 4000 volte minore dell’LSD, che è attivo in quantità di microgrammi (mcg); da qui la minore diffusione (oltre che per la diversa facilità di reperimento sul mercato

> La datura (yerba del diablo) – Datura stramonium; D. inoxia, D. meteloides; Fam. Solanacee. Possiede numerosi principi attivi; tra di essi gli alcaloidi josciamina, joscina e atropina contenuti in concentrazioni diverse nella varie parti della pianta; dotati di molte proprietà farmacologiche tra cui anche quelle allucinogene. Ammaestra Don Juan: 

“La yerba del diablo …è possessiva, è violenta, è imprevedibile, ha un effetto deleterio. [...] …L’erba del diavolo è per quelli che cercano di ottenere il potere… E ancora… “La yerba del diablo ha quattro teste: la radice, lo stelo e le foglie, i fiori e i semi. Ognuna di loro è diversa [...]. La testa più importante si trova nelle radici; il potere dell’erba del diavolo viene conquistata attraverso le radici…”

“…L’erba del diavolo è così. Arriva di soppiatto alle tue spalle come una donna. Non te ne accorgi neanche. L’unica cosa che conta è che ti fa star bene e ti fa sentire potente: i muscoli pieni di vigore, le mani che prudono, i piedi che fremono dal desiderio di rincorrere qualcuno. Quando un uomo la conosce, comincia ad avere un’infinità di desideri…”.

> “Il fumo (humito) Psylocybe-Mexicana - (una miscela di funghi allucinogeni e altri componenti – Ndr) invece è per quelli che vogliono guardare e vedere”.

I funghi allucinogeni (los honguitos;) – Psilocybe mexicana, Fam. Stropharia). I principi attivi allucinogeni sono la psilocybina e la psilocina. Don Juan chiama humito (fumino) la miscela da fumo preparata con i funghi allucinogeni e altri ingredienti…“Humito è un alleato; ti trasforma e ti dà potere senza mai mostrarsi [...] …Quando hai bisogno di lui il fumo arriverà e tu lo sentirai. Ti renderà libero di vedere tutto quello che vuoi [...] ma chiunque lo cerchi deve avere un intento e una volontà irreprensibili, perché deve intendere e volere il proprio ritorno, o il fumo non lo lascerà tornare indietro..” 

[Ibidem da Carlos Castaneda (1968 ) - “A Scuola dallo Stregone - Una via yaqui alla conoscenza” – 2a Ed. italiana; Rizzoli, 1970]

Fin qui Castaneda e le suggestioni – anche letterarie e affabulatorie – della sua opera. Nella realtà storica e antropologica forse non tutti sanno che il peyotismo - l’uso rituale del peyote in cerimonie di gruppo – è attualmente praticato da non meno di 50 tribù di nativi latino-americani sparsi tra Texas, Arizona e New Mexico, con un numero di circa 300.000 aderenti. In seguito alla loro conversione al Cristianesimo, le popolazioni del centro America hanno incorporato il culto del peyote nei rituali cattolici. Nel 1918, questo singolare sincretismo e’ stato proclamato ufficialmente ‘Chiesa indigena americana’ – Native American Church (NAC). Dopo varie vicissitudini legali, i suoi riti attualmente non sono perseguiti dalle leggi federali americane.

Un’intera generazione ha letto avidamente i libri di Carlos Castaneda e ha avuto una specie di imprinting su quel mondo tra la magia, l’esoterismo e l’antropologia, nel senso di mondi diversi dal nostro. Molto si è scritto sull’opera di Castaneda: sulle veridicità o meno delle sue osservazioni, sulle incongruenze e contraddizioni sparse nei suoi diversi libri. Forse, semplicemente, ci abbiamo creduto finché abbiamo voluto/potuto crederci.

Nel prossimo articolo le esperienze ‘scientifiche’ con la mescalina narrate in “Le Porte della percezione’ di Aldous Huxley, l’avventura dell’LSD e la nascita del movimento hippie, e molto altro ancora…

Nota - Questi articoli costituiscono la trasposizione – ampliata e in forma scritta – degli incontri avuti dall’Autore con i giovani della scuola, il 2-3 aprile 2012, presso l’ITC di Ponza Le Forna

Sandro Russo

 

GHIANDOLA PINEALE E STARGATE

Ritengo che questo argomento sia, specialmente in questi tempi finali, di importanza fondamentale. Cercherò di trattarlo nel modo più semplice possibile, anche se purtroppo non esaustivo, affinchè possa raggiungere tutti e far luce sull'incredibile potere dell'essere umano.

Un'utile premessa

L'universo manifesto è basato su polarità opposte, sulla dualità. Se c'è il bene c'è anche il male, se c'è la luce c'è anche l'oscurità, se c'è la nascita c'è anche la morte, e via dicendo. Non esiste un elemento che non abbia il suo antagonista. Parimenti, l'universo porta sempre con se la soluzione per neutralizzare eventuali squilibri. Possiamo affermare che l'economia dell'universo sia pari a zero per effetto di queste polarità contrastanti.

Il contrasto presuppone una parte manifesta e una immanifesta reciprocamete contrapposte. Se il "male" è la parte manifesta (attaccamento alla forma e aumento dell'ego), il "bene" non manifesto (riduzione dell'ego, del desiderio e di ciò che è formale) affiorerà naturalmente con impeto proporzionale allo squilibrio. L'elemento positivo è indispensabile quanto quello negativo per garantire l'armonia, tutti e due appartengono alla stessa totalità. Lo yin e lo yang per dirla secondo la tradizione orientale. L'organismo possiede in se stesso tutti gli elementi adatti a compensare gli squilibri che in esso si verificano, dagli anticorpi, agli ormoni, alle sostanze psicotrope. Così anche la creazione della ghiandola pineale è una conseguenza di questo spirito.

Nel misticismo il concetto di Dio è diverso da quello sostenuto dalle religioni occidentali. Per il mistico Dio è uno stato di coscienza, per il religioso è un'entità esterna con degli attributi. Nel primo caso l'uomo che ne fa esperienza può identificarsi con Dio, nel secondo non lo raggiungerà né conoscerà mai, in compenso, però, imparerà a sentirsi una vittima, un indegno. Il misticismo, in tutte le sue espressioni, afferma che Dio alloggia nel sé interiore di ogni uomo ed è possibile realizzarlo riconoscendolo con il giusto atteggiamento mentale, ovvero distaccandosi dai condizionamenti prodotti dall'ego ipertrofico. Ora, se Dio è uno status, una consapevolezza, cosa che può offuscarsi, va da se che uno "strumento" in grado di elevare lo stato di coscienza può essere utile per ristabilire la situazione primordiale. Ci sono buone ragioni per credere che questo strumento sia la ghiandola pineale. La scoperta degli ormoni pineali e l'analisi approfondita del lobo temporale del cervello documentano l'origine divina dell'uomo e la possibilità di tornare ad essere ciò che è sempre stato (ma che ha dimenticato di essere).

Non mi dilungherò in digressioni scientifiche o storico-religiose ma mi occuperò soprattutto degli aspetti meno noti e dei miti sopravvissuti al tempo "riscoperti" di recente dalla scienza ufficiale e non. Infine, delle pratiche conosciute con cui può essere evitata la progressiva atrofia della ghiandola fino alla ripresa della piena attività, se non addiruttura oltre.

Caratteri generali

Possiamo considerare la ghiandola pineale (o epifisi) il "congegno" più sofisticato che si trova nel nostro corpo. Si tratta di una ghiandola endocrina dalla forma simile ad una pigna ma poco più grande di un chicco di mais e la sua attività è prevalentemente notturna poiché influenzata dalla luce. Cartesio la definì la "sede dell'anima" nel XVII secolo e da allora gli studi proseguirono nella convinzione che fosse implicata negli equilibri della psiche. Situata al centro del nostro cervello, è collegata allo stesso da sofisticate reti neuronali ed è conosciuta soprattutto perché sovrintende e sostiene una moltitudine di funzioni vitali, tra le quali la regolazione del ritmo circadiano sonno-veglia e dell'orologio biologico (crescita, sviluppo, maturazione sessuale). Infatti l'ormone che secerne primariamente è la melatonina, sostanza nota perchè associata appunto alla qualità del sonno e, in buona misura, anche al processo di invecchiamento. Della melatonina e dei suoi effetti parlerò specificamente più avanti.

In genere la produzione ormonale è massima, sia pur ridotta rispetto al suo potenziale, nei primi anni di vita per poi scemare gradualmente dopo i 12 anni fino a dimezzarsi verso i 45, limitandosi quasi esclusivamente alle funzioni sopra menzionate. Dopo il settimo anno di età vi si depositano spesso dei minerali (calcificazione) che la rendono visibile ai raggi X. Riceve informazioni sul mondo esterno dagli occhi, percependo luminosità e oscurità grazie agli impulsi trasmessi dalla retina ed elaborati dall'ipotalamo. Viene chiamata anche il "terzo occhio" poichè, secondo antiche credenze, una volta attivata diviene l'interfaccia con la nostra coscienza conferendo la "vista interiore", cioè il dono di ripercorrere le precedenti esistenze e riepilogare il rapporto karmico che conduce alla reincarnazione, oltre alla capacità di identificarsi con il Principio vitale cosmico e di accedere ad una moltitudine di poteri psichici.

Per il suo fascino è da sempre oggetto di studi ma, anche per la sua complessità, le informazioni messe a disposizione dalla scienza ufficiale, trattano ancora superficialmente questo organo straordinario i cui poteri, nei millenni passati, venivano sapientemente utilizzati dalle civiltà più avanzate. Benefici oggi perduti assieme alla conoscenza di quei popoli. Tuttavia sono stati rinvenuti numerosi manufatti che narrano dei poteri del terzo occhio in tutte le culture antiche conosciute come, ad esempio, nella cultura egizia, nel buddismo e anche nel cristianesimo, dove esistono citazioni di filosofi e nei vangeli (apocrifi e non) sullo stato di illuminazione derivante dalla sua apertura. Non tutte le religioni e le filosofie hanno saputo cogliere il vero simbolismo legato alla ghiandola pineale e ispirarsi a questa antica conoscenza, così come la medicina ortodossa non si è mai preoccupata troppo di effettuare ricerche approfondite. Anticamente si credeva che queste speciali facoltà fossero riservate esclusivamente ad esseri superiori, illuminati, in contatto con Dio. Ma non è così.

Non solo melatonina

La melatonina è un trasduttore neurochimico e fu scoperta e isolata nel 1956 da Aaron Lerner. La sintesi della melatonina avviene nella ghiandola pineale, funzionalmente alla quantità di luce rilevata (anche in caso di cecità) attraverso gli occhi, partendo da una sostanza che introduciamo con l'alimentazione: il triptofano. Grazie a enzimi specifici, questo viene convertito prima in serotonina poi in melatonina. La produzione di melatonina viene influenzata da un neurotrasmettitore, la noradrenalina, normalmente presente nel corpo in condizioni di luce e stress. Il noto effetto sedativo non è l'unico da prendere in considerazione, infatti, la melatonina, regola la produzione di altri ormoni, l'attività cellulare e la termoregolazione, stimola la produzione di anticorpi, combatte gli eccessi di colesterolo dannoso ed è un potente antiossidante.

