LA MELA CHODATA

di: Serenella Speziale

Il più naturale dei rimedi per assumere ferro

I globuli rossi sono prodotti nel midollo osseo e contengono l'emoglobina nella cui parte centrale si trova il ferro. Attraverso i polmoni il ferro trasportato dall'emoglobina, componente del sangue, si lega 
all'ossigeno e viene trasportato in tutte le parti del corpo dove ha modo di svolgere
tutti i processi energetici cellulari in base ai quali siamo in grado  di vivere la nostra vita in modo attivo. I segni più evidenti della carenza di ferro sono: facile  affaticamento, frequente stanchezza, pallore e vertigini. Un rimedio semplice ed efficacie nel caso di carenza di ferro è rappresentato dalla Mela Chiodata. Conosciuto già in epoche antiche, esso è sempre stato un rimedio alla portata di tutti, che non ha assolutamente controindicazioni di alcun tipo.

Come si prepara ?

Occorrono una mela biodinamica e una decina di chiodi di ferro non zincato, che quindi arrugginiscono facilmente. Si possono trovare nei vecchi mobili antichi da eliminare o da qualsiasi rigattiere. Si infiggono i chiodi nella mela e vi si lasciano per 24 ore in modo che rilascino ferro. Questo avviene grazie agli acidi contenuti nella mela, che sciolgono il ferro del chiodo. Una volta tolti i chiodi la mela può essere consumata e i chiodi potranno essere riutilizzati per un'altra mela per il giorno successivo. I chiodi lasciano un segno nero nella mela, ma la ruggine che si potrebbe assumere non è pericolosa in quanto lo stomaco tende ad annullarne qualsiasi effetto nocivo. Per mia esperienza posso dire che da anni uso questo rimedio quando sento che la mia scorta di ferro si assottiglia e lo trovo molto efficace;
soprattutto non ho più quei fastidiosi disturbi allo stomaco che l'assunzione di ben noti farmaci a base di ferro mi procuravano !

INDIRIZZO AMICO/A: