2012: PROFEZIE APOCALITTICHE 

"Vi è un'Operazione Magica della massima importanza: l'Inizio di un Nuovo Eone. Quando diviene necessario proferire una Parola, l'intero Pianeta deve essere bagnato di sangue. Prima che l'uomo sia pronto ad accettare la legge di THELEMA, deve essere combatutta la Grande Guerra. Questo Sacrificio cruento è il punto critico della Cerimonia Mondiale della Proclamazione di Horus, il Figlio Incoronato e Vincitore, a Signore dell'Eone".

Il Libro di Thelema, scritto da Crowley e dettatogli dal nuovo Signore della Terra, Horus (l'entita demoniaca con cui interagiva..)

In pratica Vogliono scatenare "una "TERZA GUERRA MONDIALE" devastante affinche la disperazione e la violenza prendano il soppravvento sul "CAMBIAMENTO VIBRAZIONALE" che sta avvenendo e permettere così ai loro PADRONI, le Entità Demoniache, di poter essere RICHIAMATI su questa dimensione dalle "ENERGIE NEGATIVE" enormi che verranno rilasciate. Questi pazzi psicopatici purtroppo sono nelle linee di comando e vanno fermati a tutti i costi. 

PROFEZIE APOCALITTICHE SULLE COLONNE DELLA CATTEDRALE ANGLICANA ST.JOHN DI NEW YORK?

La Cattedrale Saint John the Divine, è situata alla Amsterdam Avenue (presso la 112th street) a Manhattan (New York). In stile gotico, è tuttora incompiuta a causa di diverse sospensioni e cambi di progetto, di cui l’ultima, a fine anni 90 per mancanza di fondi.

Tale cattedrale nasconde messaggi esoterici, misteriosi e apocalittici sui decori delle colonne poste al suo ingresso con gli ultimi lavori fatti nel 1997.
Chi li ha ideate e cosa vogliono dirci?

Alcune profezie, come la distruzione delle torri gemelle, sembrano già avveratesi, ma le altre, sembrano ancora più spaventose e apocalittiche!

Vediamole!

COLONNA CON NEW YORK INGHIOTTITA DALLE ONDE.



QUESTA RAPPRESENTA IL CROLLO DEL PONTE DI BROOKLYN.

SOTTO, SI VEDE LA BORSA. RAPPRESENTA IL SUO CROLLO, O UN RIFERIMENTO DI ALTRO GENERE?


I CAVALIERI DELL’APOCALISSE POSTI SOPRA A DELLE FIAMME. UN FUNGO ATOMICO?

D
(simboleggia il cambiamento di coscienza?)

MUMMIE E SOPRA UN AGNELLO CON LE ZAMPE LEGATE. COSA RAPPRESENTA?
LA NASCITA DELL’ANTI CRISTO? 

SOTTO C’E’ UN VORTICE A SPIRALE E PERSONE IN ADORAZIONE. (simboleggia il cambiamento di coscienza?)


COLONNA CHE SIMBOLEGGIA LA MORTE, CON UNA RUOTA DENTRO UN’ALTRA RUOTA PIENA DI OCCHI (dalla visione all’inizio del libro di Ezechiele).


PILASTRO CON L’ALBERO DELLA VITA CABALISTICO.

L’UOMO POSTO SOPRA L’ALBERO DELLA VITA HA UN SOLO OCCHIO SCOPERTO.

SCRITTO DA NEWAPOCALYPSE

La catastrofe del 2012 è scritta nella Bibbia
Chi l’avrebbe mai detto?

Mentre facciamo di tutto per interpretare le antiche storie Maya che dovrebbero rivelare il giorno in cui tutto finirà (ovvero la fine del mondo) e che molti ritengono sia il 21 dicembre 2012, la risposta è sempre stata davanti ai nostri occhi… da tempo immemorabile. A quanto pare, il giorno fatidico viene rivelato attraverso il libro più diffuso al mondo: la Bibbia. Ad affermarlo fu un certo Sigismondo Arquer, un geografo cagliaritano condannato a morte dall’inquisizione e arso vivo nel 1571: le sue affermazioni erano chiaramente ritenute negative per la Chiesa.

La storia fu relegata nell'ombra per parecchi secoli, fino a quando il dott. Sigismondo Panvini alcuni fa mentre si trovava nell’archivio storico del comune di Palermo, trovò all’interno di un faldone di documenti vari e atti notarili, uno strano volumetto rivestito di pelle animale contenente antiche pergamene. Tale volume attirò la sua attenzione a causa della similitudine del cognome dell’autore: era firmato O. Panvinius. Non sarà passato inosservato come il nome e il cognome dell'autore siano collegati ai due personaggi chiave della storia. A ogni modo, le pergamene apparivano insignificanti e vuote, tuttavia Sigismondo scoprì ben presto che avvicinando la luce a esse comparivano come per magia alcuni minuscoli caratteri, quasi illeggibili se non con l'aiuto di una lente d'ingrandimento. Era come se fossero stati scritti con una sorta di inchiostro simpatico.

Nell’antico volume vi era un resoconto (in latino) di un misterioso colloquio avvenuto tra Sigismondo Arquer e Onofrio Panvinius, un priore Agostiniano. Tale colloquio avvenne nelle carceri di Toledo nel 1567, dove era stato rinchiuso Arquer. Egli rivelò che la civiltà che popolò la Terra prima dell’inizio della storia aveva elaborato conoscenze astronomiche e matematiche in grado di calcolare con una precisione incredibile la fine dei nostri giorni. A quanto pare, gli eventi cataclismatici per portano alla distruzione del nostro pianeta, avverrebbero in maniera ciclica. Sono infatti gli intervalli tra una distruzione e l’altra a caratterizzare l’inizio di una nuova civiltà. Sembra che “la verità” sia riservata a una ristrettissima cerchia di persone che soggiogano l’umanità privandola di queste conoscenze. Tutto questo è stato riportato direttamente dal suo scopritore,
Sigismondo Panvini in un libro edito dalle Edizioni il Punto d'Incontro dal titolo “Il tempo della fine”.

È qui che si legge che esiste un codice, all’interno dei testi sacri, che può essere interpretato solo da “pochi eletti”, nel quale i numeri menzionati e i numeri dei versetti rivelerebbero il giorno esatto in cui il pianeta verrà distrutto da un altro diluvio. In tali numeri, si troverebbero anche eventi di "minore importanza", come per esempio la data dell'attacco e distruzione delle Torri gemelle. Un caso che siano state distrutte proprio in un giorno ritenuto importante nella Bibbia? A voi le conclusioni dopo aver letto tutte interessanti informazioni contenute in questo inquietante libro.

ALCUNI ARTICOLI CONSIGLIATI E A TEMA: 

 THE MATRIX - 2012 E NUOVO ORDINE MONDIALE - PROGETTO BLUBEAM - 2012 FALSI SCENARI - 2012 GIORNO DEL RACCOLTO - MUTAZIONE DNA - 2012 SALTO VIBRAZIONALE - CIBO VIBRAZIONALE - GHIANDOLA PINEALE - RISVEGLIAMO IL PIANETA - DAVID ICKE - ABDUCTION E APOCALISSE 2012 - APPELLO AGLI ABITANTI DELLA TERRA - DIFENDIAMOCI DALGI DEI - ORIGINE DELLA TRAPPOLA - PARABOLE DI GESU' - THE ARRIVALS - RETTILIANI E ARCONTI - 2012 ALIENI E TRANSIZIONE