Oggi si trova facilmente in commercio sotto forma di integratore (con effetti collaterali praticamente assenti) indicato soprattutto per contrastare l'invecchiamento oltre che a normalizzare gli effetti del jet lag. Ma i prodigi della melatonina non si fermano qui. Oltre ad essere impiegata nelle terapie di alcuni tumori, recenti studi scientifici sembrano dimostrare che determinate concentrazioni di questo ormone possono portare nel tempo ad uno stato di coscienza più elevato. Gli studi non sono ancora conclusi e potrebbe emergere molto altro ancora in futuro. Si può dire che, per il marketing e la medicina ufficiale, la melatonina sia l'ormone della giovinezza e del buon sonno, mentre, per il ricercatore spirituale, quello della consapevolezza.

Ovviamente è sempre stata vista come un ostacolo dalle aziende farmaceutiche produttrici di psicofarmaci che, trovandosi di fronte ad una sostanza priva di effetti nocivi e impossibile da brevettare perchè di origine naturale, hanno assistito, negli ultimi tempi, ad un notevole calo delle vendite. Per salvaguardare i propri interessi economici e mantenere il dominio su un'insieme di "automi malaticci", non hanno quindi esitato a promuovere l'applicazione del Codex Alimentarius, uno strumento coercitivo che entrerà in vigore dal 31 dicembre di quest'anno e che, tra le altre cose, metterà progressivamente fuori legge gli odiati integratori.
Esistono altre sostanze prodotte della ghiandola pineale a cui si attribuiscono proprietà illuminanti. Il
DMT (dimetiltriptammina) e la pinolina (o pinealina), sono tra questi i più potenti. Il DMT è una sostanza psicotropa esistente in natura che si può estrarre da diverse piante e gli effetti psichedelici di chi lo sperimenta hanno breve durata ma intensità elevata. 

Questo neurormone permette il distacco dall'ego, l'espansione della coscienza e l'interazione con altre dimensioni. Studi condotti negli anni '50 sullo sciamanesimo rivelano che nel corpo di presunti mistici sono state osservate concentrazioni pressochè costanti di questo neurotrasmettitore mentre nelle persone comuni il suo rilascio è occasionale ed esclusivamente notturno. Attualmente è un composto classificato nella categoria 1 negli Stati Uniti. Questa è la classificazione riservata alle sostanze prive di applicazioni mediche note, alla quale è scampata anche la cocaina. Il DMT è stato inserito in questa categoria senza che venisse presentata alcuna prova scientifica pro o contro il suo utilizzo.
La pinolina è un ormone prodotto dalla trasformazione della melatonina, concorre all'induzione della fase REM del sonno, al processo che da luogo ai sogni lucidi e alle esperienze extracorporee. In sostanza, libera l'accesso alla coscienza mentre sognamo superando i filtri della mente. 

La nostra necessità di "ricaricarci" in dimensioni più elevate durante il sonno profondo è quindi gestita da specifici ormoni pineali. È dunque possibile giungere a questo stato in modo autonomo e cosciente per interagire non-localmente con la materia e la percezione di altri individui (si ricorda l'esperimento di Aspect del 1982)?

L'utilizzo di droghe, reperite casualmente in natura, che favoriscono un'iperattività pinealinica, ha da sempre interessato l'uomo e influenzato tutte le religioni, non solo per la mera necessità di evasione, ma soprattutto per l'alterazione di coscienza che procuravano, una sorta di scorciatoia per congiungersi con il piano divino onnisciente e trarne vigore e saggezza. Gli antichi testi vedici, a cui si ispira il buddismo, sono stati scritti da saggi che utilizzavano il soma (parente della ayahuasca e ricco di DMT) per mantenere il contatto con la spiritualità e i propri poteri.

VIDEO - Pinolina e Ghiandola Pineale

Scienza e potere

Va compreso che la scienza, intesa come istituzione che ha il compito di capire, dimostrare e applicare le scoperte, non ha sempre scopi filantropici anche perchè molto del vero sapere scientifico è nelle mani di "persone" prive di scrupoli. Molti progetti sono stati condotti in segreto da scienziati al soldo dei controllori del pianeta: corporations industriali, lobbies e società segrete che costituiscono un Elite tentacolare che opera con il solo fine di esercitare e incrementare il proprio potere sul genere umano e sulla natura. In un simile scenario, gestito a monte da una potente sinarchia che si è impadronita di tutti i settori strategici, è difficile capire quale sia il reale livello scientifico raggiunto e cosa, fino ad ora, ci sia stato concesso utilizzare. La CIA, in quanto apparato paragovernativo (e paramilitare), è da sempre coinvolta nel progetto finalizzato al "controllo mentale" e in quest'ambito ha sviluppato già diverse tecnologie, ne è un esempio il famigerato MK Ultra impiegato durante la guarra fredda. Lo studio della mente e delle potenzialità extrasensoriali umane sono oggetto di numerose sperimentazioni fin dai primi anni '40, esperimenti da cui derivano anche le Psy-ops (operazioni psicologiche) tanto care agli strateghi militari e ormai abbondantemente applicate dai governi per influenzare l'opinione pubblica.

Con l’intenzione di investigare il potenziale militare di fenomeni psichici, Il Governo degli Stati Uniti, proseguì le sue ricerche e diede il via nel 1970 al Progetto Stargate riferendosi, in particolare, alla possibilità di osservare a distanza (remote viewing) le mosse del nemico senza spostarsi dal proprio territorio. Tale progetto durò oltre 25 anni e finanziò ricerche alla Stanford e all’American Society for Psychical Research per sviluppare potenziali tecniche di spionaggio a "distanza". Dopo il celeberrimo caso Roswell del 1947 e il presunto ritrovamento di un misterioso congegno (detto Orion Cube), si assiste invece alla nascita di un altro tipo di operazioni segrete, le Black-ops (operazioni occulte), in cui rientrano l'appropriazione e lo studio di tecnologia aliena per scopi militari e governativi.
Argomenti che la maggioranza delle persone ignora o associa a storie di "fantascienza" grazie soprattutto alla sofisticata propaganda mediatica a cui sono costantemente sottoposte. Infatti, se da una parte numerosi film e serie televisive contenenti brandelli di verità vengono programmati con lo scopo di testare e pilotare culturalmente gli spettatori proiettandoli in realtà fituribili, dall'altra, forniscono gli elementi per poter screditare facilmente eventuali fughe di notizie e proteggere le operazioni in corso. Ovviamente, in quanto strumenti fondamentali per la manipolazione, la "macchina" di Hollywood e tutti i media mainstram che diffondono informazioni sono sempre stati al servizio dell'Elite. Elite dall'antica discendenza che, grazie alla conoscenza della cultura esoterica e al genio di numerosi scienziati (non sempre consenzienti), ha distrutto, cancellato, rimodellato, corrotto, ucciso, perseguitato, inquinato, ingannato, sfruttato e perpetrato ogni sorta di abominio. Questa politica di accentramento del potere basata sulla distorsione della verità e sulla violenza (fisica e psicologica), continua imperterrita ed è oggi alle sue battute finali.

Il progetto Looking Glass

Uno dei più sconcertanti esperimenti segreti dopo il Philadelphia Experiment (avvenuto nel 1943) è sicuramente il progetto Looking Glass, un programma appartenente alle Black-ops, che ha permesso di creare un'immenso stargate (apertura nel tessuto spazio-temporale) retroingenerizzando il funzionamento della ghiandola pineale. Effettivamente la scienza ha scoperto che la retina presenta gli stessi fotorecettori presenti anche nella pineale. Quest'ultima è di fatto una ghiandola sensibile ai campi elettromagnetici ed ha ancora adesso, per certi versi, un retaggio chimico e funzionale similare agli occhi. La ghiandola, in buone condizioni di salute, conterrebbe al suo interno uno speciale fluido e, una volta avvenuto il rilascio di DMT e Pinolina, sarebbe in grado di isolarsi da qualsiasi stimolo elettromagnetico esterno proiettando la consapevolezza dell'individuo nei reami superiori della coscienza. Il liquido schermato all'interno della ghiandola agirebbe come una sorta di monitor permettendo di "osservare" il piano dimensionale su cui ci si focalizza.
Certe percezioni extrasensoriali (ESP) come precognizione, chiaroveggenza e telepatia, sono sempre state prerogative di individui che hanno imparato ad utilizzare le potenzialità della pineale. Visioni nitide di altre dimensioni e spostamenti extracorporei lungo la linea temporale possono quindi essere indotti dal nostro personale "stargate" naturale. Ma, se tutto questo fosse artificialmente replicabile, un simile potere necessiterebbe di un adeguato senso di responsabilità: viaggiare nel tempo così come prevedere e modificare il futuro, sono doni che nelle mani sbagliate potrebbero diventare pericolosi. Per quanto rischiose possano essere, i "corpi speciali" che si occupano di queste sperimantazioni non sono nuovi a questo genere di sfide e pare che, allettati dalle potenzialità operative del progetto, vi abbiano speso particolari risorse.

David Wilcock, ricercatore sensitivo, autore di The Divine Cosmos ed esperto di geometria sacra, ha recentemente parlato del fenomeno e di come sia già stata utilizzata la tecnologia Looking Glass in una non precisata base sotteranea. Per il genere di informazioni che rilascia al pubblico molti considerano Wilcock un visionario ma le sue affascinanti indagini, che spesso coinvolgono personalità di elevato calibro scentifico, offrono ugualmente numerosi spunti di riflessione. Propongo uno stralcio di una sua recente conferenza dove si esprime sull'importanza della ghiandola pineale e sul controverso progetto:

VIDEO - 2012 Enigma di David Wilcock

Il risveglio

Migliaia di anni fa, probabilmente all'epoca dell'evoluta civiltà di Atlantide, i poteri supremi dell'uomo subirono un forte ridimensionamento. Responsabili di questo declassamento intellettivo potrebbero essere stati più fattori, molti dei quali ancora poco chiari. Alcune delle ipotesi avanzate sono decisamente ardite e spaziano dagli interventi di ingegneria genetica da parte di razze aliene ostili, all'ibridazione dei superstiti atlantidei con specie contigue ma geneticamente meno evolute. Grazie al contributo di scienze d'avanguardia come l'epigenetica, che dimostra ampiamente come sia l'interpretazione dell'ambiente a stimolare le caratteristiche del DNA invece che un ferreo e competitivo determinismo genetico, oggi sappiamo che è possibile modificare persino ciò che biologicamente si credeva immutabile o congenito. Questo vale anche per l'invecchiamento e le gravi patologie. Un'altra teoria afferma infatti che potrebbe essere stato un remoto cataclisma a cambiare in modo significativo le condizioni ambientali del pianeta e di riflesso la funzionalità della ghiandola pineale nelle generazioni successive.

Oggi sappiamo che la ghiandola pineale viene fortemente influenzata dalla quantità di luce e dai campi elettromagnetici e possiamo facilmente dedurre come la vita moderna (telefonini, elettrodomestici, luce artificiale, ecc.) abbia determinato grandi cambiamenti nell'organismo. La fisiologia della pineale potrebbe essersi modificata ulteriormente in rapporto a questi mutamenti ambientali e questa alterazione potrebbe aver contribuito ad un più rapido deperimento fisico, così come all'insorgenza di nuove patologie.

Dal punto di vista alimentare, una dieta povera di ferro, calcio, fosforo e triptofano inibiscono il buon funzionamento della pineale così come l'assunzione di farmaci betabloccanti, benzodiazepine, calcio-antagonisti, clonidina, alchool, caffeina, soprattutto nelle ore che precedono il sonno. Uno stile di vita sano, basato sull'attività fisica mattutina, una buona alimentazione, l'assenza di inquinamento e molto sonno, incide positivamente sulle secrezioni di serotonina e melatonina ma ciò non basta a produrre l'illuminazione.
Come abbiamo visto, la chimica del cervello, solo in determinate condizioni, ha la capacità innata di facilitare l'incontro con la divinità e questa ricerca è l'obiettivo che l'umanità continuerà a seguire fino alla fine dei tempi. Questa comunione e la conseguente illuminazione avviene in modo naturale e graduale con un'intensa e continua pratica meditativa, cioè quando l'attenzione per le percezioni sensoriali viene meno per consentire la focalizzazione interiore, o rapido e non sempre consapevole per effetto di stimoli esterni (droghe, shock emotivi, campi energetici). L'esperienza dei mistici induce a ritenere che qualunque strada porti alla verità suprema è la benvenuta, sia essa chimica come il soma o naturale come la meditazione, e in effetti entrambe agiscono attraverso gli stessi mediatori chimici cerebrali. Comunque sia, la realizzazione spirituale, non è qualcosa che compare senza seguire un preciso processo fisiologico.

Se le sostanze catalizzatrici dello stato di illuminazione non sono reperibili in natura o non si ha la consapevolezza per farne un uso appropriato, meditare è senza dubbio il modo migliore per favorire l'apertura del terzo occhio. Questo non significa che con un po' di meditazione tutti possano raggiungere il nirvana. Potrebbero volerci anni di lavoro su se stessi e una buona dose di autodisciplina per ottenere risultati apprezzabili. Con l'intento di attivarne velocemente i poteri, alcuni popoli antichi seguivano speciali rituali che includevano l'incisione del cranio dell'iniziato e il buio forzato.

Ghiandola pineale e 2012

Non dimentichiamo che, a prescindere dagli accorgimenti materiali che decidiamo di prendere, l'illuminazione è principalmente un fatto spirituale e quindi legato all'espressione di energie sottili. Inoltre, se un organismo biologico nasce in un determinato universo è obbligatoriamente soggetto alle sue influenze astrali. Tali modificazioni si ripercuotono sull'individuo attraverso la ghiandola pineale che fa da tramite tra l'esterno e l'interno, tra il mondo fisico e quello sottile. Possiamo dire, come suggerisce la teoria dell' universo olografico di Bohm, che la materia che ci costituisce è la stessa di cui è fatto il nostro universo e che, nell'infinitamente piccolo come nell'infinitamente grande, tutto è interconnesso. Per Bohm il motivo per cui le particelle subatomiche restano in contatto indipendentemente dalla distanza che le separa risiede nel fatto che la loro separazione è un'illusione. Egli era convinto che, ad un livello di realtà più profondo, tali particelle non sono entità individuali, ma estensioni di uno stesso "organismo" fondamentale. Pertanto se l'universo tende all'evoluzione noi evolviamo con esso.

Per chi ricerca già da tempo lo stato di illuminazione, quest'ultimo caso, è oggi più che mai da tenere in considerazione poichè ci stiamo approssimando alla data profetica del 2012, data che simboleggia il termine di un'era in cui il materialismo ha dominato l'uomo. Molti ricercatori sostengono che nel 2012, il cambiamento vibrazionale dovuto all'energia che investirà questa parte del cosmo, sarà qualcosa a cui non potremo sottrarci e che produrrà il tanto agoniato risveglio della coscienza collettiva. L'energia rinnovatrice proveniente dal centro della galassia porterà con se le condizioni ottimali per l'apertura del nostro terzo occhio e ne potranno approfittare solo quelle persone che con impegno e fiducia avranno creato in loro stessi il terreno fertile per accogliere e sostenere lo stato di illuminazione. Chi è già sufficientemente preparato all'evento o è sulla buona strada per diventarlo, a prescindere dalla posizione sociale raggiunta, non teme alcuna catastrofe ed è ormai conscio dell'importanza del proprio contributo alla manifestazione di questo grande cambiamento.
Cogliere questa occasione per elevarsi vibrazionalmente significherà vivere in uno stato di lucida presenza, trasmutare il dolore passato in saggezza per costruire un mondo nuovo con la consapevolezza del proprio sé divino, finalmente padroni e responsabili di quei poteri che ritorneranno così a far parte di noi per il bene di tutti, poiché tutti siamo inevitabilmente UNO.

FONTE: COSCIENZA EVOLUTA

LIBRI CONSIGLIATI A TEMA: LINK - LINK2

FRATEL PINOCCHIO! INCREDIBILE LIBRO INIZIATICO

E' curioso che il nome stesso di Pinocchio sia composto da Pino e da Occhio.

Pubblicato nel 1940, Pinocchio è un classico Disney sempre apprezzato dai bambini e dagli adulti di tutto il mondo. Tuttavia, la storia di questo burattino di legno nasconde una grande allegoria spirituale basata sugli insegnamenti esoterici, di cui ovviamente poco si parla. Prenderemo in esame le origini di questa avventura animata e il suo significato di fondo.

Il Pino ha come frutto la Pigna che richiama, inevitabilmente, la
Ghiandola Pineale che, guarda caso, è in corrispondenza del terzo Occhio.

Pin-occhio era un iniziato che sviluppando se stesso e la sua ghiandola si è trasformato attraverso la sua sostanza animica in un Uomo realizzato.

Inutile dire che questo film è ora una pietra miliale nella cultura popolare di oggi. Quante persone hanno visto questo film? D’altra parte, quante persone sono consapevoli del vero significato di fondo di Pinocchio? Dietro la storia del burattino che cerca di diventare un bravo ragazzo vi è una storia spirituale profonda che affonda le sue radici nelle scuole di Mistero e di occultismo. Attraverso gli occhi di un iniziato, la storia che il burattino doveva essere buono, ripreso spesso con prediche sul “non mentire” diventa per l’uomo la ricerca dell’illuminazione e della saggezza. I commenti brutalmente onesti sul contesto sociale di Pinocchio è una raffigurazione cupa del nostro mondo moderno e prescrive, forse, un modo per sfuggire alle sue trappole. Attraverso il background dell’autore e i riferimenti letterari, si può comprendere il significato nascosto gnostico di Pinocchio.

La sua storia può essere paragonata a quella dell'uomo:

Pinocchio viene creato dal legno, quindi dai quattro elementi.

Lui stesso, dalla sua nascita, ha un solo desiderio: non essere più un burattino di legno, ma diventare un bambino in carne ed ossa. Un Uomo vero.

In effetti il burattino è l'emblema della passività, di colui, cioè, che è manovrato da qualcun altro, di colui che non è attivo nella Vita, ma che dipende dagli eventi che tirano i suoi fili.

La Fata, la sua Anima, interviene spesso per tirarlo fuori dai guai e, con l'aiuto di una bacchetta (anch'essa di legno) lo trasforma alla fine in un bambino, l' Uomo vero.

Ritorna qui, come per incanto, il collegamento al mito di Osiride.

Pinocchio viene inghiottito da una balena, come il fallo di Osiride venne inghiottito dal pesce del Nilo. Una donna, la Fata, come Iside, interviene con una bacchetta di legno (fallo) per generare un Uomo nuovo, Horus o il Pinocchio-bambino.

PER AFFRONDIRE L'ARGOMENTO riporto degli articoli trovati nella rete

CONSIGLIO ALTRE LETTURE INTERESSANTI A TEMA:

-
http://www.loggiavincenzosulis.it/Fratel_Pinocchio.htm

-
http://neovitruvian.wordpress.com/2010/06/05/illuminatipinocchio/

-
http://www.gianfrancobertagni.it/materiali/zolla/pinocchio.htm

-
http://www.kuthumadierks.com/pageopen.asp?r=ries&id=1

-
http://www.sprezzatura.it/Zolla_Pinocchio.htm

-
http://www.edicolaweb.net/arti060a.htm

-
http://www.aesseci.it/ASC0702/0702_28_geleng.pdf (E-BOOK PDF)

-
http://www.freemasons-freemasonry.com/pinocchio.html

-
http://www.disinformazione.it/pinocchio.htm

-
http://www.disinformazione.it/pinocchio2.htm


Allora visto che le cospirazioni non esistano guardate qua e fatevi i vostri conti:

Il dollaro americano ha una piramide a 13 strati con una data romana e una pietra con al centro un occhio e che emana luce.

Tutte le profezie del mondo sia religioni che religioni teosofiche (buddismo, induismo ecc ecc) parlano del ritorno del figlio degli dei o di dio direttamente in una nuova era dorata (compresa come un era di innalzamento spirituale o come volete intenderlo voi sul miglioramento della coscenza) subito dopo la fine di un era di sofferenza per gli sbagli dell'uomo (ego).

La ghiandola pineale è compresa come un terzo occhio in grado di percepire quello che non si vede con gli occhi in tutte le religioni anche nel cristianesimo, gesù diceva per esempio:

Se dunque il tuo occhio è singolo, tutto il tuo corpo sarà illuminato...

Per illuminazione si intende piena consapevolezza di se stessi e delle cose intorno a noi sia per come funzionano che per quello che sono veramente. La ghiandola pineale è rappresentata da una pigna che si ritrova in tutte le immagini di dei come shiva, nel bastone del papa, egizi babilonesi anche in budda che col tempo venne trasformata in piramide dai romani.

Queste profezie della nuova era è raccontata pure dal calendario maya del 2012.
Il calendario dei maya non era uno solo, c'è ne erano diversi sia di durata che di significato, si passa da calendari di milioni di anni a quello del 2012 che comprende il ciclo processionale della terra di 25920 anni , questo calendario si divide in 5 "ere", dette baktun che durano 5125 anni piu o meno.

Il baktun a sua volta si divide in un'altro sistema di misurazione che si chiama
katun della durata di 7200 giorni cioè 19.7 anni.

La data all'inizio della piramide indica l'inizio della lotta per l'unificazione americana cioè il 1756, ci sono 13 gradini che se contati con i katun (di 19.7) fà
2012... Invece se si conta 13 baktun si arriva a un era di 5125 anni, una delle 5 ere del calendario maya, subito dopo c'è il simbolo del terzo occhio aperto e irraggiante di luce che significa illuminazione...

LA VERITA' SUL NUMERO 666

di Riccardo Ammendola

Caspita, non è uno scherzo! Qualcuno mi ha dato del Satanista per aver detto ciò che sto per dire a voi… povera Tradizione! Per questo ci tengo a parlare anche ai lettori di Segreti Svelati, del numero della famigerata Bestia, del 666. C’è chi, con esso, ne fa messe nere e chi, invece, ne celebra riti occulti in nome del Diavolo, ma solo a causa della propria ignoranza. Ora vi spiegherò il perché, visto che di questo numero magico si è abusato anche troppo, così forse la smetteremo di fare i bambini impauriti che gridano al diavolo davanti alla minima cosa che non si comprende.

Per afferrare il significato del numero 666 dobbiamo analizzarne per prima cosa la somma, ovvero 6+6+6 = 18; Che numero è il 18 per la Tradizione? Esso corrisponde allo Sperma, il liquido seminale nell’uomo, quindi allude all’energia sessuale. Sono convinto che qualcuno di voi sta già cominciando ad intuire qualcosa, non mi fate rimanere male!

Il 18 è la Forza Sessuale che se lasciata incontrollata e usata solo per soddisfare gli istinti più meschini, assume il controllo su di noi come il peggior vizio, riportandoci ad uno Stato di Coscienza di Bestialità, ovvio… ma se imparassimo a controllarla attraverso l’uso della Volontà essa da vizio si trasmuterebbe nella Virtù del numero 9, perché se si sommano le cifre del numero 18, cioé 1+8, la risultante è proprio 9.



Che cosa simboleggia il numero 9? Lasciamocelo suggerire dai Tarocchi, infatti La Lama n° 9 degli Arcani Maggiori è l’Eremita. Osservando l’immagine dell’Eremita, notiamo subito che egli con un atto di Volontà comanda al serpente di salire sul proprio bastone – Colonna Vertebrale. Di quale serpente potrà mai trattarsi se non della portentosa Forza della Kundalini, dormiente alla base della Spina Dorsale e che se risvegliata sale fino al Chakra della Corona portando l’uomo all’Illuminazione? Ecco il significato della Lanterna accesa che l’Eremita volge verso l’alto. L’uomo ottiene così l’Illuminazione, che è la realizzazione della Coscienza Cristica, divenendo l’Uomo-Dio, il Krystos del Padre.

Chi ha demonizzato il sesso, trasmutando questo numero Sacro in un numero sinonimo del Male, è proprio chi non desidera che l’uomo evolva, l’Anti-Krystos. In questo modo agendo sulle sue paure si impedisce che questi utilizzi l’Energia più potente per la sua Ascensione.

Il 666 quindi è il numero dell’Energia Sessuale che se utilizzata con disciplina ci porta a realizzare la Grande Opera tanto ricercata dagli Alchimisti, ma che, lasciata sbrigliata, ci trascina nei più bassi Stati di Coscienza. Nella lingua Inglese è interessante notare giustappunto che il numero 6 (Six), richiama la parola, sempre in Inglese, “Sex” ed il cui significato è “Sesso”! Ma non meravigliamoci più di tanto, soprattutto se consideriamo che la Lama n° 6 degli Arcani Maggiori è… “L’Innamorato”!



L’Innamorato ci rimanda al concetto di dominio della Forza dell’Eros, infatti Egli è nel mezzo di due donne, una che gli si avvinghia addosso che è alla sua sinistra e una più sobria e contenuta che è alla sua destra. Sono l’Amante l’una e la Moglie l’altra, che lontano da ogni giudizio morale umano ci rimandano all’uso che facciamo del Sesso: quando per soddisfare il nostro piacere (Amante) o quando per generare (Moglie), in questo caso l’Innamorato partorisce Se stesso.

Senza dimenticare poi i Quadrati Magici Planetari che vengono tramandati dalla Tradizione. Chi tra voi li conosce, sa sicuramente che il Quadrato 6 X 6 è quello che corrisponde al Sole. 6 X 6 infatti ci da il numero 36, che sono le 36 caselle che compongono il Quadrato e sommando i numeri che esso contiene da 1 a 36 il numero che viene fuori è proprio 666! Altro che numero della bestia! Il 666 rappresenta il potere solare, l’energia mascolina o “Logos Solare”. Quando la smetteremo di essere ciechi?

Il 666 è ripreso anche nel Libro delle Cronache, nell’Antico Testamento, in quanto è il numero dei talenti d’oro pagati in tributo a Salomone, che potremo definire un monarca “solare”.

E’ necessario oggi togliere i veli con cui è stata oscurata la Tradizione assieme ai suoi significati primordiali. Purtroppo il numero 666 è solo uno tra i tanti numeri e simboli che è stato calunniato, per non parlare dei simboli della Tradizione usati in maniera profana a scopo propagandistico dai partiti politici.

Un’altra curiosità? La mia auto è targata ** 666 KR. Il numero della bestia? Guardate che lettere ci sono accanto: KRystos? La mia macchina? Una Citroen Saxo, e il nome della macchina non assomiglia alla parola Sex (sesso)? Fantastico! Quando si dice: “gli scherzi del destino”, e state tranquilli, non sono io il Diavolo!

Ecco perché nell’Apocalisse, Giovanni dice:“Qui sta la Sapienza, chi ha intendimento conti il numero della Bestia poiché è il numero dell’uomo, e il suo numero è 666” (Apocalisse 13-18).

Spero che attraverso questo articolo sia riuscito a strappare via qualche superstizione stupida dalle menti di tanti lettori. Vi lascio con un’ultima riflessione: Se il 666 è il numero del Logos Solare, dell’Energia Maschile, è vero anche che esso per accendere una Scintilla ha bisogno della Luna, l’Energia Femminile. In questo sta la Sapienza, nel non dividere ciò che è Uno, un Sole perenne finisce con il generare solo deserti. A proposito non abbiamo parlato della simbologia del numero 18 che nei Tarocchi è… la Luna!

PAGINE CONSIGLIATE: LINK - LINK2

La fine dell'illusione della separazione Conoscenza, Esperienza, Sensazione

Estratti da Home with God di Donald Neale Walsch

La maggior parte degli individui ritiene che > significhi tornare a Dio. Ma non puoi tornare a Dio , perchè non lo hai mai lasciato, e la tua anima lo sa.

TU non puoi saperlo ad un livello conscio però la tua anima lo sa.

Ma se la mia anima lo sa che non ho bisogno di tornare a Dio perchè non L'ho mai lasciato, allora che cosa sta cercando di fare? Qual è lo scopo della vita sulla Terra, dal punto di vista dell'anima?

Posso dirtelo in quattro parole: la tua anima sta cercando di sperimentare ciò che sa.

La tua anima sa che non ha mai lasciato Dio, e sta cercando di sperimentarlo.

La vita è un processo attraverso cui l'anima trasforma la Conoscenza in Esperienza, e quando ciò che hai imparato e sperimentato diventa una realtà provata, quel processo è completo.

Ne deriva che la Casa è un luogo chiamato Completezza.

E' la Completezza Completa di Chi Sei Veramente attraverso la Conoscenza Completa, l'Esperienza Completa e la Sensazione Completa di ciò. E' la fine della Separazione tra Te e la Divinità.

Questa Separazione è un'illusione, e la tua anima lo sa. La Completezza può, quindi, essere definita come il momento in cui la Separazione ha fine, il momento della tua Riunificazione con la Divinità.

Questa non è una vera riunificazione, perchè non sono mai stato non unito, ma può sembrare una riunificazione se l'ho dimenticata.

Esatto. Nel momento della riunificazione, succede semplicemente che ricordi Chi Sei Veramente, e lo sperimenti.

Quindi in un certo senso, è un "ritorno a Dio", ma solamente in termini metaforici. In senso strettamente letterale, è un ritorno alla consapevolezza del fatto che non lo ho mai lasciato, che tu e Dio siete una cosa Sola.

Si! E tornare alla Consapevolezza è un processo duplice. La Consapevolezza si raggiunge tramite la Conoscenza e l'Esperienza, che generano la Sensazione.

La Consapevolezza è la Sensazione di ciò che hai Conosciuto e Sperimentato.

Una cosa è Conoscere qualcosa, un'altra è Sperimentarla, e un'altra ancora è Sentirla.

Solo la Sensazione produce la piena Consapevolezza.

La Conoscenza da sola può originare solo una Consapevolezza parziale. Un'Esperienza da sola può originare solo una Consapevolezza parziale.

Puoi conoscere il tuo Essere Divino ma quando Sperimenti il tuo Te Stesso divino, allora la tua consapevolezza è resa Completa da quella Sensazione.

Puoi Conoscere te stesso come un aspetto della Divinità, per esempio la compassione, ma quando Sperimenti il tuo Te Stesso compassionevole, la Tua consapevolezza è resa Completa da quella Sensazione.

Puoi Conoscere la tua generosità, ma quando Sperimenti il tuo Te Stesso generoso, la tua Consapevolezza è resa Completa da quella Sensazione.

Puoi Conoscere il tuo amore, ma quando Sperimenti il tuo Te Stesso amorevole, la tua consapevolezza è resa Completa da quella Sensazione.

La Sensazione è il linguaggio dell'anima. La Consapevolezza del Sè viene raggiunta attraverso la Sensazione Completa del tuo Sè che è Chi Sei Veramente.

Poichè la Consapevolezza è un processo duplice, esistono due sentieri attraverso raggiungerla. Un'anima giunge alla Conoscenza Completa percorrendo il sentiero del mondo spirituale, e all'Esperienza Completa percorrendo il sentiero del mondo fisico. Sono necessari entrambi i sentieri, ed è per questo che ci sono due mondi. Mettendoli insieme si ottiene l'ambiente perfetto all'interno del quale creare la Sensazione Completa, che genera la Consapevolezza Completa.

Ne deriva che la Casa è un luogo chiamato Completezza.

> Il terzo occhio nelle antiche culture FOTO

 

Tratto da "LA FABBRICA DEGLI IMBECILLI" (http://www.disinformazione.it/mondo_imbecilli.htm)

Il titolo non è un remake del detto: "La mamma degli imbecilli è sempre incinta".
Avendo comunque usato un termine così crudo, una premessa è doverosa.
Nessuno deve sentire come indirizzato a sé il contenuto dell'articolo, non è a questo scopo per cui lo scrivo e dare dell'imbecille a qualcuno è l'ultima delle mie intenzioni.
Una delle definizioni del termine della lingua italiana imbecille viene normalmente usata come insulto, dicasi di persona ritenuta poco intelligente, o che fa cose stupide.
Quella a cui mi riferisco è in realtà un tentativo di tradurre una definizione particolare del termine della lingua inglese “dupe” difficilmente riscontrabile nei dizionari, che oltre a significare babbeo, gonzo, sempliciotto, stupido e appunto imbecille, ha un preciso significato che nientemeno è un prerequisito per la costituzione di un nuovo ordine mondiale, con tanto di cultura globale piatta piatta, livellata, unificata.

Il Dupe

La definizione è spesso omessa nei dizionari, ma molto frequentemente usata colloquialmente, e mai in comunicati scritti, negli ambienti delle PR, del Marketing e della Propaganda. E' un termine per gli addetti ai lavori nato prima negli Stati Uniti e poi diffuso a livello internazionale a seguito della globalizzazione in atto sul pianeta.

Dupe: Un individuo che stato fatto diventare fautore di insiemi di concetti prefabbricati, consapevolmente quando il dupe agisce per vantaggio personale, oppure senza che ne sia consapevole, acquisendo la sua fiducia cieca e approvazione incondizionata con artifici e menzogne credibili o spin*, o con l'aiuto di prove indotte, generalmente false o per lo meno ambigue e contorte.

*Spin: una particolare interpretazione di fatti o eventi, non necessariamente veritiera (come quelle usate dai politici per influenzare “l’opinione pubblica”)

Spin doctor

Una persona delle pubbliche relazioni che cerca di contrastare pubblicità sfavorevole fornendo una interpretazione favorevole di parole o azioni di una società, di un politico o di una persona famosa. Gli argomenti promossi a difesa possono essere anche completamente falsi. Il dupe è uno strumento necessario per la diffusione di una linea ideologica, di mercato o politica, oltre che per creare un pubblico favorevole per il raggiungimento di fini specifici. Il dupe o imbecille, nel gergo di quegli ambienti, è un ruolo, una parte in cui vengono fatte entrare delle persone adattabili, in maniera consapevole o meno, al fine di promuovere prodotti, servizi, stili di vita, culture sintetiche per creare una società sintetica costituita da individui con una personalità altrettanto sintetica.

Abbiamo a che fare con due tipi di dupe.

Uno è il dupe consapevole, ovvero la persona che sa che gli stanno raccontando una storia e che può trarre del profitto diffondendola al vasto pubblico.  L'altro è il dupe inconsapevole, quello più genuino, perché non c'è nessuna predeterminazione nel suo operato, ma crede veramente alla storia che gli raccontano e con ingenuità infantile cerca di trasmetterla ad altri con la passione di chi ha un proprio credo per cui fare proseliti e da difendere strenuamente.
Questo tipo di dupe è quello preferito dai padroni del mondo perché non costa assolutamente nulla e la sua opera non termina mai, a meno che la sua mente non venga prima liberata dalle false credenze indotte. Diversamente il dupe genuino nemmeno si porrà la domanda se quello che sostiene con fervente ardore sia vero o falso. Non è un infiltrato, ma dati disinformanti agiscono da infiltrati nella sua mente.

L'altro dupe invece è costoso, in quanto è specializzato, ha anche qualcosa della talpa, dell'infiltrato, sa cosa deve dire e fare, e cosa non dire e non fare, ma è altrettanto necessario soprattutto nelle emergenze, quando c'è da rafforzare una tesi che sta traballando a causa di verità o consapevolezze emergenti che potrebbero ledere interessi che si stanno proteggendo. Per esempio, diventa sempre più noto che una dieta a base principalmente di frutta e verdura, come la dieta senza muco, con esclusione di prodotti animali, migliora la salute. Il consumo di tali prodotti diminuisce e questo compromette il mercato, sempre per esempio, dei prodotti caseari. Qualcuno dello staff di un fantomatico ufficio che si occupa di osservare le statistiche dei consumi avverte l'ufficio marketing dell'industria interessata che le statistiche dei latticini sono in crescente calo da tre settimane. Lo staff dell'ufficio del marketing avverte l'ufficio del PR e lo informa della situazione. L'omino delle PR chiama il dirigente dell'agenzia che ha la concessione per la pubblicità sui media, lo informa del problema e gli dice, telefonicamente: “Activate a dupe!” o se la situazione è davvero critica: “Activate all the dupes”.

Nel primo caso, che potrebbe essere tradotto in questo modo:”Metti in moto un imbecille”, in italiano non suona molto bene, ma nell'ambiente della propaganda è quasi un termine tecnico, l'agenzia di pubblicità contatta la redazione di una TV, prenota uno spazio per inserire qualcosa tipo la “Risposta dell'esperto” per mettere in onda lo spin* appropriato. Il responsabile della rubrica “Salute & Benessere” chiama un'ipotetica associazione dei dietologi o dietisti (qual è poi la differenza?) chiedendo di mandare un esperto (il termine dupe scompare a un certo punto della linea) che possa confutare teorie strambe in circolazione, che stanno disturbando il corretto andamento del mercato. Al prescelto, il dupe di turno, vengono forniti tutti i dati e quando si presenta in televisione alla domanda “Cosa pensa della dieta senza muco?”, risponderà, creando allarmismo, che una dieta principalmente a base di frutta contiene fruttosio in eccesso e questo può portare all'insorgenza del diabete e in più, senza un adeguato consumo di latticini, in breve tempo la carenza di calcio che si produrrebbe escludendo i prodotti caseari dalla proria dieta alimentare farebbe insorgere l'osteoporosi.

Suona molto bene vero? E fa senso a leggerlo e ancor di più a sentirlo uscire dalla bocca di un Dott. Prof. Ecc. in camice bianco. Ed è assolutamente falso, anche se sono sicuro che uno scienziato sarebbe capace di fare venire il diabete a un ratto nutrendolo con fruttosio sintetico per via endovenosa per un mese e dire al cliente: ”Ecco il risultato che mi ha chiesto di produrre: ”Troppo fruttosio fa venire il diabete”. E qualcosa di simile l'hanno pure fatto.  Il comunicato può anche variare, dipende da chi paga, l'industria latteo casearia, piuttosto che quella della carne o della pasta, ma lo scopo è fornire, a seguito di ogni contestazione dei loro prodotti, prove contrarie provenienti da ricerche pilotate ad hoc.

Una volta sentito il comunicato dalla TV, il dupe genuino, spontaneo, sicuro che tutto ciò che esce dalla bocca di un'Autorità o Esperto sia la sacrosanta verità, andrà in giro per tutto il web scrivendo su blogs e forums o rovinerà la pausa caffè ai colleghi informandoli con entusiasmo di non mangiare assolutamente frutta perché troppo fruttosio fa venire il diabete e di mangiare anche il gorgonzola a colazione assieme alla brioche e il cappuccino altrimenti ti viene l'osteoporosi, lo ha detto ieri sera la televisione!  In una situazione considerata più grave potrebbero venire attivati dupes su più fronti per rafforzare la tesi contraria a quella sostenuta da terzi, e nella condizione attuale in cui si trova la società vince la tesi o parte che ha più fonti da fornire. Che poi dicano cose assolutamente false è completamente irrilevante, quello che conta è l'impatto numerico.

Ci sono anche dei dupes eccellenti, a capo di associazioni note per essere fonti di disinformazione che diventano essi stessi vittime delle bugie che diffondono, come il presidente dell’AMA (American Medical Association), Ron Davis a cui è stato diagnosticato il cancro al pancreas e, coerentemente con la linea promossa dall'associazione di cui è presidente, si sottoporrà alla chemioterapia, negando a se stesso ogni ulteriore possibilità di salvezza. Questo è il comunicato ufficiale diffuso dall’AMA:
AMA president diagnosed with serious form of cancer

I link elencati nella “Nota dell’editore“ in fondo all'articolo dell'AMA portano a siti che diffondono ulteriore disinformazione sulla malattia.

Potere e profitto in una civiltà sintetica

Ci si potrebbe domandare perché esistano persone impegnate nell'ingannare i loro simili fino a questo punto. (In effetti non li considerano loro simili, considerando se stessi un'élite). La ragione ha a che fare con il controllo deviato per il profitto indiscriminato.
I dupes sono lo strumento dei signori del mondo per controllare la popolazione mondiale. E’ un controllo aberrato che viene perpetrato con l'ausilio della menzogna. Riempire la mente di dati falsi rende le persone incapaci di valutare. Ogni cosa che ascolti o leggi nei vari media viene riportata in modo falso, non obbiettivo.

Miriadi di teorie scientifiche sono false o inconcludenti. La scienza medica eccelle in questo, la scienza dell’alimentazione, ammesso che esista una tale scienza, arriva seconda.
La pubblicità è assolutamente menzognera e per quanto possa essere irrilevante quando dice che un detersivo lava più bianco di un altro, quando invece afferma che un prodotto alimentare lavorato industrialmente, biologicamente morto o morente, con conservanti e altri additivi aggiunti, protegge il sistema immunitario, inganna illudendo le persone riguardo alla loro salute.  Tutta questa civiltà è falsa, non c’è un settore libero dalla menzogna, se non piccole nicchie ignorate dai media o persino oscurate, ogni cosa è stata alterata per farla diventare un mondo di favole in cui individui privi di certezze reali vivono una vita falsa.

Quando un essere è consapevole della propria essenza spirituale vede le cose e il mondo come sono veramente ed è impossibile ingannarlo, ed è questa la ragione per cui i signori del mondo intendono ridurlo al pari di uno zombie Il modo di farlo è quello di privare gli individui dei principi etici e della consapevolezza della loro vera essenza spirituale sostituendoli gradualmente con i principi del più solido materialismo. Le notizie, anzi le cattive notizie, diffuse dai telegiornali vengono messe in onda solo per instaurare una stato di malessere nella società, il dovere di cronaca è in realtà un servizio a pagamento e che è suscettibile agli interessi in gioco.

Per esempio si parla pochissimo della violazione dei diritti umani da parte del governo cinese, per timore dei politici di irritarlo e che senza la Cina non potremo più trovare nemmeno un cacciavite in ferramenta. Viene invece steso il tappeto rosso alle Olimpiadi. Gli interessi coinvolti nelle Olimpiadi, rendono molto più redditizio parlarne. I diritti umani non pagano ed è politicamente corretto farne solo qualche piccolo accenno scaglionato nel tempo, per dire all'occorrenza: "Ne abbiamo sempre parlato, il governo ci tiene particolarmente al rispetto dei diritti umani".

Le varie rubriche scientifiche servono per iniettare continuamente nella società il siero della disinformazione, proponendo cure farmacologiche per malattie che sono il risultato di stili di vita proposti dagli stessi media. Sono molto ben studiati questi programmi perché le affermazioni degli “esperti” sembrano avere molto buon senso. Alla domanda che viene fatta dal conduttore seguendo un copione già scritto, tipo: ”Lei cosa consiglierebbe per combattere questa malattia?”, l'esperto, seguendo anch'egli fedelmente il suo copione che ormai conosce a memoria, risponde: ”Innanzitutto consigliamo una dieta alimentare sana, esercizio fisico, e uno stile di vita sereno che riduca lo stress. Tuttavia se nonostante questo la malattia persistesse, è assolutamente necessario il ricorso alla cura farmacologica o all'intervento chirurgico.” A volte sia il conduttore che l'esperto sanno che le diete proposte dalla medicina ortodossa non omettono quei cibi che producono la malattia, che i pazienti faranno esercizio per una settimana e poi rimpiomberanno sul divano davanti alla TV, e che uno stile di vita che non produca stress difficilmente verrà adottato, e avranno ottenuto l'obbiettivo del loro sponsor. E avranno anche fatto con chi li ascolta la bella figura di non aver sbattuto subito in faccia il flacone delle medicine o la prospettiva del letto operatorio.

I vari programmi che forniscono risposte date da psicologi e psichiatri ai problemi dell’essere umano servono a fornire cure psichiatriche (una cura psichiatrica non significa altro che prescrizione di psicofarmaci) che affondano ancora di più chi vi si sottopone e a trasformare ogni forma di aberrazione in diversità, quindi non più da risolvere ma da considerare come parte del comportamento socialmente accettabile, con conseguente deterioramento sociale. I programmi demenziali servono a far ridere il pubblico portandolo a un livello culturale così basso mai raggiunto fino ad ora e a distrarre l’attenzione necessaria per risolvere i problemi che inevitabilmente, in questa era, affliggono ogni essere umano, problemi derivanti da stili di vita deleteri creati ad hoc dai signori del mondo.
La pubblicità promuove prodotti industrialmente lavorati dannosi per la salute anche secondo la medicina ufficiale, spacciandoli addirittura per salutari. Le autorità sanitarie approvano la messa in commercio di tali prodotti e poi rimproverano le mamme perché danno le merendine confezionate ai bambini, le stesse da loro precedentemente approvate.

Le manifestazioni sponsorizzate dalle multinazionali della birra hanno lo scopo di convertire e consolidare gli adolescenti all'alcolismo. I programmi per bambini servono per promuovere prodotti confezionati che sono un insulto alla loro salute, associati a giochini inseriti nelle confezioni, per far sì che poi facciano pressione sui loro genitori perché li acquistino.
Alcuni direttori dei telegiornali, dupes consapevoli, ma spesso anche inconsapevoli perché essi stessi non riescono a sottrarsi agli effetti della disinformazione da loro promossa, hanno la loro scaletta di comunicati degli inserzionisti mascherati fra le notizie, sotto forma di consigli, come quelli di vaccinarsi per l’influenza, di proteggersi dal sole con creme e occhiali che filtrano i raggi UVA, di bere latte come fonte di calcio, ecc.

Il mondo della politica, e questo riguarda i governi di tutti i paesi del mondo, non è certo carente di dupes, sono quei politici lobbisti che promuovono leggi favorevoli ai bisogni delle multinazionali che probabilmente li hanno messi lì finanziando la loro campagna elettorale, o li hanno agganciati dopo la loro elezione. La presentazione di leggi e la loro approvazione, per la prescrizione di metilfenidato ai bambini, commercializzato come Ritalin, per il trattamento di una malattia inventata come l'ADHD, non può che essere fatta da quei ministri, dupes eccellenti che favoriscono le case farmaceutiche.

Quei medici che hanno promosso farmaci di una specifica marca dietro compenso, a volte mascherato sotto forma di regali da parte delle case farmaceutiche come computer, televisori al plasma, soggiorni in paesi esotici, ecc, come riportato dalla stampa in diverse occasioni, sono dupes di quelle multinazionali. La lista potrebbe essere molto lunga, dovrei scrivere un libro per elencare tutte le menzogne note, mancherebbero comunque quelle ancora non scoperte, è solo uno spunto per invitarti a ricercarne tu stesso.

I dupes del mondo spirituale

L'uomo è composto, per così dire, di spirito mente e corpo, e lo spirito è l'elemento fondamentale. Quando si è consapevoli, dicendo "IO" ci si riferisce allo spirito, perché si è lo spirito, non si ha uno spirito, quando si è identificati nel corpo si pensa di esserlo e ci si riferisce allo spirito come al mio spirito o alla mia anima, ed è un errore in quanto, rimarcando, non si ha uno spirito, ma lo si è. La globalizzazione, che in se non sarebbe una cosa negativa, se non fosse che è appannaggio arrogato di un sistema economico senza scrupoli, ha assorbito anche la New Age. Per New Age s'intendono stili di vita, filosofie, religioni, terapie ecc. di un mondo nuovo, spiritualmente evoluto, oltre a un settore di mercato che ha a che fare con la vendita di beni e servizi "alternativi" connessi alla visione magica ed olistica del mondo. Questo sarebbe un reale progresso, in quanto mettere a disposizione servizi e beni intesi al miglioramento dell'essere umano dal punto di vista olistico è solo desiderabile. Ma...

Il mondo economico invece di combattere i movimenti che possono creargli fastidi, semplicemente li ingloba nel suo sistema traendone anche del profitto. Negli anni sessanta, sorse il movimento hippy, e gli appartenenti abbandonarono anche il vestire convenzionale, e iniziarono a indossare abiti coloriti e apparentemente stonati rispetto alla moda in voga in quel momento. Dopo che furono distrutti dalla Cia, con l'ausilio anche della psichiatria, che finanziò la diffusione del concetto dell'amore libero e del LSD, il loro modo di vestire fu assorbito dal sistema economico che diede vita a una moda, e non fu più possibile distinguere un hippy da un comune cittadino attratto da quella moda.

In questo periodo pieno di incertezze c'è un fenomeno che sta esplodendo, e il libro "The secret" di Rhonda Byrne è uno dei tanti esempi che potrei fare. In esso si parla della legge dell'attrazione, una delle capacità dell'essere spirituale, e il successo editoriale di questo libro dipende dal fatto che questa legge viene proposta per l'acquisizione di benessere materiale, ricchezza e potere. Leggilo o rileggilo tenendo presente quanto ho appena scritto e vedrai che, spogliato di tutto il contorno, il diventare ricchi è il fine proposto, anche se rivolto allo spirito, ma lo allontana dai suoi orizzonti e scopi primari, la consapevolezza del vero sé.

Non c'è niente di male nel diventare ricchi, e gli spiriti elevati attirano incidentalmente prosperità e ogni cosa di cui abbiano bisogno, ma è diverso dal farne il proprio scopo. Molti hanno acquistato quel libro, io di libri ho la fortuna di riceverne in omaggio, ma non sono diventati né ricchi né potenti, e allora sono venuti alla ribalta una miriade di guru, che promettono di insegnare come usare la legge dell'attrazione, e spiegano che chi non ha successo è perché non ha "the secret of the secret", the secret non basta e loro possono rivelarlo in sedute di gruppo o individuali. Su quest'onda sono sorti facilitatori, maestri di vita, coach, angeli custodi, guide spirituali, ipnotizzatori e tutti promettono di fare diventare ricchi dopo un paio di seminari.
Sono i dupes della New Age.

Si potrebbe parlare a lungo anche del channeling e spiriti reincarnati che dichiarano di essere venuti sulla terra per aiutarci per ordine di entità divine, ma quanto detto è già sufficiente, quello che si vuole far notare è che il mondo economico sta inquinando anche il mondo spirituale solidificandolo, materializzandolo, rendendo più difficile il risveglio della coscienza e comprensione della nostra vera natura spirituale. Questa globalizzazione del mondo spirituale è il fiore all'occhiello dei signori del mondo. Le persone che si liberassero dalle catene dell'usuale comune disinformazione dei media e cercassero un percorso spirituale che potrebbe renderle totalmente libere e consapevoli, se seguissero questi percorsi apparentemente spirituali incapperebbero in un'altra trappola del materialismo, seppure più raffinata.

Per creare il nuovo ordine mondiale è necessario togliere i punti di riferimento di un essere spirituale, e questi sono i suoi principi etici innati. Questi punti di riferimento sono necessari per trarre un giudizio corretto su cosa sia giusto o sbagliato. Una volta tolti di mezzo i principi etici, il risultato è un essere "rammollito" non più in grado di differenziare facilmente il vero dal falso e suscettibile ad ogni genere di spin. Se poi gli togli anche i mezzi per risvegliare la sua coscienza, impedendogli di riacquistare la consapevolezza del vero sé, cioè di chi è veramente, condizione necessaria perché possa ritrovare nuovamente i suoi principi, l'intero processo diventa un gioco da bambini.

Quello che la globalizzazione del profitto indiscriminato sta cercando di implementare è una religione universale che assomiglia a un minestrone, anzi a un passato di verdura dove i singoli elementi non sono più riconoscibili e il gusto indefinito. Un insieme di pratiche, riti e culti che non portano da nessuna parte e chi si dedicasse ad esse verrebbe gratificato di una estatica confusione, rilassata inconsapevolezza e completa accettazione del nuovo ordine. Se un
Nuovo Ordine Mondiale, quello conosciuto come NWO, ci sarà, sarà in un mondo di dupes. Meglio darsi da fare perché ciò non avvenga, altrimenti Matrix non sarà solo un film di fantascienza. Forse non è mai stato un film di fantascienza, ma un documentario.

"Ci sono campi, campi sterminati, dove gli esseri umani non nascono, vengono coltivati. A lungo non ho voluto crederci, poi ho visto quei campi con i miei occhi..."
Morpheus - Matrix


Se sei arrivato fino in fondo all'articolo, potresti essere un po' abbacchiato. Il mio consiglio è di farti una bella risata e poi guardare le cose tenendo in mente quanto ho scritto. Divertiti a riconoscere le menzogne fra le notizie, nelle “risposte dell'esperto”, e a liberarti, se ancora non lo sei, dalla disinformazione dilagante. E non dimenticare che un buon contributo te lo può dare il libro di Arnold Ehret, il "
Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco".

Fonte

Il cuore ha un suo cervello e coscienza

Molti credono che la consapevolezza cosciente ha origine nel cervello solamente. Recenti ricerche scientifiche suggeriscono invece che la coscienza emerge in realtà dal cervello e dal corpo che agiscono insieme. Un crescente corpo di evidenza suggerisce che il cuore ha un ruolo particolarmente significativo in questo processo.

Molto più di una semplice pompa, come si credeva un tempo, il cuore è ormai riconosciuto dagli scienziati come un sistema altamente complesso con il proprio funzionale “cervello”.

La ricerca nella nuova disciplina di neurocardiologia mostra che il cuore è un organo sensoriale ed un sofisticato centro per ricevere ed elaborare le informazioni. Il sistema nervoso all’interno del cuore (o “cervello cuore”) consente di imparare, ricordare e prendere decisioni funzionali indipendente dalla corteccia cerebrale del cervello. Inoltre, numerosi esperimenti hanno dimostrato che i segnali che il cuore invia continuamente al cervello influenzano la funzione dei centri cerebrali superiori coinvolti nella percezione, cognizione, ed elaborazione emotiva.

Oltre alla vasta rete di comunicazione neurale che collega il cuore con il cervello e il corpo, il cuore comunica anche informazioni al cervello e tutto il corpo attraverso interazioni con campi elettromagnetici. Il cuore genera il campo elettromagnetico ritmico più potente e più esteso del corpo .
Rispetto al campo elettromagnetico prodotto dal cervello, il componente elettrico del campo del cuore è circa 60 volte maggiore in ampiezza, e permea ogni cellula del corpo. Componente magnetico è circa 5000 volte più forte del campo magnetico del cervello e i suoi valori possono essere rilevati a diversi metri di distanza dal corpo con magnetometri sensibili.

Il cuore genera una serie continua di impulsi elettromagnetici in cui l’intervallo di tempo tra ogni battito varia in modo dinamico e complesso. Il cuore è sempre presente e il suo campo ritmico ha una forte influenza sui processi in tutto il corpo. Abbiamo dimostrato, ad esempio, che i ritmi del cervello naturalmente sincronizzano l’attività ritmica del cuore, e anche che durante i sentimenti duraturi di amore o apprezzamento, la pressione sanguigna e il ritmo respiratorio, tra gli altri sistemi oscillatori, si sincronizzano al ritmo del cuore.

 

 

 

 

SCARICA FOTO

<<< CLIKKA QUI >>>

La lettura delle nuove evidenze scientifiche che proponiamo è che il campo del cuore agisce come un’onda portante per le informazioni, che fornisce un segnale di sincronizzazione globale per tutto il corpo. In particolare, si suggerisce che, siccome onde di energia pulsante si irradiano dal cuore, esse interagiscono con organi e altre strutture. Le onde codificano o registrano le caratteristiche e l’attività dinamica di queste strutture nei modelli di forme d’onda di energia che sono distribuiti in tutto il corpo. In questo modo, le informazioni codificate agiscono in modo da in-formare (letteralmente, dare forma) all’attività di tutte le funzioni corporee, per coordinare e sincronizzare i processi nel corpo nel suo complesso. Questa prospettiva richiede un concetto energetico di informazioni, in cui i modelli di organizzazione sono avvolti in onde di energia di attività del sistema distribuito in tutto il sistema nel suo complesso.

La ricerca di base presso l’Istituto di HeartMath dimostra che le informazioni riguardanti lo stato emotivo di una persona viene anche trasmessa in tutto il corpo attraverso il campo elettromagnetico del cuore. I modelli dei ritmici battiti del cuore cambiano in modo significativo, quando sperimentiamo emozioni diverse. Le emozioni negative, come la rabbia o la frustrazione, sono associate ad un irregolare, disordinato, modello incoerente nei ritmi del cuore. Al contrario, le emozioni positive, come l’amore e l’apprezzamento, sono associati con una superficie liscia, ordinata, un modello coerente nell’attività ritmica del cuore. A loro volta, tali cambiamenti nella struttura del battito del cuore creano corrispondenti variazioni nella struttura del campo elettromagnetico irradiato dal cuore, misurabile con una tecnica chiamata analisi spettrale.

In particolare, abbiamo dimostrato che prolungati emozioni positive sembrano dar luogo ad una modalità distinta di funzionamento, che noi chiamiamo COERENZA PSICOFISIOLOGICA. Durante questa modalità, il ritmo cardiaco mostra un modello ondulatorio sinusoidale e il campo elettromagnetico del cuore diventa di conseguenza più organizzato.

A livello fisiologico, questa modalità è caratterizzata da una maggiore efficienza e armonia per l’attività e le interazioni dei sistemi del corpo. [1]

Psicologicamente, questa modalità è collegata con una notevole riduzione interna del dialogo mentale, la percezione di stress ridotta, maggiore equilibrio emotivo, e una maggiore chiarezza mentale, discernimento intuitivo e prestazioni cognitive.

In sintesi, la nostra ricerca suggerisce che la coerenza psicofisiologica è importante nel rafforzamento della coscienza sia per la consapevolezza sensoriale del corpo in merito alle informazioni richieste per eseguire e coordinare la funzione fisiologica, ma anche per ottimizzare la stabilità emotiva, la funzione mentale, e l’azione intenzionale. Inoltre, come si vede dopo, ci sono prove sperimentali che la coerenza psicofisiologica può aumentare la nostra consapevolezza e sensibilità verso gli altri intorno a noi.

L’Istituto di HeartMath ha creato tecnologie pratiche e strumenti che tutte le persone possono utilizzare per aumentare la coerenza.

Campo Interazioni Cuore tra gli individui

La maggior parte della gente pensa alla comunicazione sociale solo in termini di segnali palesi espressi attraverso il linguaggio, le qualità vocali, i gesti, le espressioni facciali e movimenti del corpo. Tuttavia, vi è ora la prova che un sottile ma influente comunicazione elettromagnetica o sistema “energetico” opera appena sotto la nostra consapevolezza cosciente. Interazioni energetiche possono contribuire alle attrazioni o repulsioni “magnetiche” che si verificano tra gli individui, e anche influenzare gli scambi e le relazioni sociali. Inoltre, sembra che il campo del cuore gioca un ruolo importante nel comunicare informazioni fisiologiche, psicologiche, e sociali tra individui.

Gli esperimenti condotti presso l’Istituto di HeartMath hanno trovato la prova notevole che il campo elettromagnetico del cuore è in grado di trasmettere informazioni tra le persone. Siamo stati in grado di misurare uno scambio di energia cuore tra le persone fino a 5 metri di distanza. Abbiamo anche trovato che le onde cerebrali di una persona possono effettivamente sincronizzare il cuore di un’altra persona. Inoltre, quando un individuo sta generando un ritmo cardiaco coerente, la sincronizzazione tra le onde cerebrali di quella persona e battito cardiaco di un’altra persona è più probabile che si verifichi. Questi risultati hanno implicazioni interessanti, il che suggerisce che gli individui in uno stato coerente psicofisiologicamente parlando diventano più consapevoli delle informazioni codificate nei campi del cuore di coloro che li circondano.

I risultati di questi esperimenti ci hanno portato a dedurre che gli atti del sistema nervoso sono come un ‘”antenna”, che è sintonizzata e risponde ai campi elettromagnetici prodotti dai cuori degli altri individui.

Crediamo che questa capacità per lo scambio di informazioni energetiche è un capacità innata che esalta gli aspetti di sensibilizzazione e di media importanti di vera empatia e sensibilità verso gli altri. Inoltre, abbiamo osservato che questa capacità comunicazione energetica può essere intenzionalmente migliorata, producendo un livello molto più profondo della comunicazione non verbale, la comprensione, e la connessione tra le persone. Vi sono anche prove che le interazioni di campo che interessano il cuore possono verificarsi tra persone e animali.

In breve, la comunicazione energetica tramite il campo cuore facilita lo sviluppo di una coscienza espansa in relazione al nostro mondo sociale.

Il campo del cuore e l’Intuizione

Ci sono anche i nuovi dati che suggeriscono che il campo del cuore è direttamente coinvolto nella percezione intuitiva, attraverso il suo accoppiamento ad un campo di informazioni energetiche al di fuori dei confini di spazio e tempo. Utilizzando un rigoroso design sperimentale, abbiamo trovato prove che sia il cuore e il cervello ricevono e rispondono alle informazioni su un evento futuro prima che l’evento si verifichi. Ancora più sorprendente è stata la nostra scoperta che il cuore sembra ricevere tali informazioni “intuitive” prima che il cervello. Questo suggerisce che il campo del cuore può essere collegato a un campo energetico più sottile che contiene le informazioni sugli oggetti e gli eventi remoti nello spazio o avanti nel tempo. Chiamato da Karl Pribram e altri il “dominio spettrale,” questo è un ordine fondamentale di energia potenziale che avvolge lo spazio e il tempo, ed è pensato per essere la base per la nostra coscienza di “tutto”. (Vedi heartmath.org per ulteriori dettagli..)

Campi sociali
Nello stesso modo che il cuore genera energia nel corpo, proponiamo come interpretazione delle recenti risultanze scientifiche che il collettivo sociale sia l’attivatore e regolatore di energia nei sistemi sociali.

Un corpo di un lavoro pionieristico mostra come il campo di interazione socioemozionale tra una madre e il suo bambino è essenziale per lo sviluppo del cervello, l’emergere della coscienza, e la formazione di un sano concetto di sé. Queste interazioni sono organizzate lungo due dimensioni 1) relazionale 2) di stimolazione delle emozioni del bambino, e la regolamentazione del comune energia emozionale. Insieme formano un campo socioemozionale attraverso il quale vengono scambiati enormi quantità di informazioni psicobiologica e psicosociale. L’organizzazione coerente delle relazioni madre-bambino che compongono questo campo è fondamentale. Ciò si verifica quando le interazioni pagano, soprattutto, con le emozioni positive (amore, gioia, felicità, eccitazione, apprezzamento, ecc), e sono modellate come altamente sincronizzate, negli scambi reciproci tra i due individui. Questi modelli sono impressi nel cervello del bambino, e quindi influenzano la funzione psico-sociale per tutta la vita. (Vedere: Allan Schore, regolazione degli affetti e l’origine del Sé.)

Inoltre, in uno studio longitudinale di 46 gruppi sociali, uno di noi (RTB) ha documentato come le informazioni circa l’organizzazione globale di un gruppo del collettivo gruppo di coscienza sembra essere trasmesso a tutti i membri in connessione ad un campo energetico di sviluppo socio-emotivo. 

Dati sulle relazioni tra ogni coppia di elementi che sono stati trovati forniscono un’immagine accurata della struttura sociale del gruppo nel suo insieme. L’organizzazione coerente della struttura sociale del gruppo è associata a una rete di emozioni cariche positivamente (amore, eccitazione, e l’ottimismo) che collegano tutti i membri. Questa rete di emozioni positive sembra costituire un campo di connessione energetica in cui sono codificate informazioni sulla struttura sociale del gruppo e distribuite in tutto il gruppo. Sorprendentemente, un quadro preciso della struttura sociale complessiva del gruppo è stato ottenuto da informazioni solo sulle relazioni tra coppie di individui.

Crediamo che l’unico modo in cui questo sia possibile è che le informazioni circa l’organizzazione di tutto il gruppo siano distribuite a tutti i membri del gruppo per mezzo di un campo energetico. Tale corrispondenza di informazioni tra le parti e il tutto è coerente con il principio di organizzazione olografico. [2]

Sintesi e implicazioni

Alcune caratteristiche organizzative del campo cuore, identificati in numerosi studi a HeartMath, possono essere condivise anche da quelli del nostro campo ipotizzato sociale. Ognuno di essi è un campo di energia in cui le forme d’onda di energia codificano le caratteristiche degli oggetti e degli eventi così come l’energia si muove in tutto il sistema. Questo crea un ordine non locale di informazioni energetiche in cui ogni posizione nel campo contiene un’immagine ripiegata dell’organizzazione dell’intero sistema in quel momento. L’organizzazione e l’elaborazione delle informazioni in questi campi di energia può essere meglio compresa in termini di principi olografici quantistici. [3]

Un altro elemento comune è il ruolo delle emozioni positive, come l’amore e l’apprezzamento, nel generare la coerenza sia in campo cuore sia in campo sociale. Quando il movimento di energia è regolato intenzionalmente per formare un ordine coerente e armonioso, l’integrità delle informazioni e di flusso sono ottimizzati. Questo, a sua volta, produce una stabile ed efficace funzione di sistema, che migliora la salute, benessere psicosociale, e l’azione intenzionale del gruppo individuale o sociale.

La coerenza del cuore e la coesione sociale può anche agire per rafforzarsi reciprocamente. Come individui all’interno di un gruppo di aumento di coerenza psicofisiologica, la sintonia psico-sociale può essere aumentata, aumentando in tal modo la coerenza delle relazioni sociali. Analogamente, la creazione di un campo sociale coerente da un gruppo può contribuire a sostenere la produzione e la manutenzione di coerenza psicofisiologica nei suoi singoli componenti. Una estesa, profonda consapevolezza e coscienza in merito ai risultati dei processi interni fisiologici, emotivi e mentali del corpo, e anche qualcosa di più profondo, sono ordini latenti avvolti nei campi di energia che ci circondano.

Questa è la base dell’auto-consapevolezza, della sensibilità sociale, creatività, intuizione, intuizione spirituale, comprensione di noi stessi e di tutto ciò cui ci si è connessi. 

E ‘attraverso la produzione intenzionale di coerenza in entrambi i campi cuore e sociale che il passaggio fondamentale per il successivo livello di coscienza planetaria si può verificare una volta che siamo in armonia con il movimento del tutto.

Per ulteriori informazioni sul l’Istituto di ricerca HeartMath e pubblicazioni, si prega di visitare www.heartmath.org

Note

1.I correlati di coerenza fisiologica comprendono: aumento della sincronizzazione tra i due rami del sistema nervoso autonomo, uno spostamento del baricentro verso autonomo aumento dell’attività parasimpatica, aumento cuore-cervello sincronizzazione, aumento risonanza vascolare e trascinamento tra i diversi sistemi fisiologici oscillatori. 

2.L’organizzazione olografica è basata su un concetto materia di ordine, in cui è codificato informazioni sull’organizzazione di un oggetto nel suo complesso come una figura di interferenza in forme d’onda di energia distribuita in tutto il campo. In questo modo è possibile recuperare le informazioni relative all’oggetto nel suo insieme da qualsiasi posizione all’interno del campo. 
termine.

3. Il “quantum”, come utilizzato in olografia quantistica, non significa che questo tipo di elaborazione delle informazioni energetiche è inteso in termini di principi della fisica quantistica. Piuttosto, l’olografia quantistica è una speciale forma di organizzazione olografica non deterministica sulla base di una unità digitale di informazioni energetica chiamati un accesso o un “quantum” di informazioni.

Fonte + video

LEGGI A QUESTA PAGINA L'ARTICOLO DAL TITOLO: 

LA PUREZZA DELLE NOSTRE VIBRAZIONI DIPENDE DA QUELLO CHE MANGIAMO

 Il sesto senso esiste davvero, è generato dalla ghiandola pineale

Il sesto senso esiste davvero,è generato dalla ghiandola pineale.E’ il nostro terzo occhio di cui non ne siamo a conoscenza, comprende tutti gli altri sensi. La ghiandola pineale è un meta-organo sensoriale che include i 5 sensi e la mente,è potentissimo.

La ghiandola pineale o epifisi è una ghiandola endocrina delle dimensioni di una nocciola, sporge all’estremità posteriore del terzo ventricolo (nel centro geometrico del cranio). Appartiene all’epitalamo ed è collegata mediante alcuni fasci nervosi pari e simmetrici (peduncoli epifisari), alle circostanti parti nervose. Le sue cellule, i “pinealociti” producono la melatonina che regola il ritmo circadiano sonno-veglia, reagendo alla poca luce.

Conosciuta fin dall’era antica, anche per la sua frequentissima calcificazione in età matura, questa ghiandola di circa 1 cm di lunghezza, 0.5 cm di larghezza e 500 mg di peso, è uno dei centri dell’organizzazione circadiana dell’organismo. Per Cartesio la ghiandola pineale è il punto privilegiato dove mente (res cogitans) e corpo (res extensa) interagiscono, in quanto unica parte del cervello a non essere doppia.

E’ il terzo occhio spirituale, la nostra visione interiore ed è considerata la sede dell’anima.

Il terzo occhio, l’occhio interiore, è un concetto mistico ed esoterico, che si riferisce in parte al chakra ajna di certe tradizioni spirituali orientali ed occidentali. Si dice anche sia la portache porta i regni interiori e a spazi di consapevolezza elevata.

Il terzo occhio è una parte naturale di ognuno, ma è un meta-organo. Si compone di tutti i sensi e della mente che lavorano all’unisono come organo sensoriale più ampio e piu’ potente.

Quale “senso” il terzo occhio puo’ essere usato in vari modi. Apre i nostri sensi agli schemi che ci circondano. Lo usano i veggenti per connettersi e rispondere a delle domande . E’ parte dell’empatia: quando una persona puo’ toccare e sentire le emozioni degli altri. E’ possibile usare il terzo occhio per apprendere come percepire, visualizzare e interpretare l’energia che ci circonda.

Quando vediamo con gli occhi fisici, possiamo vedere attraverso il corpo fisico. Il terzo occhio non è parte del corpo fisico, ma del corpo sottile. Questa la ragione per cui la fisiologia non puo’ credere che esista.Quando il tero occhio è in funzione possiamo entrare in un’altra dimensione e vedere le cose che non sono visibili all’occhio fisico, ma visibili invece a quello sottile.

Nelle Upanishads, l’essere umano è paragonato ad una città con 9 porte: i due occhi, le due orecchie, le due narici, la bocca, l’uretere e l’ano, che portano all’esterno, al mondo sensoriale. Il terzo occhio è la decima porta che porta ai regni interiori che ospitano una miriade di spazi di coscienza.

La funzione della ghiandola pineale è stata tra le ultime ad essere scoperta. Il fatto che si trovi in profondità nel cervello, sembrava indicare la sua importanza. Questo fatto ha concorso nel renderla un mistero , caricarla di mito, superstizione e persino teorie metafisiche sulla funzione che si percepiva essa avesse.

Si crede sia un organo assopito, che puo’ essere risvegliato per consentire una comunicazione telepatica. Ma il corpo umano ha un altro occhio … la cui funzione , che in realtà è la ghiandola pineale.

L’elemento principale di questa ghiandola è l’energia telepatica, insieme determinano il nostro stato mentale.

Quando l’energia al terzo occhio è carente, la persona è: non affermativa, indisciplinata, ipersensibile alle emozioni degli altri, ha paura del successo, è schizofrenica (incapace di distinguere tra l’ego e il Sè superiore)

Quando l’energia al terzo occhio è in eccesso, la persona è: egoica, orgogliosa, manipolativa, dogmatica religiosamente, autoritaria

Quando l’energia al terzo occhio è in equilibro, la persona è: carismatica, puo’ ricevere una guida, non è attaccata alle cose materiali, no ha paura della morte, è maestra di se stessa, non ha bisogno di un’altra persona che completi se stessa.

Per far si che il nostro stato mentale sia sempre al meglio, evitando quindi che l’energia della nostra ghiandola pineale non sia carente, è necessario prendere alcuni accorgimenti che rallentano la calcificazione di tale ghiandola, in modo che essa possa essere “sveglia”.

La calcificazione e’ naturale, la possiamo rallentare poco o molto con metodi naturali senza prendere nessuna pastiglia che non sia la semplice melatonina:

– Meditazione (prima iniziate prima vedrete i risultati)

– Dormire nel silenzio quasi assoluto(organizzatevi coi tappi); le tapparelle devono essere chiuse bene nella stanza da letto; il sole non deve disturbare gli occhi chiusi influenzandone tantissimo i sogni, la loro concentrazione e la stimolazione della ghiandola pineale;

– cercate di dormire abbastanza ore e andando a dormire possibilmente con poca adrenalina e nicotina o caffeina nel sangue.

– l’attivita’ fisica che innalza del 200% la melatonina ( molti maestri del teatro lavoravano sulla psiche dei personaggi solo dopo ore di Training Fisico )

– tanti bei carboidrati la sera [inibite i cortecosteroidi e le catecolamine (ormoni dello stress).

IL “POTERE MONDIALE” TEME IL RISVEGLIO DELLA COSCIENZA CIVILE.

273073_187316444735885_384826894_oL’inquietante personaggio che con le sue dichiarazioni ha aperto il dibattito sull’argomento che andremo a trattare, si chiama Zbigniew Brzezinski, un accademico ed esperto di politica internazionale (immigrato dalla Polonia negli Stati Uniti alla fine della seconda guerra mondiale) che ha collaborato con i vari governi americani e che soprattutto risulta essere il fondatore, insieme a David Rockefeller ed Henry Kissinger, della potente “Commissione Trilaterale”. La sua linea di pensiero ha sempre denotato delle tendenze tipicamente globalizzanti e miranti all’egemonia di un “unico governo mondiale finanziario” ; non a caso nel 1956 scrisse assieme a Carl J. Friedrich “Totalitarian Dictatorship and Autocracy” ove, oltre a vari punti standard legati alla sua idea di totalitarismo globale, innescava anche l’anelito a cambiare e condizionare le “coscienze individuali” al fine di massificarle.

Durante un suo recente discorso tenuto in Polonia alla presenza di rappresentanti elìtari lo scorso 26 Novembre, Brzezinski (peraltro anche ex Consigliere per la Sicurezza Nazionale statunitense e massimo rappresentante del “nuovo ordine mondiale”) ha sottolineato l’esigenza del “dover condizionare i popoli” mediante quello che i romani chiamavano “ludi et circenses” al fine di soffocare quello che si sta manifestando, ovvero un movimento mondiale delle coscienze collettive “risvegliate” che secondo il suo parere è ormai fuori controllo; radio, televisione ed internet pianificati dal Sistema per finalità di condizionamento globale, in realtà “hanno generato nel contempo un risveglio di massa universale della coscienza civile e politica” di tutti quegli individui consapevoli impegnati a farsi promotori delle istanze a tutela dei Popoli.

Brzezinski ha dichiarato ai presenti: ”la Resistenza Collettiva Sveglia e motivata da profonda Coscienza Civile, rappresentata da porzioni di popoli storicamente risentiti dal dominio esterno, sta dimostrando di essere difficile da sopprimere…Un simile tipo di resistenza sarà di notevole ostacolo per l’imposizione di un nuovo ordine mondiale e per il tentativo degli stati uniti di controllare le collettività mediante la manipolazione tecnologica e digitale…L’era digitale avrebbe comportato la comparsa graduale di una società più controllata. Una tale società sarebbe stata dominata da un elìte, scevra da valori tradizionali. Sarebbe stato possibile esercitare una sorveglianza quasi continua su tutti i cittadini e mantenere file completi ed aggiornati contenenti anche le informazioni più personali. Questi file in tempo reale sarebbero risutlati accessibili alle Autorità”…

In effetti la preoccupazione di Brzezinski deriva dalla riflessione che il “risveglio spontaneo di una coscienza civile di massa” rappresenterebbe un inesplorato spazio da tradurre in termini geopolitici che i “poteri forti” sarebbe difficile da codificare, conquistare e controllare, rappresenterebbe la fine dell’Era Geopolitica influenzata dagli hardware e farebbe spazio ad una nuova Era Psicopolitica; si osserverebbe il declino del sistema del tecnologismo e l’affermazione del sistema della comunicazione attiva. L’accademico, senza compiacimento, ha dovuto ammettere che questo “risveglio civile” non si imporrebbe con le rivoluzioni, le sommosse, gli scioperi ma con “eventi della comunicazione” ovvero l’eco generato dalla comunicazione libera e consapevole che paralizza i poteri costringendo l’oppressore a modificare la sua politica fino a farla divenire un’altra, sconvolgendo tutta la sua rete di certezze con il tam tam di informazioni che corre tra la collettività risvegliata. Tale inaspettata dinamica verrebbe a rappresentare un ostacolo enorme per il progetto di un governo egemone mondiale.

Davanti ad una simile contingenza, anche il peso delle dinamiche repressive militari sta dovendo rivedere le sue “precedenti logistiche”; un tempo era più facile controllare un milione di persone che ucciderne fisicamente lo stesso milione…oggi è infinitamente più facile uccidere un milione di persone che controllarle tutte. La rivolta globale che si è andata a propagare in molteplici territori, si sostanzia in una reazione contro la dittatura usurocratica finanziaria, la negazione dei diritti, la brutalità della polizia e la repressione politica che ha visto il potere spostato su “entità tecniche e finanziarie”.

Il progetto di “democratizzazione” tanto millantato dalle Forze di Potere Occidentali che auspica un falso mito di “stato democratico” (con tanto di elezioni multipartitiche fittizie , attività della società civile opportunamente propagandate , falsa indipendenza dei media), in realtà mantiene il tutto sotto l’egemonia della Banca Mondiale, il FMI, le multinazionali e le organizzazioni di potere quali Bilderberg, Aspen, Commissione Trilaterale.

Naturalmente un simile Potere egemone, capitalista e globalizzante, vede come nemici quegli Stati che agiscono per autodeterminare la propria Identità, la propria Forza e la propria Cultura; la gerarchia usurocratica internazionale esige invece la gregarietà, la dipendenza, la debolezza e l’evaporazione del patrimonio e della cultura, in modo tale da poter fagocitare ogni Nazione all’interno dell’inquietante governo mondiale.

Questo attivismo civile sta generando un moto nella ricerca di dignità personale, di tutela nei confronti di culture e di opportunità economiche, che possano consentire l’autodeterminazione di ogni Popolo.

Nascerà l’Era della Psicopolitica, movimentata dalla comunicazione attiva contrapposta a quella che il potere continuerà ad usare per il condizionamento delle masse. Sicuramente “i poteri” tenteranno ostruzionismi vari sulle comunicazioni web o troveranno il sistema di controllare la sostanza delle argomentazioni; ma il risveglio delle collettività proseguirà imperterrito il suo corso inserendo nuove modalità e linguaggi legati soprattutto al terreno dei Valori, degli Ideali e di una “Umana Umanità”.

…” La Parola potrà essere diffusa oppure custodita nell’Anima e nella Mente fino al momento in cui sarà opportuno svelarla; il Pensiero Vivo non potrà mai essere rinchiuso, neanche dietro a mille cancelli”…